CRP Technology collabora con FLYING-CAM per creare una protezione degli attuatori del rotore di coda funzionale stampata in 3D per il “super drone” Discovery
La parte è stampata in 3D in materiale composito Windform XT 2.0. 

 
FLYING-CAM , una società specializzata nella progettazione e produzione di elicotteri senza pilota e servizi professionali di riprese con droni, ha recentemente presentato il suo nuovo sistema di velivoli senza pilota, Discovery, in occasione del suo 30 °  anniversario.

L’azienda con sede in Belgio si è rivolta alla tecnologia CRP e alle sue soluzioni di produzione additiva utilizzando la fusione a letto di polvere (PBF) con polimeri compositi rinforzati con fibre per completare Discovery.

Discovery è un elicottero a rotore singolo senza pilota con peso massimo al decollo (MTOW) di 75 kg e, secondo un comunicato stampa FLYING-CAM, è il sistema più grande e versatile dell’azienda con caratteristiche di resistenza migliorate. CRP Technology è stata coinvolta nella creazione dell’alloggiamento della scatola ingranaggi del rotore di coda, l’alloggiamento principale collegato al trave di coda principale.

Emmanuel Previnaire, fondatore e CEO di FLYING-CAM, ha dichiarato: “Con la potenziale offerta di droni al mercato civile e l’interesse per i voli Beyond Visual Line of Sight (BVLOS), abbiamo ritenuto che fosse il momento giusto per sviluppare un drone che potesse non solo cattura splendide immagini per film, programmi televisivi e spot pubblicitari, ma potrebbe trasportare una varietà di carichi utili per raccogliere i dati necessari per altre applicazioni industriali.

FLYING-CAM afferma che lo scopo del progetto con CRP era quello di creare una protezione aerodinamica leggera ma rigida e fisica per gli attuatori del rotore ferroviario e l’antenna GPS del Discovery. 

 
CRP Technology ha utilizzato la fusione del letto di polvere, con Windform XT 2.0 come materiale scelto, per questo progetto. Windform XT 2.0 è un composito per stampa 3D a base di poliammide caricato con carbonio e, secondo CRP, è particolarmente adatto in applicazioni impegnative per settori come sport motoristici, aerospaziale e UAV.

Il materiale ha sostituito la precedente formula di Windform XT nella famiglia di materiali Windform TOP-LINE per PBF creata da CRP Technology, che presenta miglioramenti nelle proprietà meccaniche come un aumento del +8% della resistenza alla trazione, un aumento del +22% del modulo di trazione , e un aumento del +46% dell’allungamento a rottura.

Previnaire ha aggiunto: “L’aspetto più innovativo nell’arruolare il processo di stampa 3D e i materiali compositi forniti da CRP Technology, è il design a forma libera, importante per scopi aerodinamici, nonché la capacità di creare complessi canali di cablaggio all’interno con forti punti di attacco, in un pezzo unico.

“Essendo più specifici, il processo PBF e i materiali Windform consentono la creazione di parti cave con molti dettagli funzionali, come l’integrazione dei dadi di fissaggio, i punti di attacco dei cavi. Questo è un vero valore aggiunto che si adatta perfettamente ai nostri scopi e ai nostri standard”.

Previnaire ha inoltre aggiunto: “Abbiamo iniziato a collaborare con CRP Technology molti anni fa, per la realizzazione di SARAH 3.0, il nostro sistema aereo senza pilota elettrico a decollo e atterraggio verticale (VTOL), ora sostituito da SARAH 4.0. La tecnologia CRP ha stampato in 3D la struttura della cellula, il sistema di raffreddamento della guida dell’aria, l’unità di coda e il collegamento della batteria principale.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi