Il viaggio urbano di iMakr continua

iMakr ha aperto un ufficio a Copenaghen, ma questo è solo un altro passo nel loro insolito viaggio nella stampa 3D.

L’azienda è uno dei rivenditori di stampa 3D più anziani, essendo stata fondata oltre dieci anni fa. Ma il loro inizio è stato un po’ diverso da dove sono oggi.

All’epoca il ronzio era tutto incentrato sul nuovo fenomeno delle stampanti 3D desktop. Questi misteriosi dispositivi “replicatori” erano apparentemente in grado di “fare qualsiasi cosa”, secondo i promotori dell’epoca, e questo pensiero è rimasto impresso a molte persone, anche oggi.

Non era del tutto vero, ma le stampanti 3D erano in grado di fare cose incredibili, ma non proprio “qualsiasi cosa”.

Il problema, tuttavia, era che era difficile per le persone acquistare una stampante 3D. Non erano venduti nei negozi ed erano disponibili solo ordinando online. Mentre l’ordinazione online è di routine oggi, non era così un decennio fa. Le persone volevano vedere e toccare i prodotti prima di acquistarli.

Ciò ha rappresentato un problema per i produttori di stampanti 3D, che non hanno visto una domanda sufficiente per aprire i propri negozi al dettaglio in cui le persone potessero esaminare le apparecchiature da vicino.


Questa barriera è stata rotta da iMakr, che ha aperto uno dei primi veri negozi al dettaglio dedicati alla stampa 3D per i consumatori. I visitatori potevano guardare le stampe, fare domande e ottenere tutto il supporto di cui avevano bisogno.

 
Il primo negozio al dettaglio di iMakr si trovava a Londra, dove li ho visitati nel 2014 . La loro seconda sede di vendita al dettaglio era a New York City, dove hanno aperto un’operazione simile. Una visita lì nel 2015 li ha trovati a formare le persone nell’abilità della stampa 3D. Questi negozi vendevano nuove stampanti 3D desktop ai consumatori e riparavano persino macchine rotte. Ad un certo punto, l’azienda intendeva aprire 40 punti vendita in tutto il mondo .

Poi è successo qualcosa. Lo splendore è venuto fuori dalla nozione di stampa 3D di consumo e in tutto il mondo tutti nel settore della stampa 3D hanno dovuto cambiare. La corsa attesa delle vendite al consumo non doveva essere, semplicemente a causa di attrezzature, contenuti inadeguati, difficoltà nell’uso della tecnologia e delle applicazioni.
Tutte le aziende di stampa 3D, inclusa iMakr, hanno dovuto pensare in fretta e fare un cambiamento. Alcune aziende si sono concentrate su particolari aree di applicazione che erano più redditizie, come il mercato dell’istruzione. Altri si sono spostati verso professionisti e produttori. Alcune aziende non sono cambiate e alla fine sono svanite.

iMakr è passato al mercato professionale e ci è riuscito. Inizialmente hanno utilizzato le loro precedenti sedi di vendita al dettaglio di consumatori come base per questa transizione, ma alla fine hanno spostato le loro operazioni in posizioni più adatte a quel mercato.

La loro trasformazione ha funzionato molto bene e oggi sono uno dei principali rivenditori di attrezzature per la stampa 3D professionale.

Posizione dell’ufficio iMakr Nordic vicino a Copenaghen [Fonte: Google]
Dalla transizione, sono stati in grado di aprire un altro ufficio a Parigi e questa settimana hanno annunciato un altro ufficio a Copenaghen, insieme a un nuovo sito Web iMakr Nordic. Guardando l’edificio, è il più lontano possibile da un punto vendita al dettaglio.
 

È così che funziona negli affari: inizi con un’idea e passi a un’altra che funziona. 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi