L’arte di Lancaster da portare in vita per le persone ipovedenti
La collezione d’arte di Lancaster prenderà presto vita per le persone ipovedenti.
 
Due studenti di ingegneria della Lancaster University lavoreranno con i City Museums e la Galloway’s Society for the Blind a Morecambe , gestiti dal consiglio comunale, per stampare in 3D versioni in rilievo dei dipinti della collezione d’arte del museo.
 
Il progetto vedrà le persone ipovedenti collaborare con l’università e i musei per sviluppare metodi efficaci per consentire alle persone con disabilità visive di interagire con le collezioni del museo. È probabile che ciò includa la descrizione audio e la stampa in rilievo 3D.
 
L’obiettivo a lungo termine del progetto è che i musei saranno in grado di farlo per tutte le future mostre utilizzando le collezioni museali e quindi verrà commissionato un processo di produzione, inclusa una stampante 3D, per i musei e il personale formato su come utilizzarlo .
 
“Lancaster from Cable Street” (1798) di Julius Caesar Ibbetson, una delle immagini conservate al Lancaster City Museum che il team del progetto utilizzerà per generare una versione in rilievo con cui impegnarsi per le persone ipovedenti.
 
Tutti coloro che sono vedenti saranno anche i benvenuti a impegnarsi con le stampe in rilievo 3D e si spera di stampare anche in 3D altri oggetti della collezione che i visitatori del museo potranno gestire in futuro.
Il Prof Claudio Paoloni, della School of Engineering della Lancaster University , ha dichiarato: “Una delle missioni dell’ingegneria è trovare soluzioni per superare le barriere. Sono lieto che la School of Engineering abbia contribuito, in collaborazione con il Lancaster City Museum e Galloways, la nostra esperienza nella stampa 3D, per offrire a chi ha problemi di vista un nuovo modo di godersi le meravigliose opere d’arte del Lancaster City Museum.

 
Andrew Coleman, Learning Skills and Lifestyle Manager di Galloway’s, ha dichiarato: “In Galloway’s siamo lieti di far parte del progetto pionieristico Feeling as Seeing. Questa è una fantastica opportunità per la comunità di Galloway di plasmare il futuro delle mostre, rendendole accessibili a chi ha problemi di vista”.
Il consigliere Sandra Thornberry, membro del gabinetto per le arti, la cultura, il tempo libero e il benessere del consiglio comunale di Lancaster, ha dichiarato: “Questo è un modo così emozionante e inclusivo e sono lieto che i nostri musei, l’università e Galloway abbiano collaborato per garantire questo finanziamento che contribuirà a rendere i nostri musei più accessibili a chi ha problemi di vista”. 

Il progetto   è finanziato dall’Engineering and Physical Sciences Research Council (EPSRC) Impact Acceleration Account, che supporta i ricercatori della Lancaster University a tradurre il loro lavoro in più ampi benefici sociali ed economici.

Immagine © Lancaster City Museums

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi