Elegoo Neptune 2 recensione test drive prova su strada

Elegoo Neptune 2 – Elegoo colpisce di nuovo il mercato FDM

Il produttore cinese Elegoo è meglio conosciuto per la sua economica stampante fotopolimerica LCD . L’azienda si è fatta un nome con Elegoo Mars. Con il successore dell’Elegoo Nettuno, Elegoo vuole sapere esattamente di nuovo nella disciplina FDM a basso costo. Un motivo sufficiente per dare un’occhiata più da vicino al dispositivo.

Il mercato delle stampanti entry-level, fortemente contestato, non si sta calmando. I produttori internazionali stanno combattendo ostinatamente per offrire la stampante 3D più economica con una buona qualità. Con Neptune 2, Elegoo lancia di nuovo un clone di Ender 3 con Mk10 Hotend nell’anello dei prezzi e sta andando bene nel processo. Ma lentamente per la prima volta. Diamo uno sguardo al dispositivo passo dopo passo.

Fornitura di Elegoo Neptune 2
Il Neptune 2 viene consegnato ben imballato in modo sicuro. La prima cosa che si nota durante il disimballaggio è che il dispositivo viene consegnato in molte più parti singole rispetto ad altri dispositivi in ​​questa fascia di prezzo. Quindi diamo un’occhiata allo scopo della consegna:

Kit stampante (circa 15 parti oltre a parti piccole come viti)
Manuale
Scheda Micro SD con adattatore USB SD
Strumenti (chiavi a vite, spatola e pinze)
Ago dell’estrusore (nascosto nel supporto del filamento)
Film di stampa permanente PEI con 4 pinze
Pochi metri di filamento
portata di consegna
Oltre alle circa 15 parti di cui in seguito sarà composta la stampante 3D, ci sono solo due anomalie nella fornitura, in cui il dispositivo differisce da molti altri. Invece di una lastra di vetro incollata, è inclusa una pellicola di stampa permanente PEI rimovibile di Elegoo. Inoltre, il dispositivo sembra avere un buon display touchscreen.


costruzione
Iniziamo a costruire il dispositivo. Lo sforzo sta da qualche parte tra un kit fai-da-te e dispositivi preassemblati. Dovresti quindi dedicare un po ‘di tempo a mettere insieme il dispositivo in pace. Grazie alle istruzioni fornite e agli strumenti forniti, il montaggio non è un problema, ma ci vogliono ben 45 minuti. Se non riesci a far fronte alle istruzioni scritte, non puoi utilizzare i video di assemblaggio forniti sulla scheda SD come supporto. Per caso scopriamo un piccolo ostacolo. Fissiamo il film di stampa permanente PEI, che viene fissato con graffette, per valutarne la resistenza e scoprire un film di protezione per il trasporto che è ancora incollato al piano di stampa in alluminio. Questo non è un grosso problema, ma può essere facilmente trascurato dall’uno o dall’altro utente prima della messa in servizio.

Specifiche tecniche
Tecnologia di stampa 3D: FDM (Fused Deposition Modeling)
Dimensioni letto di stampa: 220 x 220 x 250 mm, riscaldabile fino a 100 ° Celsius
Estrusore: estrusore bowden Mk8 con hotend Mk10
Filamento supportato: PLA, ABS , TPU e PETG da 1,75 mm
Diametro ugello: 0,4 mm (0,3 mm e 0,2 mm possibili)
Temperatura massima dell’ugello: 260 ° Celsius
Display touch a colori da 3,5 “con lingua del menu regolabile (tedesco, inglese, spagnolo, francese, russo, italiano, giapponese e cinese)
Rilevatore di filamenti con funzione di ripresa in caso di lavori di stampa interrotti
Velocità di stampa: ≤180 mm / s, velocità standard 30-60 mm / s
Risoluzione di stampa: ± 0,1 mm
Altezza dello strato: 0,1-0,4 mm
Precisione XY: 0,012 mm
Precisione Z: 0,001 mm
Interfacce dati: scheda micro SD
Formati di file supportati: .stl, .obj, .amf
Software supportato : Cura, Simplify3D, Repetier-host
Scheda controller: STEM32 F103
Struttura della stampante : binari in alluminio fresato CNC
Alimentazione: Ingresso: 100-120 / 200-240V 50 / 60Hz Uscita: 24V 17A
Anche qui il dispositivo differisce leggermente dalla maggior parte dei suoi concorrenti. Particolarmente positivi sono il touchscreen a colori ad alta risoluzione e il rilevatore di filamenti, che consente la ripresa dei lavori di stampa interrotti. Troviamo anche positivo l’ingombro compatto del dispositivo. Tuttavia, l’altezza è relativamente grande a causa del supporto del filamento fissato nella parte superiore. Come con tutti gli altri dispositivi in ​​questa categoria di prezzo, il livellamento del letto viene eseguito manualmente.

Messa in servizio e stampa di prova
Usiamo Cura come software. Cura viene fornito solo per Windows, quindi non è molto adatto per i nostri MAC. Stiamo quindi scaricando la versione standard di Cura. La stampante non è ancora elencata nella libreria Cura, poiché il dispositivo sarà disponibile sul mercato solo a breve. Utilizziamo quindi l’impostazione standard per un Ender 3, che lavora con noi senza problemi.

Dopo aver livellato il piano di stampa, iniziamo la prima stampa con PLA standard e stampiamo l’oggetto di prova Buddha incluso. L’alimentazione a 24V assicura un rapido preriscaldamento del piano di stampa e dell’estrusore. La stampante esegue il lavoro senza problemi e di buona qualità. Il processo di stampa è silenzioso ei rumori sono quasi esclusivamente limitati alle ventole dell’estrusore e dell’alimentatore.

La stampa di prova includeva la figura del Buddha
La stampa di prova includeva la figura del Buddha
Quindi iniziamo una stampa di 30 ore con Silk-PLA con una risoluzione di 0,1 mm. La stampante fa anche questo lavoro senza problemi o interruzioni e colpisce per una risoluzione di stampa costante e molto buona per i dispositivi in ​​questa fascia di prezzo. Oltre all’elevato livello di dettaglio, non viene tirato quasi nessun filo. Questo parla a favore di un dispositivo di raffreddamento ben regolato. Le spaccature attaccate come garanzia per il fissaggio sul film di stampa permanente PEI risultano non necessarie anche per strutture alte (vedi foto). Il film di stampa permanente PEI in combinazione con il piano di stampa riscaldabile garantisce anche un’ottima tenuta.

Stampa di prova: 0,1 mm Silk-PLA
Stampa di prova: 0,1 mm Silk-PLA
Ottima adesione al film di stampa permanente PEI
Ottima adesione al film di stampa permanente PEI
Conclusione
L’Elegoo Neptune 2 al momento non è ancora disponibile, ma le indiscrezioni parlano di una fascia di prezzo intorno e sotto i 200 euro. In questo segmento di prezzo, il Neptune 2 andrebbe molto bene grazie alla sua alta risoluzione di stampa, al buon display, al sensore del filamento e alla pellicola di stampa permanente PEI, rendendolo ideale come introduzione economica alla stampa 3D. L’unica cosa che è in contrasto con questo è lo sforzo un po ‘più elevato coinvolto nell’assemblaggio. Alla fine, tuttavia, il prezzo effettivo e la disponibilità del dispositivo saranno determinanti. Si può presumere che la concorrenza seguirà sicuramente l’esempio. Tuttavia, dal nostro punto di vista, l’Elegoo Neputune 2 può essere inteso come una dichiarazione di guerra al mercato low cost.

Be the first to comment on "Elegoo Neptune 2 recensione test drive prova su strada"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi