La stampa 3D non si sta solo affermando in sempre più settori, ma le persone offrono anche servizi di stampa 3D in sempre più regioni del mondo. Anche in luoghi non associati ai servizi moderni. Ad esempio a Cuba.

L’isola, governata dal socialismo, è stata caratterizzata da un’economia pianificata dallo stato fin dagli anni ’60. Dal crollo dell’Unione Sovietica, l’economia della carenza a Cuba è aumentata. L’embargo economico, la cattiva gestione e il crollo del turismo dovuto alla pandemia hanno peggiorato la situazione economica dell’isola. Ad agosto la dirigenza è stata costretta ad autorizzare per la prima volta le piccole imprese private .

Secondo i media locali, una delle prime start-up è stata il fornitore di servizi di stampa 3D Addimensional . Uno dei fondatori, Abel Bajuelos, ha detto in un’intervista che ha avuto nel 2014 con la stampa 3D è iniziata . Il team ha ora effettuato un rebranding con Addimensional e spera di potersi espandere attraverso la nuova forma legale.

Il team è composto da sei dipendenti e cinque stampanti 3D . Oltre al popolare processo FDM , l’azienda utilizza anche stampanti in resina. C’è una carenza di pezzi di ricambio e molti altri a Cuba. Per questo motivo, Addimensional ha deciso di produrre parti che altrimenti non sarebbero disponibili sull’isola. Il team ha anche prodotto attrezzature mediche durante la pandemia di COVID19.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi