6K triplicherà la capacità di produzione per le sue polveri di stampa 3D in metallo dopo aver chiuso un round di finanziamento di serie C da $ 51 milioni.

La società cercherà anche di espandere il proprio portafoglio di offerte di prodotti in polvere e le sue attività di vendita commerciale in tutto il mondo, rafforzando i suoi sforzi per gli additivi 6K . Volta Energy Technologies ha guidato il round di finanziamento, con contributi anche di Catalus Capital, S Cap/Prithvi Ventures, Anzu Partners, Launch Capital, Material Impact e RKS Ventures. 6K utilizzerà anche i fondi raccolti per completare il suo Centro di eccellenza per lo sviluppo delle batterie, aggiungendo 33.000 piedi quadrati di spazio per lo sviluppo del prodotto e raddoppiando il team di 6K Energy.

Con il suo sistema di produzione di plasma UniMelt, 6K sta facendo un’offerta per sviluppare, commercializzare e produrre materiali metallici più sostenibili ad alti volumi . Attraverso la sua divisione 6K Additive, l’azienda offre materiali in titanio, Inconel e acciaio inossidabile, nonché metalli refrattari come il tungsteno e il molibdeno che sono stati lanciati all’inizio di questo mese . Poiché sfrutta parte dei 51 milioni di dollari raccolti nel suo ultimo round di finanziamento, 6K Additive espanderà le sue operazioni di produzione di polvere additiva con ulteriori 600 tonnellate all’anno, avviando anche vendite e distribuzione in Europa e Asia.

“Questo round di capitale è una convalida del modello di 6K per sostituire le tecnologie di produzione legacy dispendiose con la piattaforma UniMelt, avviare la produzione in scala, soddisfare le esigenze dei clienti, spostarsi verso la redditività e trasformare le industrie”, ha commentato Aaron Bent, CEO di 6K. “Siamo uniti da investitori di livello mondiale che sono allineati con la nostra visione di trasformare il modo in cui vengono prodotti i materiali ad alte prestazioni. E così facendo, stiamo collaborando per risolvere le esigenze critiche degli Stati Uniti e del pianeta, affrontando il cambiamento climatico, la sicurezza della catena di approvvigionamento e riducendo la domanda sulle nostre risorse fragili e limitate”.

6K assegnerà anche finanziamenti per identificare e sviluppare prestazioni e materiali elettronici come parte dei suoi sforzi 6K Future Materials, iniettando $ 25 milioni nel suo Centro di eccellenza per lo sviluppo delle batterie per garantire che l’impianto sia “pienamente in grado di produrre pilota con una capacità UniMelt equivalente a 400 MWh.’ Il Chief Investment Officer di Volta, Zander Arkin, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione di 6K.  

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi