Hyperganic avvia il lancio pubblico della piattaforma software di progettazione basata sull’intelligenza artificiale 

 
Hyperganic ha annunciato il rilascio pubblico di Hyperganic Core 3, la piattaforma software di progettazione basata sull’intelligenza artificiale dell’azienda.

A causa della forte domanda, afferma la società, Hyperganic Core viene reso disponibile a un primo batch di “poche centinaia di utenti” attraverso un “soft rollout”, con migliaia di nuovi utenti che si dice siano in attesa di implementare la tecnologia. Il software consente lo sviluppo di algoritmi che, sulla base di descrizioni inserite manualmente, creano parti, strutture e macchine altamente funzionali in modo automatizzato.

Il software di Hyperganic è in sviluppo dal 2015 e il prodotto che viene reso disponibile oggi è la terza iterazione della piattaforma Hyperganic Core. Il lancio è stato facilitato da un round di finanziamento di 7,8 milioni di dollari annunciato lo scorso anno . 

La prima iterazione, secondo un blog pubblicato questa settimana dal fondatore e CEO Lin Kayser, è stata una versione interna con Hyperganic che lavorava a stretto contatto con i produttori di stampanti per consentire l’output diretto per tecnologie di stampa 3D basate su polvere, resina ed estrusione. Durante il lavoro con la seconda iterazione del software , Hyperganic è cresciuto di sette volte negli ultimi 18 mesi. L’azienda ha creato materiale didattico online per consentire agli utenti di formarsi autonomamente, mentre centinaia di utenti in settori quali hardware spaziale e beni di consumo hanno iniziato a codificare i propri processi. Hyperganic rivelerà i risultati di alcuni di questi lavori nei prossimi mesi e ha già rivelato pubblicamente una camera di combustione del razzo sviluppata con Core 1 e, più recentemente,un motore a razzo aerospike in collaborazione con l’attività AMCM di EOS . 


Hyperganic Core è in gran parte scritto in linguaggio macchina, ottimizzato per varie architetture di processori e il suo display 3D voxel “usa tutte le ultime tecniche GPU”, mostrando ogni particella che compone l’oggetto in tempo reale. Dalla seconda iterazione del software, Hyperganic ha utilizzato interfacce di codifica esterne – Visual Studio e C# – scegliendo C# perché è un “linguaggio di programmazione semplice e moderno che supporta progetti di sviluppo software su larga scala”. Molti dei progetti che Hyperganic sta realizzando, secondo Kayser, hanno migliaia – “e presto milioni” – di righe di codice.

Con il rilascio della terza iterazione di Core, Hyperganic si sta ora consegnando alla sua base di utenti in crescita. Questi utenti saranno in grado di “codificare le loro conoscenze su come costruire le cose” e “condividere e aprire il proprio codice”. Hyperganic crede che traducendo i processi di ingegneria manuale in algoritmi informatici, gli ingegneri saranno in grado di trasformare i flussi di lavoro esistenti in processi più scalabili e sostenibili, facilitando al contempo la creazione di oggetti altamente complessi per risolvere nuove sfide. Gli utenti possono anche tradurre il “corpo di conoscenza dell’ingegneria in algoritmi” e “monetizzare gli oggetti che creano o gli algoritmi che creano quegli oggetti”.

“Il salto che stai facendo imparando l’ingegneria algoritmica è come passare da una calcolatrice meccanica a un computer”, ha scritto Kayser. “Sì, è un cambiamento profondo e una curva di apprendimento, ma non tornerai mai indietro.”

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi