Additive Industries annuncia lo sviluppo del sistema di stampa 3D MetalFAB di grande formato con dieci laser da 1KW


Lo sviluppo della macchina ha visto il CEO Mark Vaes tornare nel ruolo di CTO.

Additive Industries ha annunciato lo sviluppo di un sistema di stampa 3D MetalFAB di formato più grande dopo che Formnext Connect è giunto al termine.

L’azienda prevede di presentare il MetalFAB-600, che ha un volume di costruzione di 600 x 600 x 1000 mm rispetto al volume 420 x 420 x 400 del MetalFAB1, verso la fine del 2021. In linea con questo annuncio, il CEO di Additive Industries Mark Vaes ha riassunto il suo ruolo di Chief Technology Officer per gestire lo sviluppo della nuova macchina, con Jonas Wintermans, un co-fondatore dell’azienda, che ricopre il ruolo di CEO ad interim. Additive Industries ha anche annunciato che l’attività di investimento della famiglia Wintermans, Highlands Beheer, ha investito un totale di $ 33 milioni nel 2020.

MetalFAB-600 arriverà sul mercato con una delle più grandi dimensioni di costruzione per un sistema di stampa 3D in metallo e completerà il volume di costruzione con dieci laser da 1KW e una velocità di deposizione fino a 1000 cc / ora, per industrie additive. Si dice che sia sviluppato su una piattaforma che consentirà “un’ulteriore espansione” del volume di costruzione e della produttività in futuro. L’azienda ritiene che il MetalFAB-600 si basi sulle capacità del suo predecessore, sfruttando la stessa robustezza e capacità di automazione, l’ultima delle quali si concentra sulla gestione della polvere, sugli allineamenti e sulle calibrazioni.

“In questo momento, è fondamentale per le industrie additive svilupparsi e innovare”, ha commentato Wintermans. “Il nuovo progetto MetalFAB-600 è molto rilevante per i nostri clienti e quindi importante per le industrie additive. Un volume di costruzione maggiore apre le porte a più applicazioni e maggiore produttività. Lavori di costruzione più grandi significano anche la necessità di una maggiore potenza laser e la massima robustezza, perché gli utenti vogliono che le loro parti raggiungano il traguardo quando stampano lavori di più giorni.

“L’attuale MetalFAB1, che sarà ulteriormente sviluppato in termini di semplificazione e potenza del laser, eccelle nella costruzione di lavori lunghi e pesanti fino a 150 kg di pezzi. Il suo nuovo fratello, il MetalFAB-600, dovrebbe basarsi su questa conoscenza. Abbiamo un team eccellente, guidato da Mark, e siamo fiduciosi di poter arricchire il nostro settore con questo nuovo modello, oltre che con il nostro portafoglio attuale “.

L’annuncio del MetalFAB-600 arriva dopo che Additive Industries ha firmato una lettera di intenti con il produttore di fresatrici Makino per sviluppare catene di processo integrate per consentire l’“upscaling della produzione additiva industrializzata ”.

Il loro scopo è costruire una catena di processo che faccia funzionare insieme la produzione additiva di parti metalliche e il post-processo. Sono pronti a lavorare insieme per sviluppare e commercializzare catene di processi ibridi supportate dal loro know-how di processo e dall’esperienza nella progettazione di macchine.

“Lavorando insieme a Makino come leader globale nelle fresatrici di fascia alta, lavoreremo insieme a soluzioni di processo complete per mercati esigenti e di fascia alta”, ha aggiunto Vaes. “Siamo molto soddisfatti della forte partnership con Makino e orgogliosi di lavorare con le loro soluzioni di lavorazione leader del settore”.

Un terzo sviluppo in Additive Industries questa settimana ha visto l’installazione di MetalFAB1 presso Fusor Tech in una partnership che mira a sviluppare il mercato dei ‘ricambi digitali’ nei settori petrolifero, del gas e petrolchimico.

Questa alleanza si concentrerà inizialmente sulla regione del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA).

“La transizione mondiale dalla produzione globale a quella regionale, per recuperare il valore del paese, ci ha presentato una fantastica opportunità; per portare la nostra attività di AM in ogni paese del Medio Oriente “, ha commentato Khalil, Direttore e co-fondatore di Fusor Tech. “Siamo entusiasti di MetalFAB1, una piattaforma matura che consentirà ai nostri ingegneri di risolvere rapidamente i problemi dei nostri clienti”.

“Impegnarsi con Fusor Tech è uno sviluppo entusiasmante per la nostra azienda e non vediamo l’ora di aprire questo mercato geografico ed esplorare ulteriormente il mercato verticale di petrolio e gas”, ha detto Vaes.

Be the first to comment on "Additive Industries annuncia lo sviluppo del sistema di stampa 3D MetalFAB di grande formato con dieci laser da 1KW"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi