Freemelt quotata al Nasdaq nel nord, le cui soluzioni pionieristiche creano nuove condizioni per una rapida crescita e sviluppo nella stampa 3D, ha ricevuto un ordine per un sistema Freemelt ONE dalla prestigiosa Carnegie Mellon University negli Stati Uniti. Il sistema, che include il nuovo modulo ProHeat di Freemelt, sarà utilizzato per la ricerca sui materiali e sarà consegnato nel quarto trimestre del 2022.
Questo è il quarto ordine di Freemelt ONE negli Stati Uniti, il che dimostra che c’è un interesse pronunciato e crescente per i prodotti Freemelt in Nord America, che ora è uno dei mercati principali dell’azienda. Come il Georgia Institute of Technology, dove Freemelt ha ricevuto un ordine all’inizio di quest’anno, la Carnegie Mellon University è costantemente classificata come una delle università più importanti d’America nelle scienze naturali.

“La stampante a fascio di elettroni di Freemelt con codice open source supporterà sia l’ottimizzazione del processo dei materiali esistenti che la nostra ricerca e sviluppo di nuovi materiali. I processi a fascio di elettroni hanno la capacità unica di mantenere più piccole aree di fusione contemporaneamente utilizzando un unico potente fascio di elettroni. Ciò consente una scalabilità della stampa 3D che non è possibile con i sistemi basati su laser”. afferma la dottoressa Sandra DeVincent Wolf, direttrice esecutiva del NextManufacturing Center presso la Carnegie Mellon University e continua:

“Il sistema Freemelt ONE sarà utilizzato nel nostro programma di intelligenza artificiale per la produzione additiva sponsorizzato da ARL (The Army Research Laboratory), nonché in altri programmi finanziati a livello federale e supportati dall’industria. Inoltre, l’attrezzatura sarà utilizzata come parte della nostra formazione sull’uso pratico delle stampanti 3D in metallo”.

“Questo ordine dimostra che Freemelt ONE soddisfa gli standard più elevati nella ricerca sui materiali avanzati. Il NextManufacturing Center della Carnegie Mellon University sta dando il via alla trasformazione digitale dell’industria manifatturiera utilizzando l’innovazione per supportare la crescita economica”, ha affermato Peter Jain, Direttore delle vendite a Freemelt.

“Siamo molto soddisfatti di questo ordine dalla Carnegie Mellon University. Dimostra ancora una volta la capacità di Freemelt di fornire apparecchiature molto interessanti per la ricerca sui materiali nelle strutture di ricerca più avanzate del mondo”, afferma Ulric Ljungblad, CEO di Freemelt.
 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi