RIZE Safe at Home

RIZE presenta l’iniziativa “Safe at Home” per rendere le catene di fornitura della stampa 3D più resilienti

Se dovessi nominare solo una cosa importante su cui la società di produzione additiva 2.0 RIZE, Inc. si concentra quando realizza le sue stampanti 3D industriali, è sicuramente la sicurezza, per la quale il presidente e CEO di RIZE Andy Kalambi mi ha detto nel 2019 le stampanti 3D a emissioni zero dell’azienda sono “costruiti appositamente”. L’ultimo fiore all’occhiello, dopo aver annunciato che la stampante 3D composita desktop 2XC è stata il quinto prodotto o materiale a ricevere l’importante certificazione UL GREENGUARD per la sicurezza e la sostenibilità , è la nuova iniziativa di produzione “Safe at Home”, che ha lo scopo di aiutare consentire alle organizzazioni di costruire catene di approvvigionamento distribuite e autosufficientiin ufficio, in fabbrica o a casa; un compito spesso necessario in questi giorni a causa della pandemia in corso.

Come COVID-19 ci ha ripetutamente dimostrato , è di fondamentale importanza che le catene di approvvigionamento imparino a diventare più resilienti e questa nuova iniziativa contribuirà a garantire che le aziende possano continuare in modo sicuro e senza problemi i loro flussi di lavoro, indipendentemente dal fatto che i suoi dipendenti lavorino da remoto o semplicemente il corridoio in ufficio.

RIZE, un pioniere tecnologico del World Economic Forum (WEF) 2020 , vanta la prima stampante 3D desktop professionale a ricevere la certificazione UL GREENGUARD, il che significa che aiuta a ridurre il rischio di esposizione chimica e, così facendo, aderisce agli standard di emissioni chimiche di terze parti e offre agli utenti la tranquillità che il prodotto che stanno utilizzando è sicuro. La ricerca mostrache molte stampanti 3D desktop rilasciano particelle ultrafini pericolose (UFP) e composti organici volatili (COV) nell’aria, il che ovviamente non è l’ideale se si utilizza il sistema a casa in uno spazio chiuso. I prodotti certificati GREENGUARD soddisfano ANSI / CAN / UL 2904, “Metodo standard per testare e valutare le emissioni di particelle e sostanze chimiche per stampanti 3D”, il che significa che rilasciano livelli inferiori di sostanze chimiche nocive nell’aria e sono quindi più sicuri da usare all’interno.

“La tecnologia di prossima generazione sta risolvendo alcuni dei maggiori limiti della produzione additiva, come la sua emissione di agenti cancerogeni e altre particelle sospese nell’aria associate ai tradizionali approcci FFF alla stampa 3D. Con la pandemia che espande la stampa 3D al di fuori dei tipici ambienti industriali come negli uffici domestici, le innovazioni degli operatori della produzione additiva di prossima generazione come RIZE stanno cambiando la conversazione su sicurezza e sostenibilità “, ha affermato Tim Greene, direttore della ricerca di IDC.

Festo SE & Co KG, fornitore di tecnologie di automazione e soluzioni tecniche per l’istruzione, sta partecipando alla nuova iniziativa di produzione di RIZE acquistando stampanti 3D composite RIZE 2XC e quindi implementandole nelle case di alcuni dei suoi importanti membri del team in Germania e negli Stati Uniti. Ciò consentirà all’azienda di creare una catena di fornitura produttiva e autosufficiente che sia sicura certificata UL GREENGUARD.

“In Festo, crediamo che la produzione additiva giocherà un ruolo chiave nel plasmare il futuro del lavoro. La produzione distribuita collaborativa determinerà un cambio di paradigma, che porterà a maggiori opportunità di mercato e maggiori applicazioni “, ha affermato Nuzha Yakoob, responsabile della tecnologia e dell’innovazione di Festo North America. “Siamo lieti di espandere il nostro lavoro con RIZE per aiutare a scalare l’adozione delle tecnologie di produzione di prossima generazione mettendo la sicurezza al centro della catena di fornitura di domani.”

Inoltre, Festo sta anche collaborando con RIZE per sviluppare flussi di lavoro in grado di fornire parti stampate in 3D durevoli, ripetibili e di alta precisione, indipendentemente dal fatto che i membri del team siano tutti insieme nello stesso edificio o sparsi in tutto il mondo.

Kalambi ha dichiarato: “Siamo onorati che Festo condivida il nostro impegno a riconcettualizzare la produzione e trovare modi migliori per lavorare in modo produttivo nella nuova normalità di COVID-19. L’iniziativa di produzione “Safe at Home” di RIZE è un potente primo passo per costruire la resilienza della catena di approvvigionamento con soluzioni di fabbricazione digitale avanzate come la linea RIZE di stampanti 3D certificate UL GREENGUARD che sono sicure per la casa, il lavoro e ovunque “.

Be the first to comment on "RIZE Safe at Home"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi