9T Labs raccoglie 4,3 milioni di dollari in un round di finanziamenti

Lo specialista svizzero di stampa 3D in fibra di carbonio 9T Labs ha annunciato la chiusura di un round di finanziamento delle sementi da 4,3 milioni di dollari.

Utilizzando il finanziamento, la società si concentrerà sullo sviluppo ulteriore della sua tecnologia di stampa 3D in fibra di carbonio, nonché sul ridimensionamento dei casi d’uso di fabbricazione in serie.

Il round seed includeva contributi degli investitori esistenti Wingman Ventures , oltre a nuove aggiunte da parte di Investiere e del Fondo tecnologico . Inoltre, 9T Labs è supportato dal programma ESA Business Incubation Center (ESA BIC) Svizzera, un programma che offre supporto agli imprenditori per aiutare a sviluppare le loro attività, con particolare attenzione allo spazio.

Oltre al nuovo finanziamento, 9T Labs ha anche rivelato nuove aggiunte al suo consiglio di amministrazione. Andreas Wuellner del produttore di materiali in carbonio SGL Carbon e Bertrand Humel, precedentemente CCO di EOS , entrano a far parte del consiglio. Humel spiega che:

“CONTRARIAMENTE ALLE AZIENDE DI STAMPA 3D IN PLASTICA E METALLO, CHE COMPETONO CON LE SOLUZIONI DI PRODUZIONE AUTOMATIZZATE E CONSOLIDATE ESISTENTI, 9T LABS ENTRA IN UN MERCATO CHE NON HA ANCORA VISTO SOLUZIONI DI AUTOMAZIONE E SOFTWARE STANDARDIZZATE PER LA PRODUZIONE DI MASSA, OFFRENDO UN ENORME POTENZIALE DI MERCATO.”

Uno spin-off di ETH Zurigo, Svizzera, 9T Labs è stato co-fondato da Chester Houwink, Giovanni Cavolina e Martin Eichenhofer nel 2018. La missione dell’azienda è rendere “materiali compositi in fibra di carbonio accessibili come i normali materiali metallici” attraverso la stampa 3D . 9T Labs mira a raggiungere questo obiettivo fornendo un flusso di lavoro integrato per la produzione di parti composite in fibra di carbonio. In questo flusso di lavoro è inclusa una soluzione all-in-one di software, tecnologia di stampa 3D e funzionalità di post-elaborazione.

Attualmente, in fase di sviluppo, la tecnologia di 9T Labs include il suo software Fibrify, che consente agli utenti di monitorare l’attività di stampa 3D e ottimizzare il posizionamento delle fibre in base al caso di carico. La società sta inoltre sviluppando la sua stampante 3D per la produzione di compositi in fibra di carbonio, nota come serie rossa. Comprende due unità: una stampante 3D FDM, dotata di una testina di stampa brevettata per la produzione continua di fibre di carbonio e un sistema di post-elaborazione, denominato Fusion Unit. Con la sua tecnologia di stampa 3D, 9T Labs afferma che gli usi possono produrre parti in fibra di carbonio con contenuto vuoto inferiore al due percento e contenuto volumetrico composito di carbonio fino al sessanta percento.

9T Labs ha anche sviluppato quello che è noto come CarbonKit . Un componente aggiuntivo per le stampanti 3D FDM, CarbonKit è costituito da una bobina PA12 in fibra di carbonio, un contenitore di materiale e una testina di stampa con doppia estrusione, che offre alle macchine esistenti funzionalità di stampa 3D in fibra di carbonio. Grazie alla sua tecnologia, l’industria della stampa 3D ha elencato 9T Labs come una delle startup di stampa 3D da guardare all’evento MUST 3D Printing nel 2018. Nel 2019, 9T Labs è stato anche selezionato per Startup of the Year ai 3D Printing Industry Awards .

I compositi in fibra di carbonio offrono numerosi vantaggi ai produttori, in particolare per quanto riguarda le prestazioni meccaniche. Le parti fabbricate con il materiale sono in grado di rimanere leggere e allo stesso tempo offrono proprietà ad alta resistenza in grado di competere con le controparti di materiali metallici più pesanti. Tuttavia, l’adozione diffusa della fibra di carbonio nell’industria manifatturiera è stata limitata dagli alti costi e dai lunghi tempi di consegna. 9T Labs cerca di sfruttare le capacità della stampa 3D, in quanto può fornire un percorso per superare gli ostacoli all’adozione della fibra di carbonio nel più ampio settore manifatturiero.

Be the first to comment on "9T Labs raccoglie 4,3 milioni di dollari in un round di finanziamenti"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi