L’impressione di un artista della moschea. Foto: Dipartimento per gli affari islamici e le attività di beneficenza a Dubai
 
I piani per costruire la prima moschea stampata in 3D completamente funzionante al mondo sono stati svelati a Dubai.

La costruzione della moschea di 2.000 metri quadrati a Bur Dubai inizierà a ottobre e la moschea sarà pronta per 600 fedeli all’inizio del 2025.

Ci vorranno circa quattro mesi per completare la stampa 3D della struttura dell’edificio e altri 12 mesi per dotarlo completamente delle strutture appropriate, ha affermato il Dipartimento per gli affari islamici e le attività di beneficenza (IACAD) di Dubai.

Tre lavoratori gestiranno la stampante robotica 3D che stamperà due metri quadrati all’ora.

Ali Al Suwaidi, direttore del dipartimento di ingegneria di IACAD, ha affermato che la stampante mescolerà materie prime e una speciale miscela di cemento.

 
Il processo di stampa funziona stratificando un materiale fluido lungo un percorso predeterminato tracciato da un computer, simile a una stampante a getto d’inchiostro.

I fluidi infusi di minerali si solidificano quasi istantaneamente nel cemento per convertire il modello digitale in un oggetto tridimensionale.

Campioni di strutture stampate in 3D che verranno utilizzate per la moschea di Dubai. Ali Al Shouk / La Nazionale
“Il costo è superiore del 30% rispetto alla costruzione della moschea in modo normale perché è la prima del suo genere al mondo”, ha detto giovedì Al Suwaidi in una conferenza stampa.

“Prevediamo che il costo sarà simile in futuro con 30 anni di garanzia sulla costruzione.”

Lo IACAD si sta coordinando con il Comune di Dubai per ottenere l’approvazione finale del progetto.

 
La moschea segna l’ultimo passo nella strategia di stampa 3D di Dubai, un’iniziativa globale per sfruttare la tecnologia per il bene dell’umanità e posizionare la città come leader nel settore entro il 2030.

Hamad Al Shaibani, direttore generale di IACAD, ha affermato che Dubai è un pioniere nell’utilizzo della tecnologia di stampa 3D e della sostenibilità che ridurrà l’impronta di carbonio.

 
“L’uso della stampa 3D ridurrà gli sprechi di materiale da costruzione. È amico dell’ambiente. La moschea rappresenta la visione della nostra saggia leadership”, ha affermato.

Nel 2015, Dubai ha svelato i piani per costruire il primo ufficio al mondo stampato in 3D che è stato aperto fuori dalle Emirates Towers nel maggio 2016 .

Tre anni dopo Dubai ha costruito il più grande edificio stampato in 3D: una proprietà a due piani a Warsan che è diventata il Centro per l’innovazione della municipalità di Dubai .

 
Nell’agosto 2021, lo sceicco Mohammed bin Rashid, vicepresidente e sovrano di Dubai, ha emesso un decreto per regolamentare l’uso della stampa 3D nel settore delle costruzioni a Dubai, per promuovere l’emirato come centro regionale e globale per la tecnologia.

La legislazione mirava a garantire che un quarto degli edifici dell’emirato fosse costruito utilizzando la tecnologia entro il 2030.

Expo 2020 Dubai aveva un’area specializzata per la stampa 3D che comprendeva un centro di ricerca, un’accademia e laboratori per aiutare a sviluppare la tecnologia.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi