La stampa 3D è una minaccia per il commercio globale? Gli effetti commerciali di cui non hai sentito parlare  

 Caroline Freund Alen Mulabdic Michele Ruta
 
da https://doi.org/10.1016/j.jinteco.2022.103646Ottieni diritti e contenuti

 
A metà degli anni 2000, la produzione di apparecchi acustici è passata quasi interamente alla stampa 3D. Utilizzando la differenza nelle differenze e metodi di controllo sintetici, questo documento esamina gli effetti di questo spostamento sui flussi commerciali. Sfruttando la variazione dei tempi di adozione della nuova tecnologia da parte di diversi produttori per identificare gli effetti causali della stampa 3D, l’analisi rileva che le esportazioni di apparecchi acustici sono aumentate di circa l’80% in seguito all’introduzione della nuova tecnologia. Non ci sono prove di un effetto di localizzazione, poiché il commercio complessivo di apparecchi acustici è aumentato di un importo simile. Come controllo di solidità, il documento esamina 35 prodotti che sono parzialmente stampati in 3D e trova effetti positivi e significativi sul commercio. Questi effetti sono più forti per i beni più complessi e più leggeri.

Il primo studio sull’impatto della stampa 3D sul commercio rileva che ha effetti positivi
7 ore di Matt Kremenetsky Stampa 3D Stampa 3D Ricerca Beni di consumo Stampa 3D medica Problemi sociali

 
Un recente studio sul Journal of International Economics sostiene che la produzione additiva (AM) ha avuto “effetti positivi e significativi” sul commercio internazionale per un certo numero di settori che hanno adottato la tecnologia. Apparentemente, questa è la prima volta che la ricerca sull’impatto della stampa 3D sul commercio viene pubblicata su una rivista accademica.

Il documento, intitolato “ La stampa 3D è una minaccia per il commercio globale? Gli effetti commerciali di cui non si sente parlare “, è coautrice di Caroline Freund , economista e preside della School of Global Policy and Strategy dell’Università della California, San Diego (UCSD), insieme ad Alen Mulabdic e Michele Ruta, due economisti della Banca Mondiale . Freund è stato anche in precedenza direttore globale del Commercio, Investimenti e Competitività della Banca Mondiale.

Immagine per gentile concessione di Stratasys
Lo studio si concentra principalmente sugli apparecchi acustici, il settore in cui l’AM ha finora dominato la quota maggiore del mercato. A questo punto, si stima che il 99 per cento degli apparecchi acustici del pianeta sia stampato e la percentuale è più o meno così alta da un po’ di tempo.

Pertanto, gli apparecchi acustici possono presumibilmente darci il quadro più chiaro di ciò che accade al commercio internazionale in un settore, una volta adottato l’AM. Freund, Mulabdic e Ruta hanno scoperto che le esportazioni di apparecchi acustici sono aumentate di circa l’80% nei luoghi in cui è stata adottata la tecnologia. I ricercatori hanno anche studiato 35 altri prodotti di esportazione in altri settori che hanno iniziato a utilizzare l’AM, tra cui protesi, aerospaziale e calzature, e hanno trovato risultati simili.

Secondo l’abstract dello studio, “Questi [effetti positivi e significativi sul commercio] sono più forti per i beni più complessi e più leggeri. I risultati contrastano con le opinioni diffuse secondo cui la stampa 3D accorcerà le catene di approvvigionamento e ridurrà il commercio”. Nello studio, Freund ha scritto: “I politici spesso vedono la stampa 3D come un mezzo per accorciare le catene di approvvigionamento, quando in realtà è più probabile che migliori il commercio e rimodelli le catene di approvvigionamento”.
Apparecchi acustici sottoposti al processo di stampa 3D. Immagine per gentile concessione di Sonova.
Penso che l’ultimo punto, relativo al potenziale della tecnologia di rimodellare le catene di approvvigionamento , sia il punto più importante dello studio. Ultimamente, questo è l’attributo di AM su cui l’industria nel suo insieme ha puntato di più, quindi avere prove concrete di ciò è sia cruciale, sia probabile che stimoli ulteriori indagini sullo stesso argomento.

Più in generale, al di là delle implicazioni puramente accademiche, il fatto che questo possa essere preso come una sorta di documento di sintesi su AM dalla Banca Mondiale è forse di maggiore importanza rispetto alle specificità dello studio stesso. Può sembrare eccessivamente semplice, ma penso che se la Banca mondiale loda qualcosa, ha maggiori possibilità di successo rispetto alla maggior parte degli altri sviluppi.

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi