Per l’ottava volta, la Formnext Start-up Challenge ha premiato le giovani aziende del mondo della produzione additiva per le loro idee imprenditoriali innovative e gli sviluppi tecnici. Dalla produzione basata sulle esigenze di polveri AM agli impianti degradabili all’efficiente post-elaborazione basata su robot: le innovazioni premiate mostrano l’elevato potere innovativo della stampa 3D e del mercato AM. I vincitori internazionali che si presenteranno al mondo AM a Formnext 2022 sono Photosynthetic (Paesi Bassi), Lattice Medical (Francia), Rivelin Robotics (UK), Spherecube (Italia) e Alpha Powders (Polonia). L’AM Ventures Impact Award è andato anche a Lattice Medical.

Le innovazioni delle giovani aziende convincono non solo per l’alto grado di creatività nello sviluppo dei prodotti, ma anche per la fattibilità dei modelli di business. Le start-up hanno potuto presentare brevetti già concessi o ancora pendenti e potevano già presentare domande promettenti.

La start-up con sede a Varsavia Alpha Powders ha sviluppato e brevettato una tecnologia per modificare le polveri polimeriche su richiesta. Anche la start-up olandese Photosynthetic, specializzata nella stampa micro 3D veloce ed economica, sta lavorando con dimensioni molto ridotte. La start-up britannica Rivelin Robotics vuole creare maggiore efficienza nella catena del processo additivo. Si dice che i suoi robot NetShape riducano i costi operativi e gli errori di un fattore 10 nell’area di post-elaborazione. Più stabilità, d’altra parte, è il grande tema di SphereCube. La start-up italiana ha una stampante 3Dsviluppato che elabora materiali compositi con rinforzo in fibra continua. Ciò dovrebbe consentire la fabbricazione automatica di prodotti realizzati con materiali compositi ad alte prestazioni senza restrizioni geometriche. La start-up biomedica Lattice Medical ha raccolto la causa di una guarigione significativamente migliore dei pazienti con protesi mammarie e ha sviluppato una tecnologia 3D brevettata che consente l’accumulo naturale di tessuto adiposo e quindi la rigenerazione a lungo termine senza che rimangano corpi estranei nel paziente.

Con la sua presentazione, Lattice Medical è stata anche in grado di assicurarsi l’AM Ventures Impact Award, che premia gli approcci particolarmente sostenibili. Oltre ai metodi di progettazione e produzione innovativi, AM Ventures è rimasta particolarmente colpita dalla riduzione al minimo dei rischi che possono verificarsi con gli impianti tradizionali, dall’esperienza tecnica del team e dai risultati di ricerca ben fondati che supportano l’applicazione.

“Ogni anno, le start-up AM mostrano un nuovo passo di sviluppo nella direzione di tecnologie e applicazioni innovative e convincono con la qualità crescente dei loro sviluppi e della pianificazione aziendale. Ciò dimostra ancora una volta l’elevato potenziale di innovazione in questo settore e che qui stanno emergendo sviluppi decisivi che influenzeranno il nostro settore, la medicina e altri settori della nostra vita in futuro”, afferma Sascha F. Wenzler, vicepresidente Formnext presso l’organizzatore della fiera Mesago Messe Frankfurt GmbH.
La Formnext Start-up Challenge 2022 riconosce le aziende che non hanno più di cinque anni. Nella competizione vengono premiate idee imprenditoriali nuove e praticabili. La giuria di prim’ordine è composta da noti rappresentanti dell’industria, della scienza, dei media e del settore degli investimenti. I vincitori si presenteranno ai loro stand e come parte dell’evento Pitchnext martedì 15 novembre 2022 presso Formnext.

I vincitori della Formnext Start-up Challenge
Modificare la polvere SLS individualmente
La start-up Alpha Powders (Stand 12.0-B81G) con sede a Varsavia ha sviluppato e brevettato una tecnologia per l’arrotondamento, la sferoidizzazione e la modifica su richiesta delle polveri polimeriche. Attualmente, l’azienda è focalizzata sullo sviluppo di un dispositivo compatto su misura per i laboratori di ricerca e sviluppo che lavorano su nuove polveri SLS. Il prototipo è stato testato con una varietà di materiali tra cui polveri di poliammide, TPU o poliolefina e ha dimostrato di produrre in modo affidabile polveri SLS sferiche in un processo a secco. L’azienda continua a sviluppare questa tecnologia e mira a offrire soluzioni pilota e su scala di produzione nei prossimi anni.

Migliore guarigione con impianti degradabili stampati in 3D
Lattice Medical (Booth 12.0-B81B) è una startup biomedica fondata nell’ottobre 2017. L’azienda francese, insieme al CHU Lille-France, ha sviluppato una tecnologia 3D brevettata che consente la rigenerazione naturale del tessuto adiposo e porta a enormi miglioramenti, ad esempio, negli interventi di protesi mammaria. La bioprotesi Mat(t)isse è costituita da biomateriali stampati in 3D, è completamente degradabile e si adatta alla morfologia individuale del paziente. Ciò ha lo scopo di garantire che le mammelle siano completamente ricostruite dal tessuto della paziente dopo un certo periodo di tempo e che non rimangano corpi estranei nella paziente.

Stampa micro 3D veloce
Photosynthetic (stand 12.0-B81H) è specializzato nella stampa micro 3D veloce ed economica. Tipicamente, le microstrutture 3D vengono fabbricate utilizzando metodi convenzionali come litografia a due fotoni (TPL), stereolitografia ( SLA ) e litografia ottica in scala di grigi (OGL). La tecnologia brevettata dalla start-up olandese si basa su un sistema hardware ottico, resine basate sulla polimerizzazione di un fotone e algoritmi informatici per controllare il processo di stampa. La nuova stampante micro 3D di Photosynthetic consente una microfabbricazione rapida (50 mm3/ora) in modalità ad alta risoluzione (riducendo notevolmente i costi di post-elaborazione

Con lo sviluppo del robot NetShape, la start-up britannica Rivelin Robotics (stand 12.0-B41) vuole creare una soluzione per la rapida post-elaborazione di parti e componenti metallici prodotti in modo additivo. Perché per molte applicazioni AM in metallo, la post-elaborazione rappresenta oltre il 30% del costo per pezzo. Con il suo robot NetShape, l’azienda offre una soluzione automatizzata per la rimozione delle strutture metalliche di supporto e la post-elaborazione mirata. Il robot NetShape è dotato del software di controllo NetShape proprietario, che sfrutta sia l’apprendimento automatico che la tradizionale teoria del controllo deterministico. Con il robot, Rivelin promette una riduzione del 90 percento degli errori e una riduzione di 10 volte dei costi operativi.

Adesione migliorata nei compositi AM
SphereCube (stand 12.0-B81A) ha sviluppato una stampante 3D che elabora materiali compositi a base di polimeri o una matrice duroplastica con rinforzo in fibra continua. Ciò dovrebbe consentire la fabbricazione automatica di prodotti realizzati con materiali compositi ad alte prestazioni senza restrizioni geometriche. Secondo la start-up italiana, la tecnologia si differenzia dai metodi attualmente disponibili polimerizzando la plastica con una fonte di calore, che migliora la bagnatura e l’incollaggio dei rinforzi in fibra e della matrice, nonché i vari strati stampati in 3D.

da 3druck.com

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi