L’azienda del Vorarlberg 1zu1 sta investendo circa 500.000 euro in un tomografo computerizzato all’avanguardia per misurazioni 3D. Il sistema di ultima generazione consente per la prima volta una registrazione digitale completa, senza contatto e non distruttiva di tutte le strutture interne ed esterne dei componenti. Grazie alla misurazione ad alta risoluzione con precisioni fino a 5 micrometri, 1zu1 può garantire ai propri clienti certificati di qualità assoluta nello stampaggio ad iniezione e nel preciso processo di sinterizzazione laser selettiva FDR.

“Ci concentriamo sempre più sulla filigrana, componenti dettagliati in piccole e medie serie fino a 50.000 pezzi. Questo viene fatto nello stampaggio a iniezione e nella stampa 3D con la tecnologia di sinterizzazione laser selettiva ad alta risoluzione Fine Detail Resolution (FDR) “, spiega l’amministratore delegato di 1zu1 Wolfgang Humml. Con componenti di dimensioni minime di 5 millimetri e complesse geometrie interne come canali o camere d’aria compressa, la qualità è il fattore decisivo. “Possiamo produrre strutture molto fini e di alta precisione in serie. Con l’immagine digitale del componente, ora forniamo anche ai nostri clienti una prova assoluta di qualità “, spiega Humml. Con l’investimento di 500.000 euro nel tomografo computerizzato, 1zu1 può controllare per la prima volta l’intero volume degli oggetti – con una risoluzione di 3000 x 2500 pixel, ovvero una qualità quasi 4K.

La scelta di 1zu1 è caduta sul nuovo modello exaCT L 150 dell’azienda tedesca di tecnologia di misurazione Wenzel. Il sistema, che è alto circa due metri e largo due metri, ha una tensione del tubo di 150 kilovolt, una risoluzione del rivelatore e un volume di misura di 300 millimetri di altezza e 150 millimetri di diametro ed è esattamente su misura per le esigenze di 1zu1. Come uno dei primi acquirenti al mondo, 1zu1 funge da importante cliente di riferimento per Wenzel. “Il mercato non ha ancora una tale capacità. Siamo orgogliosi di poter esaurire il potenziale del sistema “, afferma Humml.

Controllato in modo rapido, preciso e completo
La nuova tecnologia consente approfondimenti precedentemente impossibili sul funzionamento interno dei componenti. “Il tomografo computerizzato rileva tutto, ogni protuberanza, ogni granello di polvere. I dati sono più del doppio più precisi rispetto alla misurazione ottica “, rivela l’esperto di tecnologia di misurazione 1zu1 Marco Hermann. Con una precisione di cinque millesimi di millimetro (0,005 mm = 5 μm), la misurazione del volume si avvicina alla misurazione tattile.

A seconda del componente, il processo di misurazione dura dai dieci ai 20 minuti. La valutazione avviene tramite software e confronto dei colori. Dal 2022, le ultime parti prodotte di tutte le serie di stampaggio a iniezione devono essere controllate e analizzate presso 1zu1 utilizzando la tomografia computerizzata . “I nostri clienti ricevono un rapporto di misurazione dettagliato per ogni lotto. Stiamo quindi portando il nostro controllo di qualità a un nuovo livello “, sottolinea l’amministratore delegato Humml.

Registrazioni radiografiche precise
Nella tomografia computerizzata industriale, il componente posizionato su un singolo dispositivo di polistirolo viene sottoposto a raggi X da un tubo e proiettato su un rilevatore. Ruotandolo a intervalli minimi, vengono catturate tutte le viste. Dopo il rendering, un gran numero di proiezioni produce un modello tridimensionale. “A differenza della misurazione ottica 3D, tutti i dati vengono registrati, comprese le strutture interne. In questo modo, otteniamo per la prima volta un quadro completo della proprietà “, spiega Marco Hermann.

Anche i componenti trasparenti possono ora essere misurati senza problemi . Per la misurazione ottica è stato necessario applicare a spruzzo uno strato molto sottile di calce. “Ci risparmiamo il pre e post trattamento, nonché le falsificazioni di misurazione e i punti ciechi sulla scheda di misurazione”, afferma Hermann. Un altro vantaggio è il libero posizionamento dei componenti nell’area di misura. Più vicino al tubo, maggiore è la risoluzione. Il sistema, invece, consente multimisure fino a 20 pezzi alla massima distanza. “Con l’exaCT L 150 possiamo testare parti complesse in formato miniatura e garantire i nostri elevati standard di qualità”, afferma soddisfatto Wolfgang Humml.

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi