Freemelt lancia la macchina industriale eMELT
  
 
– Entrando in una nuova fase – offre la stampa 3D per la produzione su larga scala

Freemelt, le cui soluzioni rivoluzionarie creano nuove condizioni per una rapida crescita e sviluppo nella stampa 3D, lancia eMELT, il suo nuovo sistema industriale alla fiera Formnext diFrancoforteil 15-18 novembre. eMELT è sviluppato per la stampa 3D su larga scala, il che significa questoFreemeltora raggiunge anche un gruppo di clienti focalizzato sulla produzione industriale.

eMELT, con prima consegna stimata alla fine del 2023, è sviluppato per competere con l’industria manifatturiera tradizionale in termini di costi e qualità. eMELT si basa sulla tecnologia collaudata di Freemelt ONE, che è completata da soluzioni industriali sviluppate in strette collaborazioni strategiche con partner industriali selezionati all’interno dei nostri verticali prioritari e in particolare in titanio e tungsteno.

 
“Con eMELT, portiamo la stampa 3D a un nuovo livello. eMELT ha, tra le altre cose, una potenza del fascio più elevata rispetto ad altri sistemi sul mercato. Questo, insieme al nostro software Pixelmelt lanciato di recente, consente al cliente di ottimizzare il processo di fusione riducendo costi di produzione pur consentendo una migliore qualità e una maggiore capacità di produzione. Pertanto, siamo gli unici in grado di offrire una soluzione che compete con la produzione tradizionale in diversi settori”, affermaDaniel Gidlund, amministratore delegato diFreemelt.

La produzione di impianti in titanio è un’area in cui la stampa 3D sta crescendo rapidamente. Ogni anno, a livello globale, vengono eseguiti oltre cinque milioni di interventi chirurgici all’anca e al ginocchio. Oggi, la maggior parte di tutti gli impianti avanzati è stampata in 3D. L’anno scorso, 300 stampanti 3D sono state vendute all’industria degli impianti, il che dimostra che si tratta di una tecnologia consolidata in forte crescita.

“Quando si tratta di impianti, sappiamo che un’articolazione del ginocchio o dell’anca stampata in 3D porta a una migliore qualità di vita per il paziente. Questo perché un impianto stampato in 3D conFreemeltLa tecnologia ha una migliore capacità di attaccarsi all’osso rispetto a un impianto tradizionale, il che a sua volta significa che i pazienti riducono al minimo il rischio di subire un’operazione di revisione più avanti nella vita”, afferma Per Woxenius, COO diFreemelt.

Oltre alla produzione di impianti, eMELT può essere utilizzato anche per la produzione di componenti in tungsteno e rame. Il mercato dei prodotti sviluppati con questi materiali è in rapida espansione. Le applicazioni su larga scala includono l’energia rinnovabile, la tecnologia medica e il passaggio a veicoli e aerei ad alimentazione elettrica.

“Lavoriamo a stretto contatto con i nostri clienti per sviluppare nuovi materiali e soluzioni in Freemelt ONE. Ad esempio, vediamo che le parti in rame stampate in 3D prodotte con la nostra tecnologia forniscono una maggiore conduttività, il che crea un valore aggiunto significativo per i clienti focalizzati sugli scambiatori di calore e sull’elettromobilità, ” afferma Ulric Ljungblad, CIO e continua:

” eMELT abilita produzione di componenti in titanio, rame e tungsteno mediante stampa 3D ad un costo che prima non era possibile. Questo è importante, ad esempio, per lo sviluppo dell’energia da fusione, un’area che sta crescendo estremamente rapidamente e che richiede materiali come il tungsteno in grado di resistere a temperature estreme. Per questa applicazione,Freemeltdispone di una tecnologia di produzione superiore ad altri metodi e quindi può assumere una posizione di leadership a livello globale”.


Freemeltè un’azienda high-tech la cui soluzione rivoluzionaria crea nuove opportunità per una rapida crescita nella stampa 3D, nota anche come produzione additiva. La tecnologia protetta dell’azienda consente una stampa conveniente con una qualità elevata e costante. Scegliendo una soluzione open source, si creano le condizioni per una forte crescita ed espansione verso i mercati manifatturieri.Freemeltè stata fondata nel 2017, è quotata al Nasdaq First North Growth Markets, ha 34 dipendenti, sede aGöteborge un’unità di produzione a Linköping.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi