Nessuno capisce la stampante 3D H350
 

Qualche tempo fa è successa una cosa divertente durante una discussione con Stratasys. Mentre parlavo della nuova stampante 3D H350 dell’azienda, mi è stato detto che “nessuno lo ha ancora capito”.

 
Questo è un po’ curioso, quindi ci ho pensato più a fondo.

L’H350 è davvero uno dei nuovi dispositivi di Stratasys e utilizza il nuovissimo processo di stampa 3D SAF: Selective Absorption Fusion .

Se non hai familiarità con SAF – e questo potrebbe essere il punto di questa storia – ecco una rapida carrellata:

Nella camera di costruzione, uno strato di polvere polimerica è steso in piano
Una testina di stampa attraversa il letto di polvere, depositando selettivamente goccioline di fluido dove è richiesto materiale solido
Questo fluido (HAF) è progettato per assorbire rapidamente energia e rilasciarla sotto forma di calore
Una seconda passata sulla superficie di stampa parzialmente bagnata emette radiazioni infrarosse
Le porzioni umide HAF si riscaldano rapidamente fino al punto in cui la polvere polimerica circostante si scioglie e quindi si solidifica
Il processo si ripete, strato dopo strato, fino al completamento dell’oggetto


Ci sono alcuni enormi vantaggi in SAF, tra cui la capacità di scalare fino a grandi volumi, stampa estremamente rapida, controllo termico preciso, nessuna necessità di struttura di supporto (la polvere lo fa per te) e piena capacità di stampa di volumi 3D.

 
Il costo di funzionamento del sistema dovrebbe essere relativamente basso, poiché il processo è semplice e richiede solo HAF come materiale di consumo. Queste caratteristiche si combinano per creare un sistema che dovrebbe essere in grado di produrre un’elevata produttività di parti stampate in 3D per scopi di produzione.

Tutto ciò suona davvero abbastanza bene, quindi perché tutte le aziende non acquistano un H350 e non iniziano le parti SAFing?

È perché pochi lo capiscono davvero.

SAF è completamente nuovo e in questa fase iniziale quasi nessun potenziale cliente ne ha sentito parlare. In effetti, ci sono ancora molte operazioni che non hanno nemmeno fatto il grande passo nelle tecnologie di stampa 3D pre-SAF, per non parlare di SAF.

Ci sono ancora enormi sforzi intrapresi da molti fornitori di stampanti 3D per convincere i produttori a passare alla stampa 3D. È un processo lungo e noioso, poiché la direzione aziendale deve essere convinta che sia una buona cosa da fare. Se i risultati sono identici agli approcci attuali, le aziende non cambieranno: perché spendere soldi per ottenere la stessa cosa?

Oltre a queste barriere, le persone della SAF entrano e cercano di fare la stessa persuasione con un processo completamente nuovo di cui pochi hanno sentito parlare. I produttori hanno processi di produzione critici di cui occuparsi e l’adozione di qualcosa di nuovo che potrebbe disturbare in qualsiasi modo la loro produttività è una prospettiva spaventosa. Il management non ama il cambiamento a meno che i rischi non siano controbilanciati da qualche vantaggio o opportunità significativo.

Se i concorrenti dei produttori utilizzano SAF, perché anche solo prenderlo in considerazione? È una specie di scenario di pollo e uova, tranne che con i processi di stampa 3D.

SAF e molti altri nuovi importanti processi di stampa 3D dovrebbero alla fine rivoluzionare il mondo della produzione. Tuttavia, la strada per arrivarci sarà piuttosto lunga e lenta, almeno fino a quando non ci sarà un notevole passo avanti da parte di uno o più produttori che guardano al futuro.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi