EVO 3D COLLABORA CON ADAXIS E REV3RD PER AMPLIARE LA GAMMA DI STAMPE 3D A PELLET ROBOTIZZATE


Il rivenditore di stampanti 3D con sede nel Regno Unito EVO 3D ha annunciato una significativa espansione della sua gamma di celle di stampa robot 3D EVO TECH .     

Lanciati lo scorso anno, i pacchetti di stampa 3D a pellet di EVO 3D consentono agli utenti di implementare varie combinazioni di robot, estrusori e software, per ottenere volumi elevati e produzione su larga scala. Facendo seguito all’offerta iniziale creata con il produttore di robot KUKA , lo sviluppatore di software di stampa 3D robotico Ai Build e l’OEM canadese Dyze Design , l’azienda ha ora annunciato nuovi partner: ADAXIS e REV3RD .      

Secondo EVO 3D, la società di software di robotica franco-svedese e la start-up di stampa 3D su larga scala “sono state accuratamente selezionate” per aggiungere i loro prodotti alla sua già solida gamma di celle di stampa robot 3D EVO TECH. 

 

EVO 3D mira a distinguersi dalla massa offrendo una soluzione completa a 360° alle esigenze dei clienti. L’azienda mira a raggiungere questo obiettivo offrendo consulenza imparziale e supporto tecnico alla propria clientela, cosa che afferma essere fondamentale per garantire che realizzino appieno il potenziale degli acquisti all’interno dei loro progetti. 

Finora, l’approccio di EVO 3D ha visto attrarre clienti come il National Manufacturing Institute of Scotland , l’ Università di Cambridge e la London Electric Vehicle Company . Insieme, queste organizzazioni hanno sfruttato i servizi dell’azienda per affrontare applicazioni che variano dalla ricerca ai settori industriale e automobilistico.    

Dal lancio nel 2021, EVO 3D ha raccolto £ 250.000 per la sua espansione, ed è stato successivamente annunciato che EVO3D si sarebbe unito a Evolution Sales and Marketing , in una mossa progettata per rafforzare la sua offerta di stampa 3D, in particolare nei settori automobilistico, aerospaziale, industriale, e mercati di prototipazione.   


Lancio nel mondo della robotica

In generale, la stampa 3D a pellet offre una serie di vantaggi rispetto alle alternative basate su filamenti, in quanto consente una maggiore produttività e l’accesso a una gamma più ampia di polimeri, nonché costi dei materiali ridotti. Infatti, a seconda della quantità utilizzata, i pellet possono costare dal 65 al 90% in meno rispetto ai filamenti realizzati con la stessa plastica. 

Con l’obiettivo di fornire ai propri clienti un maggiore accesso a questi vantaggi, EVO 3D ha lanciato il suo servizio di stampa 3D a pellet robotico nell’aprile 2022. Dietro questa offerta c’era una suite di sistemi sviluppati insieme a KUKA, Ai Build e Dyze, con grandi lastre di costruzione verniciate a polvere di dimensioni variabili, su cui la materia prima pellettizzata potrebbe essere estrusa ad alta velocità.   

Al momento del lancio, si diceva che le ampie zone di calore degli estrusori di pellet delle macchine fornissero loro una produttività quasi 100 volte superiore a quella delle stampanti 3D FDM (Fused Deposition Modeling) medie. Attraverso la combinazione di diversi pellet e l’aggiunta di coloranti, additivi e fibre di rinforzo, i clienti sono stati anche in grado di creare plastiche composite personalizzate, comprese quelle con contenuto riciclato ecologico. 

Una sedia stampata in 3D utilizzando il sistema di stampa 3D a pellet di EVO 3D. Foto tramite EVO 3D.
Un’offerta di stampa 3D robotica in crescita 

Dal lancio dei suoi primi pacchetti di stampa 3D a pellet robotizzati, EVO 3D ha lavorato sodo, sia costruendo la sua attività che mettendo in atto la sua offerta. Oltre a trasferirsi in una nuova struttura, completa di una vasta suite dimostrativa di produzione additiva a Exeter, l’azienda ha iniziato a vendere l’edizione Long Arm Pulsar del suo sistema robotico, con il primo cliente che è la Chemnitz University of Technology . 

Per sviluppare la sua offerta di stampa 3D a pellet automatizzata, EVO 3D ha anche collaborato con ADAXIS e REV3RD. Il primo è meglio conosciuto come sviluppatore di un software che rende più facile per gli utenti di robotica configurare i propri macchinari per la stampa 3D. Compatibile con marchi come KUKA, ABB e Fanuc , la piattaforma AdaOne dell’azienda offre funzionalità di simulazione e pianificazione del percorso multiasse.      

REV3RD, invece, è specializzata nella stampa 3D di strutture su larga scala da materiali riciclati. Nei suoi sforzi per ottimizzare questo processo, l’azienda ha sviluppato le proprie stampanti 3D, che utilizzano sistemi di controllo del movimento CNC industriali e servoazionamenti su tutti gli assi, per aumentarne la velocità e l’affidabilità. REV3RD commercializza anche estrusori di pellet ad alto rendimento con produzioni fino a 40 chili all’ora. 

Lavorando con i suoi nuovi partner, EVO 3D è stata in grado di espandere la sua offerta di stampa 3D a pellet robotico. Al momento del lancio, l’azienda ha lanciato sul mercato i suoi prodotti Small but Mighty, Long Arm e Long Arm Heavy. Tuttavia, questi sono stati ora sostituiti dalle edizioni Long Arm Pulsar, Extended Arm REV3RD, Strong Arm REV3RD e Sliding Arm CEAD. 

Equipaggiati rispettivamente con estrusori Dyze, REV3RD e CEAD , ognuno di questi presenta una diversa capacità e velocità di estrusione, consentendo ai clienti di scegliere quello che si adatta alle loro esigenze di progetto. Ad esempio, l’ edizione 3 Long Arm Pulsar da 1.000 mm può estrudere materiali a un ritmo fino a 2,5 kg all’ora, ma l’edizione Strong Arm REV3RD leggermente più grande può raggiungere velocità molto più elevate di 25 kg all’ora.    

I sistemi sono disponibili a prezzi che vanno da £ 75.000 a £ 190.000.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi