La startup di tecnologia e materiali di stampa 3D con sede nel Minnesota Chromatic 3D Materials ha ottenuto $ 5 milioni in un nuovo round di finanziamento guidato da Embedded Ventures , una nuova società di capitali di rischio che investe in startup spaziali che cercano relazioni commerciali sia con il settore privato che con il governo federale. Il business 3D è ampiamente noto per le formule di materiali gommosi ed elastici-plastici combinati per formare plastiche stampabili e flessibili con un’ampia gamma di durezze adatte a mercati che richiedono prodotti personalizzati, come sanità, sport e calzature, spazio e difesa.

Chromatic utilizzerà i proventi per alimentare la sua crescita e rafforzare la commercializzazione della sua tecnologia di stampa 3D proprietaria, consentendo il passaggio dallo sviluppo tecnologico iniziale al produttore di parti di produzione solida. Inoltre, i fondi aiuteranno a finanziare e continuare a ridimensionare la tecnologia poiché l’organizzazione prevede di raddoppiare il proprio organico entro il 2023.

Come uno dei principali sostenitori di questo investimento, il co-fondatore di Embedded Ventures Jordan Noone ha una forte storia con l’ industria spaziale e le tecnologie di stampa 3D da quando è stato una delle menti brillanti dietro la startup missilistica di stampa 3D Relativity Space – più recentemente valutato a $ 4,2 miliardi. Nel 2020, Noone ha incontrato l’ex reclutatrice di tecnologia e venture capitalist Jenna Bryant e insieme hanno creato il fondo di venture capital deep tech di Los Angeles. L’azienda svolgerà un ruolo essenziale nel futuro di Chromatic, non solo per il team finanziario ma anche come membro del consiglio di amministrazione, aiutando a spingere la tecnologia di Chromatic verso un’attività di successo.

Il round, che segna il terzo investimento di Embedded Ventures dalla sua fondazione nel 2020, ha visto anche la partecipazione di Golden Seeds , una società di investimento in fase iniziale focalizzata su imprese guidate da donne, e dei gestori di investimenti svizzeri presso Oyat Invest, che ha anche guidato il precedente finanziamento di Chromatic .

 
Fondata nel 2016 dalla veterana dell’industria dei materiali Cora Leibig, la startup offre elastomeri stampati in 3D ad alta resistenza e funzionali utilizzati per creare strutture in una vasta gamma di settori, in particolare dove vengono unite parti metalliche. Cinque anni fa, Liebig si è resa conto che molti materiali cruciali per i mercati della medicina, della difesa, automobilistico e industriale non erano utilizzabili per la stampa 3D. Così ha deciso di costruire un’azienda che avrebbe fornito i materiali, il software e le stampanti necessari per realizzare elastomeri durevoli, funzionali e flessibili. Strategicamente, Chromatic sviluppa e vende il suo materiale di punta, ma collabora anche con i produttori di stampanti 3D per determinare i parametri appropriati necessari per stampare con il materiale.

Commentando il percorso dell’azienda sin dall’inizio, Leibig ha dichiarato a 3DPrint.com di aver realizzato che molti clienti hanno già provato gli elastomeri SLA, a getto d’inchiostro o FDM e hanno trovato la durata o le limitazioni geometriche di tali tecnologie inadeguate per i progetti di parti veramente funzionali. Con questa conoscenza, Liebig è pronta a fare progressi nella risoluzione di stampa e nei metodi di stampa per soddisfare le esigenze di questo mercato in continua crescita e sviluppare elastomeri poliuretanici stampabili con un’ampia gamma di flessibilità.

 
Con il materiale di Chromatic, le velocità di stampa possono essere da cinque a dieci volte superiori a quelle della stampa a filamento, suggerisce Leibig. Questo perché l’adattabilità, la durata e la resilienza di questi materiali non hanno eguali con i materiali termoplastici utilizzati nei processi di stampa 3D convenzionali. La chimica termoindurente è un’arte rara e poche persone al mondo sanno come adattare i materiali per soddisfare le esigenze dei processi di stampa 3D, ma ora Leibig e il suo team stanno creando i materiali durevoli necessari per portare un cambiamento rivoluzionario nella stampa 3D industria.

Soprattutto, crede che il team debba concentrarsi su dove la tecnologia di Chromatic presenta i maggiori vantaggi, e cioè “dove la durata del materiale è un requisito per l’ingresso”. Ciò include applicazioni in cui la stampa su varie superfici (come tessuto, metallo o plastica) offre vantaggi di progettazione e produzione; stampa di grandi parti; stampa multimateriale e stampa di parti solide e non porose.

Leibig ha affermato che la visione finale della sua azienda è quella di sviluppare gradi stampabili in 3D di materiali termoindurenti pervasivi nell’industria delle materie plastiche. Questi materiali, inclusi poliuretani, resine epossidiche e siliconi, costituiscono oltre il 20% della produzione di plastica per i processi convenzionali e vengono utilizzati ovunque sia richiesta un’elevata durabilità meccanica, termica o chimica.

“La chiave della nostra tecnologia è alterare i materiali di partenza per i termoindurenti, in modo che abbiano il flusso e la reattività necessari per funzionare bene in un processo di deposizione di stampa 3D reattivo, simile a FDM. Il risultato presenta molti vantaggi rispetto all’FDM, che vanno dalla durata delle parti alla versatilità del materiale, alla velocità di stampa e alla stampa multimateriale. Oltre all’elevata durata delle parti, le parti sono isotrope e solide senza pori, con legame chimico dappertutto. Questo è importante per le applicazioni di sigillatura”, ha osservato Leibig.
Materiale di punta cromatico 3D. Immagine per gentile concessione di Chromatic 3D Materials.
Nel settore della difesa, Chromatic ha parti stampate per applicazioni sul campo di battaglia, come droni o robot, soprattutto dove le parti danneggiate possono essere stampate direttamente o sostituite sul campo per il riutilizzo. Inoltre, l’azienda ha dimostrato che i suoi componenti sono “adatti per pezzi di ricambio funzionali in apparecchiature industriali” e Liebig ritiene che saranno utili anche per la produzione su richiesta di pezzi di ricambio militari.

In qualità di fornitore di materiale per il governo degli Stati Uniti, Chromatic “collabora per innovare”, come descrive Leibig. Ad esempio, la startup ha ricevuto sovvenzioni di fase I e II per la ricerca sull’innovazione per le piccole imprese (SBIR) dalla National Science Foundation nel 2017 e nel 2019, rispettivamente, per creare un nuovo set di elastomeri per tecnologie di produzione additiva. Il risultato è stato un materiale gommoso ed elastico con una durata senza pari, che Chromatic ha successivamente commercializzato come FlexTune .

Grazie ai finanziamenti della serie A nel 2018, Chromatic ha ulteriormente sviluppato il concetto di tecnologia, sviluppando metodi di stampa e sistemi di controllo essenziali per la qualità di stampa e una maggiore velocità di stampa. Ha inoltre avviato diverse importanti relazioni commerciali, in particolare in Germania, dove la startup ha la sua seconda sede e dove sviluppa attivamente applicazioni nei settori della difesa, delle ferrovie e delle apparecchiature industriali.

 

Uno dei più grandi verticali per Chromatic è senza dubbio l’industria spaziale. Data la natura del materiale e il fatto che il materiale stampato si lega chimicamente ai substrati circostanti, sarebbe particolarmente vantaggioso per la produzione nello spazio, una delle aspirazioni finali della tecnologia. Nel frattempo, la startup ha unito le forze con altre aziende e agenzie governative per stampare in 3D elastomeri nei sistemi di propulsione a razzo . Oltre allo spazio, Chromatic si rivolge anche ai settori industriale, dei trasporti e tessile, dove c’è una forte domanda di parti di ricambio e i materiali hanno una durata comprovata per applicazioni così impegnative.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi