Adobe Scantastic

ADOBE LANCIA LO STRUMENTO DI SCANSIONE 3D SCANTASTIC PER APPLICAZIONI AR E DI PROGETTAZIONE

L’azienda multinazionale di software per computer Adobe ha svelato un nuovo prototipo di software sperimentale che combina la scansione 3D, il design e la realtà aumentata (AR) al fine di aprire l’accessibilità alle risorse 3D.

Chiamato Scantastic , il software consente agli utenti di scansionare oggetti fisici con un dispositivo mobile, in combinazione con la pipeline di fotogrammetria dell’azienda, e trasformarli in modelli 3D. Questi modelli possono quindi essere importati negli strumenti Aero e Dimension di Adobe per creare esperienze AR o scene di progettazione 3D.

Una volta avviato su un dispositivo mobile, lo strumento Scantastic di Adobe analizza l’ambiente circostante l’elemento di cui l’utente desidera produrre un modello 3D, creando un “riquadro di delimitazione” che incapsula automaticamente l’oggetto a fuoco. Una volta creato il riquadro di delimitazione, l’utente può avviare il processo di acquisizione. Scantastic posiziona automaticamente una rete ottimizzata di stazioni attorno all’oggetto, indicando all’utente dove spostare il proprio dispositivo mobile per catturare foto dell’oggetto da tutte le angolazioni. Una volta che queste foto sono state catturate, possono essere salvate per creare un cloud per l’elaborazione.

Una volta che le foto sono state elaborate e un modello 3D creato, l’utente può quindi inserirlo in una scena di progettazione 3D all’interno di Adobe Dimension dove il modello può essere ruotato e riposizionato all’interno della scena per adattarsi al design del creatore.

Oltre alle applicazioni di progettazione, il modello 3D può anche servire a tutta una serie di altri scopi, comprese le esperienze AR. Il creatore può inviare il modello 3D a un altro utente, che può avviare il modello in Adobe Aero per mostrare il modello digitale dell’oggetto in una visualizzazione dal vivo attraverso la fotocamera del dispositivo mobile. In sostanza, Scantastic consente agli utenti di prendere un oggetto del mondo reale e creare un modello 3D digitale, prima di riportare l’oggetto nel mondo reale utilizzando AR.

Gli utenti possono progettare e stampare le loro creazioni 3D tramite il software Photoshop CC basato su abbonamento di Adobe. Nel 2014, Adobe ha iniziato ad aggiungere il supporto per la stampa 3D al programma e da allora ha continuato ad aggiornarlo . Inizialmente con solo una manciata di MakerBots e Shapeways, negli ultimi anni Photoshop ha aggiunto sempre più più preparazione per la stampa 3D, opzioni di esportazione e profili della stampante.

Poco dopo, Adobe ha annunciato di aver richiesto Mixamo , una società con sede a San Francisco che produceva una gamma di animazioni e personaggi 3D di qualità. La tecnologia 3D di Mixamo è stata integrata in Adobe Photoshop , aumentando ciò che utenti e designer potevano fare con i contenuti 3D.

Nel 2016 è stato sviluppato Adobe Fuse , che consente a chiunque abbia accesso a un computer e a Internet di creare i propri personaggi 3D per l’animazione 3D. Un anno dopo, Adobe ha lanciato un nuovo software basato su cloud chiamato Project Felix che consente ai grafici di combinare immagini 2D e 3D, combinate con una nuova libreria di modelli 3D su Adobe Stock. Il software ottimizza i processi per l’aggiunta di oggetti 3D ad ambienti 2D, facilitando ciò che è già possibile in Photoshop.

Be the first to comment on "Adobe Scantastic"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi