RAYLASE presenta la soluzione di calibrazione per la lavorazione laser a Formnext
 
L’azienda RAYLASE, specializzata in unità di deflessione laser, elettronica di controllo e software di processo laser associato per la produzione industriale, presenta SCAN-FIELD-CALIBRATOR (SCF) alla fiera Formnext.

L’SFC si occupa della calibrazione dei campi di processo per la lavorazione laser di componenti di grandi dimensioni così come si verificano nella produzione additiva. Invece del consueto processo manuale, lo SCAN-FIELD viene misurato automaticamente e corretto digitalmente.

Le difficoltà svaniscono letteralmente nel nulla: nessun dispendio di tempo significativo, nessuna precisione di correzione limitata e nessun rischio di errore. L’SFC può essere utilizzato per calibrare campi fino a 600 x 600 mm² e anche i campi di scansione sovrapposti vengono automaticamente allineati tra loro. La precisione dei risultati della misurazione è insuperabile.

La precisione di misurazione media dell’SFC è di ± 4 μm con una deviazione standard di 2 μm. Ciò significa che è possibile ottenere una precisione di correzione del campo di processo media di ± 15 μm. E tutto questo avviene in soli 5 minuti circa per campo di scansione, contrariamente alla calibrazione manuale del campo del processo laser, molto laboriosa e soggetta a errori, in diverse ore o addirittura giorni. L’SFC supporta quindi l’industria nel suo percorso di trasformazione verso una maggiore digitalizzazione verso una gestione più semplice, una maggiore velocità e, allo stesso tempo, una migliore qualità dei processi laser.

Una combinazione speciale di due prodotti, che l’Università tecnica di Monaco e l’ iwb , l’Istituto per le macchine utensili e la gestione industriale, stanno attualmente studiando , riguarda anche una migliore qualità e un aumento della produttività nell’area AM . Prof. Dr.-Ing. Katrin Wudy, esperta e professoressa per la produzione additiva basata su laser, parlerà dei precedenti risultati metallurgici dell’interazione unica dei MODULI RAYLASE AM con il laser nLight AFX-1000 presso lo stand nLight nel padiglione 12.0, B128 martedì 16. Report di ottobre alle 14:00

Con il MODULO AM Next Gen brevettato di RAYLASE con un asse zoom, che porta già a un raddoppio del diametro dello spot con una posizione di messa a fuoco ottimale, i costruttori di macchine, in combinazione con il laser a fibra programmabile nLight AFX-1000 laser, ottengono straordinarie possibilità di generando diversi profili di travi.

La distribuzione dell’intensità delle sorgenti del raggio, costituita da un raggio centrale monomodale e un raggio anulare, può essere commutata in un batter d’occhio da un tipico profilo Gauss a sei diversi profili a forma di anello. Le diverse potenze dei due raggi laser sovrapposti non solo generano un apporto energetico estremamente attraente ed omogeneo, evitando schizzi e rotture di calore, ma aumentano anche la produzione nella produzione additiva di un fattore quattro. Durante la presentazione del Professor Wudy, i dipendenti RAYLASE forniranno ulteriori informazioni su tutti i vantaggi del processo “LPBF – Laser Powder Bed Fusion”. “TUM, Optoprim, il partner di vendita tedesco per i laser nLight e RAYLASE hanno unito le forze,

Al Formnext di quest’anno, RAYLASE presenterà anche il suo portafoglio di prodotti di unità di deflessione laser AXIALSCAN-FIBER con l’unità di monitoraggio RAYSPECTOR. In particolare, i costruttori di macchine nell’area AM offrono ai componenti laser RAYLASE l’opportunità di progettare ancora meglio i loro componenti 3D. Il focus è sul processo di “hatching”, ovvero il riempimento efficiente e sovrapposto dei contorni 2D di uno strato di polvere con un diametro del punto relativamente grande e la successiva “tracciatura” del contorno con un diametro del punto piccolo e la massima precisione.

Il RAYSPECTOR integra in modo ottimale AS FIBER come piattaforma opto-meccanica con il cruciale monitoraggio del processo. Offre due percorsi ottici paralleli per la fotocamera e sensori per il “melt pool”. La telecamera, che viene tracciata in modo altamente dinamico nella messa a fuoco, viene utilizzata per l’impostazione e il monitoraggio della produzione. Al secondo percorso del sensore può essere collegato un pirometro quoziente o un dispositivo di misurazione dell’intensità luminosa. In combinazione, i due prodotti si rivelano un’unità imbattibilmente efficiente per importanti fasi di processo nella produzione AM.

Le unità di deflessione laser opto-meccaniche digitali di RAYLASE ottimizzano e migliorano significativamente numerosi processi laser nella produzione additiva. Possono essere facilmente integrati nelle linee di produzione del costruttore di macchine e consentono una scalatura più semplice con elevate velocità di produzione e precisione eccezionale. Ciò porta a una maggiore produzione in meno tempo e riduce i costi in molte importanti fasi di produzione AM.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi