Argentina: è Madison Mondiale con T°RED e TOOT 

Lezica e Ruiz convocati a Parigi con le bici stampate in 3D metallo in AlScaZir e Scalmalloy 

 

Facundo Lezica e Ivan Ruiz sono gli atleti convocati dalla Federazione Argentina per i Mondiali Pista UCI in programma dal 12 al 16 ottobre 2022 a Saint Quentin, Parigi.

Un ritorno che conferma l’enorme lavoro fatto dalla Federazione da quando ha incrociato il percorso di  .

Dopo il ritorno dello scorso anno con Lezica e l’Argentina nella corsa a punti, quest’anno di gare è valso la conferma per la Corsa a punti e la qualificazione nella Madison.

Prosegue infatti  il percorso di crescita iniziato nel 2018 con Lezica e Juan Ignacio Curuchet insieme al T°RED Factory Racing Team, T°RED Bikes e TOOT Engineering.
I primi anni di crescita e preparazione hanno portato subito alla conquista di tutti i titoli nazionali endurance da parte dei due atleti che avevano preparato la stagione in Europa vincendo nelle più importanti competizioni europee nel 2019.

Dopo la pandemia mondiale che ha rallentato il percorso di crescita, nel 2021 arriva la conferma del lavoro in progress di tutto il team: l’Argentina può partecipare ai Mondiali dopo 10 anni di assenza, con Facundo Lezica qualificato per Corsa a Punti e l’Eliminazione.

Se nella Corsa a punti come nelle altre discipline individuali viene premiato anche il lavoro del singolo (6 atleti su 24 sono scelti dalla classifica individuale e non da quella per nazioni, denotando  l’intenso lavoro del 2020-2021 per arrivare alla qualifica di Lezica con importanti podi internazionali), la Madison si qualifica solo per nazioni.
Sono 18 le nazioni che possono partecipare, le migliori diciotto al mondo in base al ranking internazionale che conta le gare di classe, le coppe e i campionati continentali.

Il 2022 ha segnato l’arrivo nel T°RED FRT di Ivan Ruiz, così da poter ampliare le possibilità e le partecipazioni internazionali e lavorare anche sull’Americana in vista delle Olimpiadi e delle qualificazioni. 

Una scelta strategica quella di coinvolgere un altro forte atleta argentino, condivisa con la federazione, che gara dopo gara, appuntamento dopo appuntamento ha permesso ai due atleti di trovare feeling, intesa e conquistare podi e ottimi piazzamenti sia individuali che in coppia, fino all’oro della Madison al velodromo di Barcellona lo scorso settembre.

Il percorso non riguarda solo la preparazione tecnica ma soprattutto la continua ricerca e sviluppo fatta insieme a T°RED e TOOT Engineering sui mezzi a disposizione dei due argentini.

Lezica dopo aver iniziato con i Manaia in diverse versioni, ha esordito ai Mondiali di Roubaix con il prototipo di The Falcon appena omologato, dopo un anno di test in pista e laboratorio.

Il 2022 ha visto l’esordio di ulteriori versioni e sperimentazioni in cui l’AlScaZir ancora una volta è stato affiancato dallo Scalmalloy nelle versioni pressoché definitive di utilizzo, per poter esaltare le prestazioni e migliorare le geometrie e le tecniche dei mezzi. Bici in metallo con parti stampate in 3D: AlScaZir è la superlega di alluminio progettata da Romolo Stanco e usata nelle bici sin dai primi Manaia, mentre Scalmalloy di proprietà AP Works è una lega molto simile che viene stampata in 3D in SLM, Selective Laser Melting.

Test e sperimentazioni in corso hanno coinvolto la ripresa di altre discipline, grazie alla progettazione di telai e componentistica specifica come per l’inseguimento.
The Falcon 420 è completato in assetto inseguimento dal manubrio e protesi Khataa, interamente stampati in titanio in 3D sulle misure e posizioni dei due atleti argentini.


I risultati si sono visti in tempi molto rapidi, con le prestazioni migliorate di quasi 20” tra i Campionati Panamericani di Lima in agosto e i tempi a Aigle.
Il percorso, in questo caso, è appena iniziato e si lavora tanto sia su Inseguimento Individuale che a squadre, partendo da una squadra di nazionalità mista che all’occorrenza possa diventare interamente argentina e riportare la nazionale sul tetto del mondo anche in questa disciplina.

 The Falcon 1.23-300 è infatti un progetto che va oltre “la bici”, è una serie di bici (da pista e non solo) figlia della ricerca di un equilibrio strutturale e dinamico del telaio bilanciata dall’ottimizzazione complessiva del binomio bici/ciclista. Sviluppata sulla base dell’antropometria e della posizione di ogni singolo atleta con software generativi adattivi è realizzata con superleghe metalliche di derivazione aerospaziale come AlScaZir® con cui sono realizzate le parti trafilate e Scalmalloy® stampato in 3D. Scalmalloy® è un materiale sviluppato da Ap-Works (gruppo Airbus) per applicazioni di additive manufacturing ad alte prestazioni e stampato da Metron Engineering per T°RED Bikes. Insieme al CompMech è in fase di sviluppo la forcella T1000 progettata per ottimizzare i flussi aerodinamici generati dalla ruota anteriore con una tecnologia di stampa 3D in composito a filamento continuo.

I prossimi passi guardano alle Olimpiadi di Parigi e Los Angeles, obiettivi sempre più raggiungibili dal punto di vista sportivo grazie al lavoro di squadra da continuare a coniugare con il progetto The Falcon in cui tecnologia, innovazione, collaborazioni tecniche e progettuali e settore sportivo si esaltano alla ricerca di prestazioni di livello assoluto.

 

La soddisfazione, tra Italia e Argentina è tanta.

“È un onore essere a fianco della Federazione Argentina e poter lavorare per la preparazione di atleti di grande livello come Lezica e Ruiz. La loro presenza in Europa consente di ponersi sempre in confronto con gli atleti più forti a livello internazionale e arrivare preparati al meglio alle gare più importanti. Sono inoltre un tassello fondamentale per lavorare passo passo sulle scelte tecniche e progettuali, grazie ai loro feedback” commenta Romolo Stanco.

 

“Non ci sono molti amministratori delegati in pista, e men che meno sono amministratori di aziende che lavorano sul filo di lana dell’innovazione e la ricerca. Per T°RED e TOOT essere operativi e “sporcarsi le mani” sul campo è fondamentale per portare avanti i nuovi progetti e i risultati si vedono in pista, con le tante medaglie, e fuori con le diverse collaborazioni nate in questi anni. Collaborazioni che conto di ampliare per rendere questo progetto ancora più concreto e competitivo – sottolinea Erica Marson.

 

È Gabriel Curuchet (a nome della Federazione e di tutto il team con cui abbiamo avuto modo di collaborare in questi anni e essere presenti, da Marcelo Lanzi a Walter Perez) a trasmettere la vicinanza di tutta la nazione ai due atleti e al team che li accompagna:

“Alla vigilia dei Campionati del Mondo in Francia, a Saint Quentin, ne approfitto per salutare e congratularmi per le grandi performance di Facundo Lezica e Ivan Ruiz in questo 2022. Il loro lavoro e impegno hanno permesso all’Argentina di qualificarsi in questi Campionati del Mondo nella Corsa a punti e nella Madison. Non ci resta che augurargli grandi successi e salutare e ringraziare anche il team T°RED che di nuovo accompagna la nostra selezione, portando il meglio in termini di tecnologia, di prodotti, complementi e soprattutto bici. Senza dimenticare che sono al nostro fianco anche dal punto di vista emotivo e personale.
Auguro a Facu e Ivan e agli accompagnatori molto successo. Noi, come sempre, saremo al loro fianco anche se a distanza. Un abbraccio a tutta la squadra!”.

 

Appuntamento a venerdì 14 dalle 18.30 (13.30 in Argentina) per la Corsa a Punti e a domenica 16 dalle 16.30 (11.30 in Argentina) per la Madison.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi