Un’altra impresa di riciclaggio PLA 

Ho appena notato un altro servizio di riciclaggio del PLA, in particolare per i rifiuti di stampa 3D.

L’impresa, con sede a Bradford, nel Regno Unito, è “3D Printing Waste”, che descrive la sua missione:

 
“La stampa 3D è un’arma a doppio taglio. Sebbene fondamentalmente additivo, l’uso della plastica come materia prima potrebbe esacerbare il problema della plastica senza un efficiente recupero delle risorse.

3DPW offre soluzioni praticabili di fine vita per i rifiuti stampati in 3D che non sono attualmente riciclati o riutilizzati, prevenendo così un ulteriore inquinamento da plastica degli ambienti terrestri e marini”.
Questa sembra una buona idea, poiché gli operatori di stampanti 3D tendono a ritrovarsi con una grande quantità di materiale di scarto, in genere da queste fonti:

Stampe fallite, spaghetti
Materiale di supporto rimosso
Filamento di fine bobina troppo corto per essere utilizzato
Stampe scartate da design iterativi
Parti in eccesso dai cicli di produzione


In un modo o nell’altro, gli operatori di stampanti 3D finiranno con una grande quantità di plastica di scarto. Ho una grande scatola qui al laboratorio dove raccolgo questo materiale. Ma cosa faccio con la scatola quando è piena?

È qui che entrano in gioco i rifiuti di stampa 3D. Il loro approccio è quello di inviarti una scatola standard che puoi riempire con i tuoi scarti e viene restituita loro. Lì lo elaborano in tre diverse forme di soluzione:

Riciclaggio – fornitura di rifiuti come materia prima per processi di produzione come lo stampaggio a iniezione – riducendo la dipendenza dai polimeri vergini.
Upcycling – utilizzando i rifiuti di plastica come materiale di input per la produzione di prodotti creativi a valore aggiunto – dando nuova vita ai rifiuti di plastica.
Pellettizzazione : la plastica sprecata viene triturata/macinata, fusa e riformata sotto forma di pellet per la rivendita come materiali secondari, aumentando l’utilizzo di polimeri riciclati.
Accettano solo materiali di scarto PLA, quindi l’utente dovrà smistare eventuali PETG, ABS, bobine vuote o altri materiali dalla spedizione.

 
Si noti che questo è un servizio del Regno Unito, poiché la spedizione di rifiuti su distanze maggiori sarebbe finanziariamente impossibile.

Il costo del servizio è di £ 54 (US $ 68) per una scatola da 45 litri e £ 168 (US $ 211) per una scatola da 154 litri. Per riferimento, la scatola da 45 litri rappresenterebbe un volume di 355 mm su un lato, mentre la scatola più grande sarebbe 536 mm su un lato.

Un rapido test qui mostra che la mia scatola da 350 mm è quasi piena e pesa 8,5 kg, o circa nove bobine di filamento. Questo equivale a circa US $ 8 per bobina di materiale per spedire e trattare i rifiuti, se mi trovassi nel Regno Unito.

è un buon affare? È un prezzo che le persone sono disposte a pagare? Non sono così sicuro. Quando una bobina in genere costa US $ 20, saresti disposto a pagare un premio del 40% per garantire che il riciclaggio avvenga? Compreresti una bobina con un ricarico del 40% per garantire il riciclaggio gratuito?

Ho il sospetto che un servizio di questo tipo possa essere utilizzato al meglio da operazioni più grandi che gestiscono piccole aziende di stampanti 3D. Genererebbero quantità maggiori e consistenti di rifiuti che potrebbero giustificare la tassa in quanto aiuterebbe a garantire lo stato ecologico dell’operazione. Ma non riesco proprio a vedere nessuno che utilizzi un servizio come questo a meno che non sia completamente dedito al riciclaggio e disposto a pagarne i costi.


Ci sono stati altri tentativi di riciclare i rifiuti di stampanti 3D e pochi hanno avuto successo perché è semplicemente un’attività molto impegnativa. Un esempio di un paio di anni fa è stato il “ Progetto PLA ”, che aveva un modello di business simile: spedire una scatola, restituirla con gli scarti. Sfortunatamente, il progetto PLA non è durato molto a lungo.

Mentre l’idea di riciclare i rifiuti della stampante 3D è attraente, il diavolo è nei dettagli. Ci sono diverse questioni fondamentali che devono essere superate:

Smistamento materiali di ogni tipo
Mescolare i colori dei materiali
Spese di spedizione secondarie per la restituzione del materiale
Non vedo che questi vengano risolti a breve.

Da fabbaloo.com

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi