Gränges Powder Metallurgy, con sede a Stoccolma, Svezia, ha lanciato la sua prima lega di alluminio per la produzione additiva di Laser Beam Powder Bed Fusion (PBF-LB), la S220 AM della sua famiglia DISPAL ®  di alluminio ad alte prestazioni. Si dice che le proprietà della lega siano paragonabili all’acciaio, ma a un terzo del suo peso, il che la rende adatta a settori come quello aerospaziale e automobilistico.

La lega S220 AM ha un alto contenuto di silicio, caratterizzata da bassa densità e basso coefficiente di dilatazione termica (CTE). A causa delle particelle fini di silicio distribuite uniformemente nella struttura della matrice, si dice che il materiale possieda buone proprietà di usura e attrito.

“Non sono a conoscenza di nessun’altra lega sul mercato AM che abbia un CTE così basso”, ha affermato Greta D’Angelo, Business Development Manager presso Gränges Powder Metallurgy. “In passato, abbiamo avuto molte storie di successo di clienti che hanno sostituito le applicazioni in acciaio e fibra di carbonio con il tradizionale DISPAL S220. Ora, siamo entusiasti di offrire lo stesso materiale per la produzione additiva, dando ai nostri clienti l’opportunità di sfruttare ancora più libertà geometrica nella progettazione dei loro prodotti di prossima generazione”.

Si dice che un CTE basso sia fondamentale nelle applicazioni che richiedono estrema precisione con carichi elevati e temperature elevate, come la tecnologia lineare e la robotica. È anche un attributo critico nelle applicazioni ottiche nell’industria spaziale, dove un CTE basso aiuta a consentire comunicazioni ad alta precisione a grandi distanze.

Gränges Powder Metallurgy ha un’esperienza nella produzione di polveri di alluminio che risale a oltre trent’anni fa. Il materiale DISPAL S220 è stato inventato e commercializzato negli anni ’80 come parte di una famiglia più ampia di leghe, quindi sebbene il materiale in sé non sia nuovo, il suo utilizzo nella produzione additiva segna l’ingresso dell’azienda nella tecnologia.

La polvere DISPAL S220 AM non è attualmente disponibile in commercio, tuttavia Gränges offre un servizio di produzione additiva tramite una rete globale di partner fidati. Il servizio non si limita alla produzione dei componenti, ma offre anche supporto per la selezione delle parti, lo sviluppo, l’ingegnerizzazione e la garanzia della qualità.

“Vogliamo supportare i nostri clienti durante l’intero processo e fornire componenti finiti di alta qualità, sia che si tratti di prototipi o di produzione in serie”, ha continuato D’Angelo. “Siamo consapevoli che l’onboarding di un nuovo materiale può essere un processo scoraggiante, soprattutto per una nuova tecnologia come AM, quindi ci prendiamo cura di quella parte per i nostri clienti in modo che non debbano preoccuparsene”.

Gränges Powder Metallurgy sta lavorando per sviluppare un ampio portafoglio di polveri di alluminio per la produzione additiva e leghe di alluminio specializzate per la produzione additiva. Secondo quanto riferito, altre leghe sono già in cantiere e dovrebbero essere rilasciate entro la fine dell’anno.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi