STAMPA 3D IN FIBRA CONTINUA BASATA SULLO SPAZIO: ANISOPRINT FIRMA UN PROTOCOLLO D’INTESA CON NANORACKS SPACE OUTPOST EUROPE
 : Anisoprint, fornitore di soluzioni di stampa 3D in fibra continua, firma un Memorandum of Understanding (MoU) con Nanoracks Space Outpost Europe , leader nell’utilizzo commerciale dello spazio, per rafforzare la sua posizione come sviluppatore di tecnologia spaziale e diventare una parte dell’orbita terrestre bassa e dell’economia lunare.
Dal momento che Anisoprint è stato selezionato per la pre-incubazione nel programma di supporto all’avvio di ESRIC per regolare la tecnologia di stampa 3D in fibra continua per condizioni di microgravità, il team ha fatto grandi passi avanti verso l’espansione della rete di risorse. Per garantire la dimostrazione e la convalida delle capacità della tecnologia CFC (coestrusione continua di fibre) in orbita e per l’implementazione della produzione di stampa 3D, l’OEM hardware lussemburghese ha firmato un memorandum d’intesa con Nanoracks Space Outpost Europe.
UNA SOLUZIONE DI STAMPA 3D PER LO SPAZIO
Dmitrii Prokopiuk, Anisoprint Head of Space Development: “Siamo entusiasti di unire le forze con un partner del settore di origine così esperto e rispettato: l’adeguamento della tecnologia CFC alla microgravità è il primo passo, il prossimo è distribuire la tecnologia in orbita insieme a Nanoracks Space Outpost Europa.
Nello spazio c’è un’enorme richiesta di produzione in loco di parti e componenti: 

—I clienti non vogliono dipendere dalla fornitura di pezzi di ricambio e componenti dalla Terra.

—Sebbene la consegna dalla Terra sia costosa e dispendiosa in termini di tempo, è necessario avere componenti a portata di mano.
STAMPANTE 3D CFC PER LO SPAZIO DA SVILUPPARE SULLA BASE DI ANISOPRINT COMPOSER A4.
LA STAMPA 3D RISOLVE I PROBLEMI E RIDUCE I RISCHI
La produzione in loco riduce al minimo i costi di consegna e i limiti di forma, inoltre riduce il numero di missioni di consegna. La tecnologia brevettata Anisoprint CFC crea zero rifiuti, è ecologicamente efficiente e non aumenta la quantità di detriti spaziali. Inoltre, è una produzione completamente automatizzata che non richiede manodopera.

 
Veronica La Regina, Director Business Development di Nanoracks Europe: “Con i nostri piani per sviluppare stazioni orbitali e altre strutture spaziali per soddisfare al meglio le esigenze del mercato, sta diventando sempre più cruciale: il ruolo di queste innovative macchine di produzione in orbita . Non vediamo l’ora di provare le capacità di stampa 3D CFC nel nostro portafoglio”.
Anisoprint non vede l’ora di iniziare a lavorare sulla roadmap del team di ricerca e sviluppo per l’impresa.
STARLAB, LA PREVISTA STAZIONE SPAZIALE LEO (LOW EARTH ORBIT) PROGETTATA DA NANORACKS PER ATTIVITÀ SPAZIALI COMMERCIALI.
Essendo il centro della ricerca e sviluppo delle risorse spaziali europee, il Lussemburgo fornisce un supporto indispensabile per sviluppare soluzioni innovative uniche che soddisfino le esigenze del settore spaziale e garantiscano la futura economia orbitale. Nella sua presentazione alla Space Resources Week 2022 , Dmitrii Prokopiuk ha discusso il ruolo della stampa 3D CFC per l’utilizzo delle risorse spaziali.


INFORMAZIONI SUI NANORACK:
Nanoracks Space Outpost Europe sta usando lo spazio per migliorare la vita sulla Terra fornendo un accesso commerciale allo spazio. Il nostro futuro è possedere e gestire stazioni e piattaforme spaziali private . Nanoracks continua a soddisfare sempre le crescenti esigenze dei clienti in orbita, mentre si lancia anche in un nuovo territorio che consentirà di utilizzare il loro accesso unico allo spazio per mitigare i detriti spaziali e apportare cambiamenti tangibili alla vita sulla Terra, dalla scarsità d’acqua ai cambiamenti climatici .

Nanoracks è leader nell’utilizzo commerciale dello spazio, con clienti commerciali e del settore pubblico negli Stati Uniti e nel mondo. Fornisce una vasta gamma di servizi sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ed è impegnata nello sviluppo di infrastrutture orbitali.


INFORMAZIONI SU ANISOPRINT:
Anisoprint è una startup hardware con sede in Lussemburgo che produce stampanti 3D che consentono di produrre parti continue in plastica rinforzata con fibre che possono sostituire quelle metalliche nel settore aerospaziale, ingegneristico e in molti altri settori, oltre a ridurre i costi e aumentare la produttività.

La tecnologia Continuous Fiber Coextrusion (CFC), sviluppata e brevettata dall’azienda, permette di realizzare strutture reticolari, la chiave per l’ottimizzazione e la produzione multimateriale. Tali parti sono più leggere, più resistenti ed economiche dei loro analoghi in metallo.

Siamo ora sull’orlo di una nuova rivoluzione industriale che porrà fine alla produzione di massa nelle aree in cui sono necessari beni singoli o piccoli lotti.

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi