Blue Tap sovvenzionata dall’ Innovate UK Smart Grant

BLUE TAP RICEVE LA SOVVENZIONE INNOVATE UK PER LA TECNOLOGIA DI PURIFICAZIONE DELL’ACQUA AIUTATA DALLA STAMPA 3D

L’impresa sociale e spin-out dell’Università di Cambridge Blue Tap ha ricevuto un Innovate UK Smart Grant per supportare lo sviluppo tecnico della sua tecnologia di purificazione dell’acqua.

Il team di Blue Tap ha utilizzato la stampa 3D per sviluppare rapidamente il suo dosatore di cloro, progettato per essere inserito nei sistemi di condutture dell’acqua nei paesi in via di sviluppo al fine di rendere l’acqua sicura da bere.

“Questo tipo di supporto da Innovate UK non solo ci consente di acquistare tutti i materiali e sensori di cui abbiamo bisogno per lo sviluppo tecnico, ma ci incoraggia anche ad andare avanti”, ha affermato Francesca O’Hanlon, fondatrice e CEO di Blue Tap.

“IL NOSTRO OBIETTIVO È CREARE UN PRODOTTO PER LA PURIFICAZIONE DELL’ACQUA CONVENIENTE PER MILIONI DI UTENTI”.

Grazie ai bassi costi di produzione e alla flessibilità di progettazione associati alla stampa 3D, la tecnologia è stata sfruttata più volte in passato con l’obiettivo di rendere le forniture di acqua più sicure da bere.

Nel 2017, un team multidisciplinare dell’Università di Bath ha stampato in 3D una “ lastra ” di plastica progettata per fornire acqua potabile pulita alle comunità in alcune parti dell’Asia, dell’Africa e dell’America Latina. Il design labirintico della lastra ha sfruttato il calore e la luce ultravioletta del sole per uccidere i microbi dannosi che vivono in liquidi contaminati. Nel frattempo, Liquidity Nanotech ha sviluppato una tecnologia di stampa 3D elettro-rotante brevettata per creare un filtro a membrana per bottiglie d’acqua nanostrutturato con pori di 0,2 micron di larghezza.

Altrove, i ricercatori hanno utilizzato una rete spaziatore avanzata stampata in 3D per consentire un uso più produttivo dell’osmosi inversa per produrre acqua sicura da bere, che si è scoperto per ridurre i costi, i tempi e i rischi del processo, mentre l’agenzia governativa messicana Conacyt si è impegnata per aiutare a fornire acqua potabile pulita alle comunità sulla costa del Pacifico del Messico in occasione del primo Consorzio per la produzione additiva in America Latina.

Più di recente, gli scienziati dell’Università di Huelva hanno utilizzato la stampa 3D per creare una struttura a spirale in grado di rimuovere diciotto sottoprodotti di disinfezione (DBP) dall’acqua potabile, con potenziali applicazioni negli impianti di trattamento dell’acqua per identificare e separare sostanze chimiche pericolose.

O’Hanlon è approdato al concetto di Blue Tap nel 2013 durante un progetto Engineers without Borders UK in Messico, e ha fondato l’impresa tecnologica poco dopo aver iniziato il suo dottorato di ricerca presso l’Università di Cambridge nell’ottobre 2016. L’obiettivo di O’Hanlon era quello di costruire un semplice iniettore di cloro a basso costo. Tuttavia, all’epoca gli iniettori di cloro erano sia costosi che complicati da assemblare, motivo per cui si è rivolta alla stampa 3D per riprogettare il dispositivo a un prezzo più conveniente.

O’Hanlon ha utilizzato le stampanti 3D del Dipartimento di Ingegneria Dyson Center for Engineering Design per iniziare a prototipare l’iniettore di cloro al costo di solo £ 1 per prototipo. Attraverso la stampa 3D, è stata in grado di migliorare e semplificare il design per aumentarne la robustezza e la facilità d’uso. Il dosatore di cloro è progettato per iniettare automaticamente la giusta quantità di cloro nei sistemi idrici domestici per rendere l’acqua potabile.

Il team di Blue Tap afferma che il dosatore di cloro potrebbe aiutare più di 130 milioni di famiglie in tutto il mondo, oltre a scuole, strutture sanitarie e strutture umanitarie.

Il prodotto è già stato testato a Mbarara in Uganda, nell’ambito della partnership di Blue Tap con l’ente benefico Afrinspire , con sede a Cambridge , che gestisce progetti di sviluppo in Africa orientale. Blue tap vende i suoi iniettori di cloro agli idraulici locali fornendo loro un corso di formazione gratuito, nel tentativo di migliorare lo sviluppo socio-economico dell’area attraverso la creazione di posti di lavoro e l’istruzione. Finora, Blue Tap ha creato una coorte di oltre 30 idraulici e studenti in formazione idraulici che hanno imparato come installare e risolvere i problemi della tecnologia prima di venderla ai clienti nelle loro comunità.

Il responsabile tecnico del progetto e CTO di Blue Tap, Thomas Stakes, ha dichiarato: “Con l’escalation della crisi climatica e il crescente stress sulle risorse idriche e sulle infrastrutture, la tecnologia come il nostro dosatore di cloro ha un ruolo chiave da svolgere nel garantire una sicurezza sostenibile accesso all’acqua per tutti “.

Ora che Blue Tap ha ricevuto il supporto di Innovate UK, il team sta cercando potenziali partner sul campo con sistemi idrici pertinenti per dimostrare la sua tecnologia. I sistemi rilevanti includono edifici con acqua convogliata da una fornitura comunale o sistemi di raccolta dell’acqua piovana domestica con pompe elettriche e serbatoi di raccolta.

In particolare, Blue Tap è interessata a lavorare con organizzazioni non governative (ONG) con collegamenti a scuole, famiglie e strutture sanitarie. L’azienda spera di iniziare a vendere la tecnologia nei mercati emergenti entro il 2021.

“Vorremmo estendere i nostri ringraziamenti a Chris Woodward e Enterprise Europe Network per il loro continuo supporto durante il processo di amministrazione della domanda e del premio”, ha aggiunto Rebecca Donaldson, assistente tecnico del progetto. “Non vediamo l’ora di continuare il nostro lavoro con loro per esplorare nuove potenziali partnership per la nostra tecnologia”.

Be the first to comment on "Blue Tap sovvenzionata dall’ Innovate UK Smart Grant"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi