Wayland Additive con la sua piattaforma Calibur3 e la tecnologia NeuBeam nel 2021

Wayland Additive lancia il primo prodotto NeuBeam
“Si tratta davvero di avere standard industriali per l’AM in metallo.”

Sottolineando che non è una tecnologia per me stessa ed è in effetti una nuova tecnologia con nuove capacità che neutralizza i problemi dei processi del fascio di elettroni, è Wayland Additive .

Nel gennaio 2021, la società lancerà la sua piattaforma Calibur3 e la tecnologia NeuBeam che promette maggiore flessibilità e stabilità, nonché la capacità di elaborare materiali come tungsteno, rame e tantalio. Questa tecnologia, ritiene Wayland, significherà che i produttori non dovranno più scendere a compromessi nel processo o nei materiali quando adottano e applicano la produzione additiva in metallo.

Una delle capacità chiave della tecnologia Wayland sono le sue capacità di monitoraggio in-process, che producono dati di backscatter da un microscopio elettronico; mappa la temperatura attraverso il letto e fornisce una rappresentazione visiva grazie a sistemi di telecamere a infrarossi ad alta velocità; e fornisce informazioni sulla topologia della superficie della polvere utilizzando la scansione a luce bianca e le telecamere. Questa combinazione di tecnologia offre all’utente la possibilità di monitorare porosità, gonfiore, variazioni di temperatura, consentendo anche loro di alterare il ciclo di raffreddamento, mantenere in vita le piscine di fusione e modificare le strutture delle parti utilizzando l’e-beam.

“Si tratta di avere degli standard industriali per l’AM in metallo”, ha detto a TCT Pete Hansford, Direttore dello sviluppo aziendale di Wayland Additive . “Davvero, oggi non ce ne sono. E siamo stati fortunati ad aver iniziato con un foglio di carta bianco per sviluppare il nostro monitoraggio in-process perché avevamo bisogno di vedere cosa stava succedendo. Avere quel monitoraggio in-process ti consente di monitorare cosa stavi facendo e perché lo stai facendo. Vuoi avere quante più informazioni per capire cosa stai facendo, quindi quando effettui la chiamata e modifichi i tuoi parametri, vuoi vedere, causare e il vero effetto di quel cambiamento. “

Con funzionalità come questa, Wayland sta “entrando nel mercato”, dove ha in programma di lavorare con i clienti, sviluppare un bisogno e utilizzare la sua tecnologia NeuBeam e guardare le vendite crescere in modo naturale. Intende inoltre rendere disponibili sistemi più grandi rispetto al Calibur3, che è dotato di un volume di costruzione di 450 x 450 x 450 mm, sebbene la piattaforma che sarà lanciata il mese prossimo sarà “ in grado di essere di nuova generazione ” con Wayland che vuole assicurarsi che i clienti non investano in una macchina che viene sostituita mesi dopo.

Questi clienti, Wayland si aspetta da più di un anno di impegno con l’industria, inizieranno in settori come aerospaziale, medico, produzione di polveri e militare, ma con il tempo l’azienda prevede di servire una gamma più ampia di utenti.

“Quelle sono state le aree in cui pensiamo che la nostra tecnologia sia applicabile in primo luogo”, ha detto Hansford, “ma penso che una volta maturato in un processo di produzione, allora sono sicuro che si aprirà, perché il duro lavoro lo farà sono stati realizzati da queste industrie pionieristiche che stanno cercando di avere un vantaggio in termini di capacità tecniche “.

Be the first to comment on "Wayland Additive con la sua piattaforma Calibur3 e la tecnologia NeuBeam nel 2021"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi