OSHdata chiude

OSHdata si spegne

“OSHdata è un servizio di informazioni di mercato per la comunità Open Source Hardware (OSH), creato da Steven Abadie e Harris Kenny. OSHdata è per le persone con interessi commerciali nei prodotti e nelle attività di SSL “.

L’anno scorso, il servizio ha presentato il suo rapporto sullo stato dell’hardware aperto , offrendo una grande quantità di informazioni nel panorama dell’hardware open source. Con circa un quarto dei progetti hardware open source che coinvolgono la stampa 3D, siamo stati lieti di vedere il rapporto emergere con un altro pezzo di dati per il crescente puzzle della stampa 3D.

“Oggi, un progetto certificato su quattro riguarda la stampa 3D, che va dai dispositivi medici stampabili ai macchinari di livello industriale. E questa è solo una parte dell’attività complessiva open source nel settore della stampa 3D se si considerano software, formati di file e standard del settore. I leader del settore hanno molto da guadagnare dalla comprensione della comunità open source “, ci disse all’epoca il co-fondatore Kenny.

Oltre al rapporto, OSHdata aveva in atto una tabella di marcia più ampia per guidare il futuro previsto del lavoro. Tra i punti sulla tabella di marcia c’erano:

Dimensionamento del mercato
Ciò doveva includere considerazioni come entrate annuali, redditività e impatto economico; dati sull’occupazione; e industrie che adottano hardware open source
Aggiornamenti della certificazione
Qui, stavano guardando “qualcosa che si avvicina all’analisi in tempo reale (diciamo, entro una settimana dalla pubblicazione di una certificazione) che potrebbe includere:
Un colloquio con la persona che certifica il prodotto.
Informazioni sul mercato in cui operano.
Eventuali certificazioni passate che potrebbero riguardare questa. “
Analisi della distinta base
Tra le domande relative all’aspetto della distinta base (BOM) del lavoro open source c’erano il numero di progetti con una BOM attuale e accurata; categorie o metodi di organizzazione delle distinte base; e costo medio della distinta base per hardware certificato per categoria.
Analisi del codice sorgente
L’intento di questa analisi era misurare i mezzi di condivisione del codice sorgente (come Git, VSVN e Mercurial); valutazione dei formati di file e degli strumenti utilizzati a monte (ad esempio, software di layout della scheda); ed esaminare le dimensioni e la partecipazione del progetto.
Punti di contatto
Chi sono i migliori e i giocatori emergenti? Dove sono le opportunità di lavoro? Chi sono l’acquirente e i contatti tecnici? Stabilire punti di contatto è sempre una parte vitale per portare a termine le cose.

Tuttavia, la roadmap ha raggiunto un punto morto.

In un post sul blog di questa settimana, Kenny ha condiviso che lui e Abadie “hanno trascorso ore a scavare nei dati per ottenere informazioni senza precedenti sull’hardware aperto”.

“Abbiamo condiviso il nostro copione di scraping e abbiamo visto la comunità – incluso OSHWA! – usarlo per i progetti”, ha continuato.

Chiaramente, c’era un grande valore nell’intelligenza raccolta. Con OSHWA (la Open Source Hardware Association) tra coloro che mettono in pratica i risultati del rapporto, sembrava che OSHdata avesse qualcosa da fare.

Tuttavia, quel “qualcosa” ha avuto problemi. Vale a dire, risorse. Per quanto molti di noi amino quello che fanno, e questo è particolarmente evidente nelle comunità open source, l’amore, come si suol dire, non paga i conti. Il post di Kenny continua:

“La nostra ricerca si è ripagata grazie a progetti di consulenza e ha avuto un impatto. Sono stati certificati centinaia di nuovi prodotti. Abbiamo parlato con Adafruit e SparkFun. Abbiamo aiutato gli studenti a pubblicare articoli. Abbiamo discusso dell’hardware aperto in Machine Design. Abbiamo sostenuto il lavoro di OpenForum Europe per la Commissione Europea.

Ma volevamo che OSHdata rimanesse in piedi da solo. Volevamo vedere se c’era un modo per offrire ricerche di mercato in abbonamento, aggiornamenti rapidi, dati aggiuntivi o qualcos’altro. Nonostante le parole gentili della comunità, non siamo stati in grado di trovare il modo per renderlo finanziariamente autosufficiente al di là della consulenza.

Alla fine del 2020, Steven si è allontanato da OSHdata. Ho rilanciato il sito, aggiornato il marchio e ho continuato a voler provare nuovi modi per farlo funzionare. Nel frattempo, ho lavorato a un altro progetto, Intro CRM, che sono entusiasta di dire che sta guadagnando terreno e che richiede la mia attenzione.

Da allora OSHWA ha rilasciato un’API per il programma di certificazione. Ora tutti possono interagire più facilmente con i dati e sono entusiasta di vedere come vengono utilizzati dalla comunità. Sembra che OSHdata non fosse il progetto giusto per ora. Con la crescente pressione sul mio tempo, è ora di porre fine a OSHdata “.

OSHdata è semplicemente l’ultimo tentativo di affrontare la finalità di decisioni difficili. È stato un buon sforzo, e auguriamo sia ad Abadie che a Kenny il meglio per il loro lavoro da allora e per il futuro.

Be the first to comment on "OSHdata chiude"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi