3D Systems vende l’attività Simbionix per concentrarsi esclusivamente sulla stampa 3D
“Siamo molto ben posizionati per rimanere leader nel settore della produzione additiva”. 

3D Systems ha compiuto un altro passo significativo nel suo piano di concentrarsi esclusivamente sulla produzione additiva con la vendita della sua attività di simulazione medica Simbionix .

È stato firmato un accordo con Surgical Science Sweden AB , fornitore di simulatori di realtà virtuale per la formazione medica, per un prezzo di acquisto di 305 milioni di dollari, soggetto alle consuete condizioni di chiusura e adeguamenti.

La cessione segue la vendita delle attività On Demand Manufacturing e Cimatron CAD/CAM del pioniere della stampa 3D come parte di una strategia in corso guidata dal CEO Dr Jeffrey Graves. Si dice che quest’ultima transazione completi l’iniziativa di disinvestimento dell’azienda in quanto dà la priorità alla “crescita e all’espansione dei margini come leader nella produzione additiva”.

In un comunicato stampa emesso da 3D Systems, Graves ha commentato il futuro “più luminoso” che prevede per il team Simbionix e il portafoglio di prodotti di simulazione medica con il marchio Surgical Science e come l’operazione integri i piani di crescita di 3D Systems.

“I proventi di questa vendita, combinati con le dismissioni precedentemente annunciate, ci lasceranno in una posizione forte, con un saldo di cassa di circa $ 500 milioni e nessun debito”, ha affermato Graves. “Avendo riorganizzato l’azienda in due unità di business – Healthcare e Industrial Solutions – e ristrutturata per guidare l’efficienza operativa nell’ultimo anno, ora ci aspettiamo una forte crescita organica e redditività, sia a livello di margine lordo che di margine EBITDA, e operazioni operative positive flusso di cassa in grado di sostenere gli investimenti necessari per soddisfare la crescente domanda dei clienti per la tecnologia additiva. Con la nostra scala, la nostra ampiezza di tecnologia leader del settore, che abbraccia soluzioni polimeriche e metalliche, e un focus sulle applicazioni che si sta dimostrando vincente nell’accelerare l’adozione da parte dei clienti della produzione additiva,

Sebbene 3D Systems abbia effettuato alcune grandi dismissioni nell’ultimo anno, è stata anche impegnata a investire in società che si allineano con la sua strategia incentrata sull’AM. All’inizio di quest’anno la società ha acquistato Allevi e Additive Works nel tentativo di espandere le sue capacità di bioprinting e software. Per supportare questo, l’azienda ha anche annunciato piani per espandere le sue strutture a Rock Hill, South Carolina e Littleton, e ha subito un riordino della leadership che ha visto il co-fondatore di 3D Systems, Chuck Hull, assumersi la responsabilità degli sforzi di medicina rigenerativa dell’azienda come capo. Il responsabile della tecnologia per la medicina rigenerativa e l’ex CTO di EOS, il dott. David Leigh, entrano a far parte del team come CTO per la produzione additiva.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi