AML3D Limited stamperà in 3D uno strumento mandrino da Invar-36 per la Boeing

Strumento in metallo su larga scala per la stampa da AML3D a 3D per Boeing
 
La società australiana AML3D Limited ( ASX:AL3 ) ha ricevuto un ordine da The Boeing Company per stampare in 3D uno strumento su larga scala per il produttore aerospaziale. Questo è il primo ordine di AL3D da Boeing, che gli offre un punto di ingresso nel redditizio mondo della produzione aerospaziale.

Utilizzando il suo processo Wire Additive Manufacturing (WAM), un sistema di saldatura ad arco di filo collegato a un braccio robotico industriale, AML3D stamperà in 3D uno strumento mandrino da Invar-36. Questo materiale è una lega di nichel-ferro composta dal 36% di nichel e in grado di resistere a temperature criogeniche fino a circa 500 ° F pur rimanendo resistente e senza espandersi notevolmente. Dato il numero relativamente limitato di metalli disponibili per la stampa 3D con fusione a letto di polvere o deposizione di energia diretta in polvere soffiata, un processo come WAM sarebbe l’ideale per questa lega unica.

Lo strumento mandrino sarà molto vicino a 150 kg e sarà prima esaminato e testato per le sue proprietà meccaniche, l’integrità strutturale e del vuoto e la capacità di AM3D di fabbricare articoli secondo le specifiche Boeing. Sebbene Boeing utilizzi certamente la stampa 3D internamente, si affida in larga misura a produttori di terze parti nella sua catena di approvvigionamento. Questa parte da $ 50.000 rappresenta un passo importante per l’azienda australiana, poiché apre AML3D ad altri lavori con il gigante aerospaziale.

“AML3D è molto entusiasta di iniziare a lavorare con Boeing, una delle più grandi aziende aerospaziali del mondo. Questo contratto di acquisto fornirà alla società un’opportunità chiave per mostrare la sua capacità di produrre parti in tempo e secondo le specifiche con un cliente di alta qualità mentre il mondo si adatta alle soluzioni stampate in 3D oltre alla produzione tradizionale “, amministratore delegato di AML3D, Andrew Sales. disse.
Il processo WAM di AML3D. Immagine per gentile concessione di AML3D.
AML3D ha già dimostrato la capacità della sua tecnologia di produrre parti per il settore marittimo, con l’approvazione di DNV, la più grande società di classificazione del mondo. Sta anche facendo valutare la sua tecnologia dalla marina australiana e dalla sussidiaria di BAE Systems Australia ASC Shipbuilding. Inoltre, AML3D sta stampando in 3D una girante per Thyssenkrupp e Wilhelmsen , i leader nella stampa 3D marittima. In altre parole, la compagnia australiana ha iniziato ad affermarsi in mare. Con l’approvazione di Boeing, potrebbe anche trovare le sue parti utilizzate per applicazioni in cielo.

Anche se ora non sappiamo esattamente quale tipo di utensile a mandrino AML3D produrrà, possiamo supporre che potrebbe essere un tipo di pezzo contro il quale potrebbe essere formato il metallo. Questo spiegherebbe la lega unica di cui è fatto, necessaria per resistere a temperature estreme durante la lavorazione della parte. Molto di più, non lo sappiamo davvero. Indipendentemente da ciò, AML3D sembra essersi trovato in compagnia di alcune redditizie strutture militari, il che significa che probabilmente ne vedremo di più nel prossimo futuro.

Be the first to comment on "AML3D Limited stamperà in 3D uno strumento mandrino da Invar-36 per la Boeing"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi