Trumpf presenta nuove soluzioni software per la stampa 3D industriale
 
La società tedesca TRUMPF ha annunciato che renderà i suoi sistemi di stampa 3D più intelligenti e produttivi. Alla fiera Formnext di Francoforte, l’azienda ha quindi presentato nuovi software , sensori e soluzioni di automazione per una stampa 3D più efficiente.

Ad esempio, il nuovo software “TruTops Print” ora combina diverse fasi di preparazione e pianificazione dei dati che in precedenza richiedevano diversi strumenti software. Una caratteristica speciale del nuovo software: la segmentazione Z. Ciò consente una maggiore produttività del sistema dividendo i componenti in diversi segmenti e assegnando parametri diversi a questi segmenti in base alla qualità della parte richiesta. Di conseguenza, la stampante 3D può generare spessori di strato superiori o inferiori sul componente, a seconda di quanto sia critico il rispettivo segmento. Questa flessibilizzazione del processo di stampa aumenta la produttività del sistema mentre la qualità dei componenti rimane la stessa.

TRUMPF ha sviluppato il nuovo software insieme al fornitore di tecnologia Module Works. Le due aziende sono partner strategici e, nella loro cooperazione allo sviluppo, hanno adattato il software TruTops Print ai requisiti speciali dei sistemi di stampa 3D TRUMPF e lo hanno dotato di un’interfaccia utente intuitiva.

Il nuovo concetto di flusso di gas garantisce risultati riproducibili
Per migliorare ulteriormente la robustezza delle macchine e la riproducibilità dei componenti, negli ultimi mesi TRUMPF ha sviluppato un nuovo concetto di flusso di gas che ottimizza il flusso di gas protettivo attraverso la camera di costruzione, particolarmente necessario per il processo di stampa. Garantisce condizioni di flusso omogenee per l’evacuazione efficiente del fumo dalla camera di costruzione e quindi condizioni di processo costantemente buone in modo che i laser possano funzionare indisturbati. Tutte le nuove generazioni di stampanti 3D TruPrint sono dotate del nuovo concetto di flusso di gas. TRUMPF ha esaminato sistematicamente l’effetto del concetto di flusso sulla robustezza del processo e lo ha convalidato su tutte le nuove generazioni di macchine.

Monitoraggio automatico del processo di stampa
La presentazione del prodotto a Formnext si è concentrata anche sulla nuova macchina di medio formato TruPrint 3000. Il sistema è dotato di due laser da 500 watt e può generare componenti con un diametro fino a 300 millimetri e un’altezza fino a 400 millimetri utilizzando un letto di polvere. fusione laser basata. Il clou è all’interno: il sistema è dotato del sistema di garanzia della qualità Melt Pool Monitoring. Si tratta di speciali sensori ad alta velocità integrati nell’ottica del sistema e che monitorano automaticamente il bagno di saldatura durante il processo di stampa. Se il bagno di saldatura è troppo freddo o surriscaldato, questo viene riconosciuto da un software intelligente e le deviazioni da un lavoro di riferimento vengono visualizzate graficamente in modo che gli operatori della macchina possano identificare, analizzare e intervenire sul guasto.

Inoltre, le soluzioni di digitalizzazione di TRUMPF per la stampa 3D si basano anche sul classico condition monitoring, che fornisce indicatori di processo rilevanti, nonché sulla possibilità di accesso remoto, anche tramite l’interfaccia standard industriale OPC UA, per controllare le sue macchine.

Maggiore produttività grazie all’automazione
TRUMPF continua a fare affidamento su diverse soluzioni di automazione per le sue tecnologie di stampa 3D. Ad esempio, la macchina di medio formato TruPrint 5000 è in grado di avviare automaticamente il processo di produzione. Non appena il cilindro di costruzione viene inserito nel sistema, si sposta automaticamente nella posizione di installazione e di lavoro. Il sistema di bloccaggio a punto zero integrato è la base per le fasi di processo successive come l’erosione, la fresatura o la tornitura. Collega automaticamente la piastra di supporto con il pistone nel cilindro, in modo che le fasi di lavoro manuali (come il serraggio delle viti) siano completamente eliminate. Quindi un sistema di azionamento nella camera di processo porta lo spazio di installazione e il coperchio del cilindro in una posizione di stoccaggio e il processo di produzione si avvia automaticamente. Nella fase successiva, i laser vengono calibrati e il processo di costruzione si avvia automaticamente. Grazie al principio del cilindro intercambiabile integrato, il cilindro di costruzione con i componenti finiti può essere esteso, mentre la camera di costruzione rimane inerte con il gas protettivo e può iniziare immediatamente con il prossimo lavoro di costruzione. Ciò riduce i tempi di fermo e i tempi morti e allo stesso tempo aumenta la produttività della stampante 3D.

Un’altra caratteristica è il monitoraggio automatizzato del campo di scansione, ovvero le aree di lavoro dei laser nella camera di costruzione. Garantisce una maggiore affidabilità del processo misurando la posizione dei raggi laser, confrontandoli con il software e, se necessario, allineando correttamente i raggi.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi