Pratt & Whitney valutano una soluzione end-to-end da Velo3D per la produzione di componenti di motori a reazione
 
La nuova stampante Sapphire e il relativo software risiedono presso il Raytheon Technologies Research Center nel Connecticut

  azienda leader nella tecnologia di produzione additiva in metallo per parti mission-critical, ha annunciato oggi che Pratt & Whitney, un’azienda Raytheon Technologies, ha acquisito una soluzione completa di Velo3D per valutare la stampante Sapphire per la produzione di componenti di motori a reazione. Questa è la prima stampante Sapphire situata presso Pratt & Whitney; in precedenza utilizzava la rete di produttori a contratto di Velo3D per produrre parti stampate e finite.

Pratt & Whitney e Raytheon Technologies sono utenti esperti e abili delle tecnologie di produzione additiva (AM) con una vasta conoscenza su varie piattaforme e applicazioni. Raytheon Technologies partecipa al lancio dell’iniziativa AM Forward del presidente Biden , un nuovo programma che incoraggia le aziende a esplorare l’uso della produzione additiva per trasformare le catene di approvvigionamento e promuovere l’innovazione. L’impegno di Raytheon Technologies include la ricerca del coinvolgimento dei produttori di piccole e medie imprese in oltre il 50% delle sue richieste di preventivi su prodotti fabbricati utilizzando tecnologie additive, nonché il tentativo di semplificare e accelerare il processo di approvvigionamento di parti AM.

“La produzione additiva di metalli può trasformare i sistemi aeronautici e spaziali offrendo un consolidamento delle parti senza precedenti, componenti più leggeri e sistemi più efficienti”, ha affermato Benny Buller , fondatore e CEO di Velo3D. “Siamo lieti di vedere Pratt & Whitney andare avanti con la propria stampante Sapphire XC. Non vediamo l’ora di vedere come innovano i loro progetti mission-critical utilizzando la soluzione end-to-end e come le economie di scala di un sistema interno aiutano ad aumentare i casi d’uso indirizzabili”.

“Pratt & Whitney attende con impazienza le applicazioni future che utilizzano la stampante Sapphire XC e le collaborazioni con altri potenziali fornitori con la capacità Velo3D, per Pratt & Whitney GTF™ e programmi per motori avanzati”, ha affermato Jesse Boyer, collega, Additive Manufacturing, Pratt & Whitney .

La nuova stampante Sapphire XC dell’azienda è calibrata per stampare in Inconel 718, una superlega a base di nichel adatta per temperature estreme.

Il Raytheon Technologies Research Center è l’hub di innovazione centrale dell’azienda in cui ingegneri, scienziati e ricercatori esplorano e sviluppano nuove tecnologie trasformative. Il centro fornisce alle aziende dell’azienda innovazioni e soluzioni rivoluzionarie ai problemi critici dei clienti in un’ampia gamma di aree di ricerca, inclusi sistemi integrati complessi, materiali avanzati e produzione, tecnologie che consentono l’autonomia, elettrificazione e sostenibilità.

Ciò è reso possibile dalla soluzione end-to-end di Velo3D, che include il software di preparazione della stampa Flow , la famiglia di stampanti Sapphire , il software di garanzia della qualità Assure e i processi di produzione alla base di Intelligent Fusion . Il sistema utilizza una serie di ricette note per ottenere le geometrie desiderate senza utilizzare supporti e monitora il processo di costruzione strato per strato per garantire la massima qualità.

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi