Intervista a Jack Chen, CEO e fondatore di Creality

INTERVISTA: IL CEO DI CREALITY JACK CHEN SU WHAT’S NEXT AFTER $ 4.3M KICKSTARTER CAMPAIGN

Il produttore cinese di stampanti 3D Creality ha raccolto 33 milioni di HK $ (4,3 milioni di dollari) in finanziamenti Kickstarter per la sua prossima stampante 3D CR-6 SE .

La società ha finanziato uno dei suoi sistemi per la prima volta nel tentativo di valutare l’interesse e coinvolgere la comunità della stampa 3D all’interno del ciclo di ricerca e sviluppo del sistema. La campagna Kickstarter di Creality è già diventata una delle più riuscite quest’anno sulla piattaforma, nonostante sia durata solo un mese.

Parlando con l’industria della stampa 3D, Jack Chen, CEO e fondatore di Creality, ha espresso il suo entusiasmo per il futuro del progetto 3D CR6-SE.

“Siamo molto orgogliosi dei 33 milioni di HK $ che abbiamo raccolto finora dalla campagna Kickstarter, e vorrei ringraziare tutti coloro che vi prendono parte”, ha detto Chen. “È straordinario quanto supporto sia stato generato dal progetto in un solo mese e il finanziamento rende Creality il progetto di stampa numero uno sulla piattaforma Kickstarter per il 2020”.

“VORREI INCORAGGIARE TUTTI I CREATORI A CONTINUARE A ESSERE COINVOLTI NEL PROGETTO, POICHÉ CI CONSENTIRÀ DI SVILUPPARE LA MIGLIORE STAMPANTE 3D POSSIBILE”.

La stampante 3D CR6-SE di Creality (nella foto) ha guadagnato $ 4,3 milioni di sostegno tramite Kickstarter. Immagine tramite Creality.
La stampante 3D CR6-SE di Creality (nella foto) ha guadagnato $ 4,3 milioni di sostegno tramite Kickstarter. Immagine tramite Creality.
Stampante 3D CR-6 SE di Creality

Il sistema CR6-SE Fused Filament Fabrication (FFF) focalizzato di Creality è rivolto agli hobbisti e ai nuovi arrivati ​​nel mondo della stampa 3D. Il CR-6 SE è dotato di un corpo in alluminio modulare, con punti di accoppiamento resistenti alla polvere sigillati, che possono essere smontati e imballati per il trasporto. La stampante è pronta per l’uso appena estratta dalla confezione e può essere assemblata e resa operativa in soli cinque minuti.

Il sistema contiene diversi attributi che lo rendono adatto a chi lo utilizza per la prima volta. Il livellamento del letto può spesso essere un problema con le macchine di consumo, che porta all’ostruzione degli ugelli, scarsa adesione e generalmente bassa qualità delle stampe. La nuova stampante 3D di Creality ha un “dispositivo senza livellamento” integrato, che utilizza un sensore di pressione intelligente per livellare costantemente e automaticamente il letto, in modo che l’utente non debba farlo.

“Il nostro sistema più recente offre una gamma di funzionalità che sono state sviluppate pensando al nuovo arrivato”, ha affermato Chen. “Livellare correttamente il piano della stampante può essere una sfida per i nuovi utenti, ma con la nostra innovativa tecnologia True Leveling-Free, gli utenti possono sempre fare affidamento su risultati estremamente accurati”.

I gruppi delle testine di stampa mal progettati possono anche causare l’ostruzione o la fuoriuscita degli ugelli durante la stampa 3D. La CR6-SE combatte questo problema con una struttura della testina di stampa modulare ridisegnata che consente agli utenti di sostituire e sostituire i componenti con facilità. La macchina di Creality incoraggia anche la sperimentazione e il suo dissipatore di calore, il blocco termico, i tubi in teflon e l’hotend sono tutti decostruibili.

Il CR6 SE è dotato di un’interfaccia semplificata con un touch screen LCD a colori HD da 4,3 pollici, che consente agli utenti di utilizzare il dispositivo in modo semplice e intuitivo. Come soluzione fai-da-te all-in-one, la nuova stampante 3D di Creality consente la creazione di prodotti che vanno dai prototipi a strumenti e dispositivi complessi. Di conseguenza, il sistema consente sia agli hobbisti esperti che ai nuovi arrivati ​​di creare prodotti finali con un alto livello di precisione fino a soli 0,01 mm.

Creality ha scelto di utilizzare Kickstarter per finanziare CR6 SE a causa della posizione della piattaforma come leader globale nel lancio di progetti guidati dalla comunità. La società ha seguito i progressi di altre campagne di stampa 3D su Kickstarter e ha osservato che i sostenitori erano spesso espliciti con il loro feedback. Successivamente, nel maggio 2020, Creality ha lanciato la propria campagna nel tentativo di coinvolgere questi creativi nella ricerca e nello sviluppo dei propri sistemi.

“Kickstarter è un leader globale nella comunità e ha riunito una grande quantità di persone intelligenti e creative”, ha affermato Chen. “La comunità della stampa 3D ha molto da offrire in termini di feedback sui prodotti e speriamo che i nostri sostenitori continueranno a svolgere un ruolo attivo nella ricerca e sviluppo del CR-6”.

Man mano che la base di utenti della stampante cresce, la società mira a creare una “interazione a lungo termine, profonda e sana” con i primi utenti. Creality ha affermato di accettare che l’input della comunità spesso implichi sfide e suggerimenti, ma sostiene di poter implementare in modo iterativo il feedback degli utenti nel CR-6 SE. Inoltre, con le macchine iniziali del progetto al prezzo di $ 265, l’azienda sta commercializzando il proprio sistema presso il pubblico più ampio possibile al fine di massimizzare i vantaggi del suo approccio.

Basandosi sul suo ciclo di sviluppo basato sul feedback, Creality CR-6 SE è già stato oggetto di numerose recensioni su YouTube. Molti dei popolari canali di YouTube hanno milioni di abbonati, il che potrebbe aumentare il potenziale di attrarre nuovi utenti. La nuova stampante 3D di Creality è stata anche sottoposta all’Autodesk Kickstarter Test, che mostra le capacità dei nuovi sistemi ai sostenitori della piattaforma.

Il sistema ha ottenuto un impressionante punteggio di 26,5 su 30, compresi i voti pieni per la prevenzione di sbalzi, ponti e caratteristiche negative. Di conseguenza, l’accoglienza della community di Kickstarter è stata finora estremamente positiva per il CR-6 SE. Non solo la macchina è stata sostenuta da più di 10.000 sostenitori, ma ha anche battuto molti dei record del sito web.

La nuova macchina di Creality è ora il progetto di stampa 3D più popolare e meglio finanziato di quest’anno su Kickstarter e la seconda più alta campagna relativa alla stampa nella storia della piattaforma. Al momento, la società sta inviando ordini per una data di consegna di agosto 2020. Ad oggi, l’azienda ha spedito più di 2.000 stampanti 3D ai clienti, circa il 48% di quelli che hanno sostenuto il progetto con l’acquisto completo.

“Creality è un marchio di cui i clienti possono fidarsi per fornire stampanti 3D robuste, convenienti e facili da usare”, ha concluso Chen. “Il CR-6 SE sarà l’ultimo di una lunga serie di sistemi Creality FDM di successo e con il feedback della nostra fedele base di utenti, chissà cosa possiamo ottenere”.

Creality nel settore della stampa 3D

Creality è nota nella stampa 3D per le sue stampanti 3D desktop entry-level e per il suo livello di coinvolgimento con la comunità degli hobbisti. Nel corso degli anni, i sistemi accessibili e convenienti dell’azienda si sono dimostrati compatibili con i componenti prodotti da una serie di altre aziende di stampa 3D.

Lo sviluppatore svedese di estrusori Bondtech ha rilasciato un Direct Drive System (DDS) sviluppato in collaborazione con la comunità di stampa 3D. DDS combina l’estrusore Bondtech Mini Geared (BMG) con l’ hotend V6 di E3D per consentire un migliore controllo nel sistema CR-10S di Creality.

E3D Online ha anche utilizzato l’ hotend che aveva sviluppato per la sua linea di stampanti 3D Supervolcano su un Creality CR-10 S5. La parte è risultata intercambiabile e l’azienda ha utilizzato la macchina Creality per produrre maschere e attrezzature per le sue linee di assemblaggio.

Grazie alla loro facilità d’uso, i sistemi di Creality sono stati adottati anche da diversi gruppi di ricercatori. Gli scienziati dell’Université Laval canadese hanno utilizzato un sistema ENDER-4 per stampare in 3D un tipo di vetro adatto per l’incorporazione nei laser e nell’ottica a infrarossi. I ricercatori dell’Università di Nantes , nel frattempo, hanno sfruttato una macchina Creality CR-10 per studiare il trasferimento di calore e l’adesione tra gli strati nella stampa 3D FFF.

Be the first to comment on "Intervista a Jack Chen, CEO e fondatore di Creality"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi