Stratasys presenta il sistema di stampa 3D multimateriale J5 DentaJet

Stratasys lancia il sistema di stampa 3D PolyJet multimateriale per il settore dentale

Stratasys ha introdotto il sistema di stampa 3D multimateriale J5 DentaJet per consentire ai professionisti del settore dentale di caricare vassoi misti di parti dentali.

Disponibile immediatamente, J5 DentaJet è in grado di gestire fino a cinque materiali diversi, incluso il materiale di supporto, e consentirà ai laboratori odontotecnici di produrre diverse parti in più materiali per applicazioni di protesi parziali o casi di impianti dentali, ad esempio.

I casi di impianto sono tipicamente costituiti da un modello opaco rigido superiore e inferiore, una maschera gengivale morbida e una guida chirurgica biocompatibile, che richiedono tutti materiali diversi. Sebbene in precedenza ciò potesse costringere i professionisti del settore dentale a utilizzare più stampanti o eseguire più cicli di stampa, l’ultima offerta di Stratasys consentirà loro di utilizzarne solo una.

J5 DentaJet è compatibile con una gamma di resine che si dice siano state create su misura per soddisfare le esigenze del mercato dentale, tra cui VeroDent PureWhite, resine CMY per il colore, resine trasparenti e flessibili e il bianco opaco VeroGlaze per il posizionamento temporaneo in bocca . Inoltre, il materiale digitale Seperator fa avanzare automaticamente i modelli per facilitare la separazione del dispositivo acrilico dal modello e rimuovere cera e residui. Stampando questi materiali con elevata precisione, Stratasys afferma che la J5 DentaJet può produrre applicazioni come corone e ponti per sedili in pochi minuti a risoluzioni di 18,75 micron.

“I modelli dentali e ortodontici hanno aumentato la loro adozione della stampa 3D, ma il processo è rimasto troppo manuale e richiede tempo”, ha commentato Osnat Phillipp, vicepresidente di Stratasys Healthcare. “La J5 DentaJet porta avanti la trasformazione completamente digitale della modellazione dentale con la potente combinazione di automazione e precisione. Il sistema funziona in gran parte incustodito e puoi persino produrre un vassoio di costruzione con un’ampia varietà di modelli diversi utilizzando diversi materiali. È un mostro di produttività “.

Prima del lancio della macchina, Stratasys ha sottoposto J5 DentaJet a una fase beta che ha visto testare artisti del calibro di NEO Lab , un laboratorio ortodontico con sede nel Massachusetts, e Motor City Lab Works , un laboratorio di ortodonzia a servizio completo nel Michigan le capacità della piattaforma.

“Produciamo 600 apparecchi ogni giorno”, ha dichiarato Christian Saurman, CEO di NEO Lab. “La stampante 3D DentaJet è facile da usare, può produrre molti modelli in una singola stampa e non dedichiamo molto tempo alla post-elaborazione dei modelli dopo che sono usciti dalla macchina. I nostri modelli passano dalla stampante al reparto di produzione più velocemente che mai. “

“In qualità di ortodontista, abbiamo davvero bisogno di modelli più precisi per garantire che gli apparecchi per i pazienti siano la soluzione migliore”, ha aggiunto John Dumas, CEO di Motor City Lab Works. “Avevamo bisogno di una stampante che potesse ospitare la combinazione di un vassoio di costruzione più grande per volumi elevati e produrre modelli a risoluzione più elevata. La J5 DentaJet ci offre entrambi i lussi in una sola macchina. “

Be the first to comment on "Stratasys presenta il sistema di stampa 3D multimateriale J5 DentaJet"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi