Il freno Hyperloop “Bellow rail brake” vince il 3D Pioneers Challenge 2022
 
In un brillante finale, il 3D Pioneers Challenge ha selezionato i vincitori dei premi internazionali di design per la produzione additiva e le tecnologie avanzate. In Turingia, lo spirito della Silicon Valley aleggiava sul Rapid.Tech 3D a Messe Erfurt per tre giorni con la mostra 3DPC 2022.

Dopo due anni di implementazione online, i vincitori potrebbero essere finalmente premiati in loco a Erfurt. Quest’anno sono stati presentati progetti da 27 paesi e cinque continenti, 37 dei quali hanno raggiunto la finale. I partecipanti sono venuti da tutto il mondo alla cerimonia di premiazione a Erfurt.

Il principale vincitore di quest’anno è stato nella categoria Mobilità. Il team che lavora al progetto “Bellow rail brake” ha sviluppato un freno per il sistema di trasporto ad alta velocità Hyperloop utilizzando la stampa 3D, compiendo un grande passo avanti verso la visione della mobilità sostenibile.

WASP 3D dall’Italia ha vinto il premio per la sostenibilità tra categorie. Qui il materiale per la stampa di grande formato di una casa è ricavato interamente dal suolo locale. È quindi CO2 neutrale e può essere adattato a qualsiasi clima e contesto.

La mostra 3DPC ha rappresentato gli attuali sviluppi nelle tecnologie avanzate. Gli sviluppi dei materiali e i processi tecnologici con particolare attenzione alla sostenibilità multistrato sono una chiara tendenza.

Ad esempio, il progetto vincitore “GeoSlate” mostra come è possibile trattare i residui dei processi di produzione industriale e quindi ridurre gli sprechi nella produzione tradizionale di ardesia.

Nell’area del design, l’e-boat “Tanaruz” ha ottenuto buoni punteggi perché non vengono prodotti nuovi polimeri per stampare le barche. Economia circolare fino in fondo quando la barca stessa può essere rielaborata.

Altri progetti utilizzano bracci robotici. Questi hanno il vantaggio di poter stampare nello spazio tridimensionale. In questo modo, il materiale viene sempre applicato con l’angolo ottimale basato sul vettore. “Striato” del Politecnico di Zurigo Block Research Group e Zaha Hadid Architects, o con “FormWork” del MIT, il calcestruzzo può essere ridotto con la stessa capacità portante.

Il processo di biostampa multiasse assistito da robot consente al vincitore della categoria MedTech di stampare tessuto cardiaco in grado di sopravvivere a lungo termine.

Il vincitore della categoria digitale è il simbolo del tema principale del concorso di quest’anno “Convergence” – l’incontro di tecnologie consolidate e dirompenti: PartBox-Click&Print. Il team utilizza la propria stampante direttamente sulla linea di produzione e può eseguire lo streaming e produrre la nuova pinza robotizzata per l’industria dell’imballaggio con la semplice pressione di un pulsante.
La moderatrice Anja Lange ha guidato la cerimonia di premiazione presso uno stand molto frequentato. Al suo fianco Simone e Christoph Völcker, iniziatori del 3D Pioneers Challenge.

I membri della giuria composta da 30 membri, internazionali e di prim’ordine hanno annunciato i vincitori delle singole categorie. Karsten Hauser, Siemens AG, ha spiegato: “Sono molto lieto di far parte della giuria di quest’anno per il 3D Pioneers Challenge e sono lieto dei numerosi contributi innovativi. Questo aiuta a rafforzare il nostro ecosistema e a creare un futuro responsabile!”

Sono stati premiati i migliori progetti delle categorie Mobility, MedTech, Design, Architecture, Material, FashionTech, Electronics, Digital e sostenibilità interdisciplinare. Complessivamente sono stati assegnati premi per un valore complessivo di oltre 150.000 euro. Questi includono licenze software di NTopology e stampanti 3D di Ultimaker, Formlabs e Makerbot . Il Ministero dell’Economia, della Scienza e della Società Digitale della Turingia ha messo a disposizione il montepremi di 35.000 euro.

Il principale vincitore nel 2022 è il team “Bellow Rail Brake” dell’ETH di Zurigo e inspire AG. Oltre al montepremi di 10.000 euro e alla Formlabs Printer Form 3, hanno ricevuto l’ambito trofeo 3DPC. Urs Hofmann: “Siamo lieti che il nostro design abbia convinto la giuria del 3D Pioneers Challenge. Il design mostra il grande potenziale di AM per l’integrazione funzionale nel settore della mobilità”. I vincitori delle altre categorie hanno ricevuto un montepremi di 3.000 euro ciascuno.

Gli studenti della Burg Giebichenstein University of Art and Design Halle, Shuyun Liu e Stefanie Putsch di “Glasklar” hanno ricevuto il “Best Student Award”. Hanno vinto 1.000 euro e la stampante 3D Makerbot Sketch.

Il progetto svizzero “Bellow Rail Brake”, “Geoslate” dai Paesi Bassi e “FLOWall” dalla Danimarca sono stati selezionati per il premio “Special Mention by Autodesk Technology Centers”.

La sera del 18 maggio, i vincitori del premio sono stati premiati all’evento di gala Rapid.Tech 3D nell’ambiente creativo dell’InnovationsHub KONTOR dal ministro dell’Economia Wolfgang Tiefensee e dal direttore della mostra Michael Kynast: “La 3D Pioneers Challenge è stata parte integrante di il nostro Rapid.Tech 3D e una vera risorsa. Ci congratuliamo con tutti i vincitori e non vediamo l’ora di vedere che tipo di collaborazione possono instaurare i finalisti in fiera”.

Il concorso è considerato il momento clou annuale della scena, che conta anche come radar di tendenza per l’industria e la politica. I vincitori verranno ora presentati nell’ambito di un roadshow, anche nel Bundestag tedesco.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi