ADDUP E IPC ISTITUISCONO LA PIATTAFORMA ADDILYS PER APPLICAZIONI AVANZATE DI UTENSILI STAMPATI IN 3D

Il fornitore francese di stampanti 3D industriali AddUp e il Centro tecnico industriale per materie plastiche e compositi (IPC) hanno istituito la piattaforma ADDILYS per aggiornare la produzione additiva per le applicazioni di utensili.

Con ADDILYS, i partner forniranno ai produttori soluzioni e consigli per implementare soluzioni termiche attraverso l’uso di raffreddamento conforme, abilitato dalla stampa 3D in metallo. Questa nuova entità avrà sede nella regione dell’Alvernia Rodano-Alpi, in prossimità di AddUp e IPC.

“ADDILYS è la risposta commerciale per gli utenti della lavorazione della plastica e degli utensili”, ha affermato David Muller, CEO di ADDILYS.

“Combinando le capacità di stampa 3D con l’esperienza degli utenti commerciali (lavorazione delle materie plastiche, ecc.) L’azienda offre una risposta ottimale per soluzioni tecniche che apportano vantaggi nel modo più rapido ed efficiente offrendo supporto ad hoc al fine di migliorare la produttività operativa. ”

AddUp è iniziata nel 2016 da Fives-Michelin Additive Solutions , una joint venture che fornisce servizi esclusivi di produzione di additivi metallici. Nel 2018, l’azienda ha continuato ad acquisire BeAM , un produttore di macchine per la deposizione di energia diretta (DED) e una quota di maggioranza in Poly-Shape , un fornitore francese di servizi di produzione additiva.

Inoltre, IPC è specializzata nell’innovazione della plastica e dei compositi. All’inizio di quest’anno, ha collaborato con Smoby e Materialise per creare versioni in miniatura dell’auto Saetta McQueen con stampi in metallo stampati in 3D .

Insieme, AddUp e IPC uniranno le proprie capacità attraverso una strategia hub adattata a settori come l’aeronautica e l’energia, per valutare i prodotti dei propri clienti, le competenze di processo nella produzione additiva e macchinari ad alte prestazioni. In tal modo, verranno create soluzioni termiche personalizzate e stampi stampati in 3D per consentire i processori di materie plastiche, migliorando i tempi di ciclo e la produttività.

“Il Centro tecnico IPC è stato creato alcuni anni fa da produttori di lavorazione delle materie plastiche che cercavano di promuovere l’innovazione e migliorare il vantaggio competitivo delle loro aziende”, ha dichiarato Etienne Béchet de Balan, presidente di IPC.

“Questa insolita partnership tra un centro di ricerca e un produttore, ADDUP, leader emergente nella produzione additiva, è una vera opportunità per sfruttare le competenze di ciascuna organizzazione e i progressi della R&S acquisiti negli ultimi anni a beneficio dei produttori del settore.”

Attualmente, IPC e AddUp, attraverso ADDILYS, offrono consulenza per supportare progetti che richiedono strumenti personalizzati. Vincent Ferreiro, direttore generale di AddUp, ha aggiunto: “Come pionieri nello sviluppo di soluzioni di stampa 3D per la produzione e, grazie all’esperienza acquisita dai nostri azionisti, Fives e Michelin, siamo convinti che la creazione di questa piattaforma con IPC consentirà la produzione attori del settore che utilizzano stampi per accedere a un’offerta di servizi innovativa in grado di aggiungere un valore enorme. “

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi