Wildtype e Future Meat Technologies aprono nuove aziende produttive

Gli impianti di carne a base cellulare sono pronti per Future Meat Technologies e Wildtype
L’azienda israeliana prevede di commercializzare i suoi prodotti per gli Stati Uniti presso la sua struttura, mentre lo stabilimento della startup ittica ha un centro educativo e una sala di degustazione di sushi.
 
Due aziende di carne basate su cellule hanno annunciato che i loro impianti pilota – uno in California appartenente a Wildtype e uno in Israele appartenente a Future Meat Technologies – sono operativi questa settimana.

Wildtype, una società con sede a San Francisco dedicata alla produzione di pesce di qualità sushi a base di cellule, ha annunciato oggi che il suo impianto pilota combinato, una sala di degustazione e un centro educativo nel quartiere Dogpatch di San Francisco è operativo. L’impianto su scala dimostrativa è di circa 7.700 piedi quadrati, circa le dimensioni di un microbirrificio, ha affermato la società. Il primo prodotto di Wildtype è il salmone cellulare per sushi e la società afferma di avere un equipaggio di sei persone che gestiscono la struttura.

 
“La domanda globale di frutti di mare sta superando l’offerta, quindi lo status quo deve cambiare. Il nostro impianto pilota mostrerà la promessa e la meraviglia di coltivare filetti di pesce utilizzando la coltivazione cellulare”, ha dichiarato il co-fondatore di Wildtype Aryé Elfenbein in una dichiarazione scritta. “Oltre ad essere progettato per abbreviare i cicli di innovazione e facilitare il ridimensionamento della produzione alimentare, la struttura sarà un luogo in cui il pubblico potrà conoscere questa affascinante nuova tecnologia”.

 
 
L’impianto pilota è stato costruito in un edificio industriale nel mezzo di un quartiere per dimostrare che gli impianti di produzione basati su celle possono essere relativamente vicini alle attività che servono, secondo un post pianificato di Medium che l’azienda ha condiviso con Food Dive. E mentre la struttura ospita l’attrezzatura high-tech necessaria per coltivare carne basata su cellule, nulla è bloccato, consentendo cambiamenti man mano che le nuove scoperte influenzano l’industria più ampia, afferma il post. Come è attualmente configurato, l’impianto sarà in grado di produrre 50.000 libbre di frutti di mare all’anno. Wildtype ha affermato che la capacità massima dell’impianto è di oltre 200.000 libbre di frutti di mare all’anno.

L’impianto è stato progettato pensando alla trasparenza. Una porta a vetri separa la sala di degustazione e il centro educativo – che Wildtype chiama “The Dock” – dall’impianto pilota in cui viene prodotta la carne. L’apertura della sala degustazione è prevista entro la fine dell’estate.

” È quasi impossibile visitare i macelli o gli impianti di lavorazione del pesce dove vengono prodotte la nostra carne e i nostri frutti di mare”, afferma il post di Medium. “Oltre a riconnettere le persone al loro cibo a livello emotivo (piuttosto che evitare le dure verità dietro la provenienza), per noi trasparenza significa abbattere queste barriere e lasciare che le persone vedano da dove viene il loro cibo”.

Wildtype ha raccolto un totale di $ 20 milioni – $ 16 milioni in round di finanziamento nel 2018 e nel 2019 e un round di debito di $ 4 milioni l’anno scorso – che ha finanziato questo impianto, ha affermato la società. 

Mentre l’impianto consente a Wildtype di ampliare le sue offerte basate su celle, la società ha affermato che non è destinato a essere il suo impianto di produzione su larga scala. Il suo scopo è consentire cicli di innovazione accelerati su scala dimostrativa, affinando metodi di produzione ed educando il pubblico sull’agricoltura cellulare. Wildtype sta già cercando un sito per costruire il suo impianto di produzione più grande e la società ha affermato che l’accesso all’acqua e all’energia pulita sono le priorità principali.

 
Wildtype afferma che le conversazioni con ristoranti di sushi e altri fornitori che desiderano utilizzare i suoi prodotti sono ben avviate, sebbene la società non abbia annunciato alcuna partnership. Sebbene non ci sia ancora un percorso per l’approvazione normativa per i frutti di mare coltivati, Wildtype ha avuto conversazioni con la Food and Drug Administration dalla fine del 2019.

La società ha dichiarato nel suo post su Medium di essere entusiasta delle possibilità offerte dall’impianto pilota.

“La costruzione di strutture dimostrative come questa dimostra che possiamo coltivare frutti di mare della più alta qualità in qualsiasi parte del mondo: urbano o rurale, temperato o tropicale”, ha scritto la società. “Abbiamo già dimostrato di poter costruire un impianto pilota proprio nel cuore di San Francisco in grado di soddisfare la maggior parte, se non tutti, i sushi di salmone venduti in città. Se riusciamo a farlo con una struttura con l’impronta di un microbirrificio, crediamo di poter riprodurre questo modello in tutto il paese, e in effetti in tutto il mondo.”

L’impianto ad alta capacità di Future Meat è online
Le notizie sulle piante di Wildtype arrivano il giorno dopo un annuncio simile da Future Meat Technologies. Sebbene abbia sede in Israele, Future Meat è stata una delle aziende leader nella corsa per portare la carne coltivata negli Stati Uniti. Il suo impianto pilota su scala industriale a Rehovot, in Israele, può produrre 500 chilogrammi di carne coltivata al giorno, che è l’equivalente di 5.000 hamburger.

Da questo impianto, Future Meat inizierà a lavorare su prodotti da commercializzare in tutto il mondo, ha dichiarato il CEO Rom Kshuk a Food Dive in una e-mail. L’azienda vuole costruire un grande impianto negli Stati Uniti, ma non ha annunciato piani ufficiali.

Future Meat mira ad avere prodotti sul mercato statunitense nel 2022, ha affermato la società. Avere un impianto funzionante è necessario per l’approvazione normativa dei processi di produzione, nonché per produrre una quantità considerevole di prodotto. Il fondatore e Chief Science Officer Yaakov Nahmias in precedenza ha dichiarato a Food Dive che Future Meat ha lavorato a stretto contatto con la FDA , aiutando l’agenzia a comprendere lo spazio e a condividere informazioni sulla sua tecnologia che potrebbero aprire la strada a una più rapida approvazione normativa.

 
La società ha lavorato per migliorare la sua tecnologia, con alcune grandi scoperte nel 2021. A febbraio, Future Meat ha annunciato di aver abbassato il costo per un petto di pollo a base di cellule a circa $ 7,50  , un forte calo rispetto al costo  di $ 325.000 della prima cellula hamburger a base di carne prodotto da Mosa Meat nel 2013. Future Meat è riuscita ad abbassare il prezzo sia attraverso i suoi bioreattori e cellule altamente efficienti, sia creando un mezzo di crescita a base vegetale per le cellule. L’azienda può rinvigorire e riutilizzare il suo mezzo di crescita, riducendo ulteriormente i costi.

Anche Future Meat ha raccolto 26,75 milioni di dollari quest’anno, annunciati contemporaneamente al minor costo di produzione. Questo finanziamento ha contribuito a spianare la strada al completamento del suo impianto, ha detto Kshuk in una e-mail.

“Dopo aver dimostrato che la carne coltivata può raggiungere la parità di costo più velocemente di quanto previsto dal mercato, questo impianto di produzione è il vero punto di svolta”, ha affermato Nahmias in una dichiarazione scritta. “Questa struttura dimostra su larga scala la nostra tecnologia proprietaria di ringiovanimento dei media, che ci consente di raggiungere densità di produzione 10 volte superiori allo standard industriale. Il nostro obiettivo è rendere la carne coltivata alla portata di tutti, garantendo al contempo la produzione di cibo delizioso, sano e sostenibile , contribuendo a garantire il futuro delle generazioni future.”

Be the first to comment on "Wildtype e Future Meat Technologies aprono nuove aziende produttive"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi