AFRC e Airbus DS accordo per la produzione di serbatoi di carburante per veicoli spaziali

AFRC e Airbus DS mirano a riportare la produzione di serbatoi di carburante per veicoli spaziali nel Regno Unito

Il Advanced Forming Research Centre (AFRC) dell’Università di Strathclyde in Scozia ha stretto una nuova partnership con Airbus Defence and Space (Airbus DS) e TWI Ltd per riportare la produzione di carri armati spaziali nel Regno Unito. L’accordo segna la prima incursione dell’AFRC nel settore spaziale.

Finanziato dall’Agenzia spaziale europea, il progetto biennale congiunto farà leva sull’esperienza dell’AFRC nella formazione e nella forgiatura per informare Airbus DS su quali processi di produzione avanzati sarebbero più adatti alla produzione di serbatoi. Airbus DS, da parte sua, combinerà i consigli con le proprie ricerche per determinare il modo migliore di procedere, che si tratti di produzione additiva, formatura di metalli o formatura superplastica.

Uno degli obiettivi principali della partnership è rendere la progettazione dei serbatoi del propellente più efficiente ed economica producendo il componente iniziale nel modo più preciso possibile (o il più vicino possibile alla forma della rete) in modo da ridurre i tempi e i costi di lavorazione successivi e viene sprecato meno materiale metallico.

Attualmente, Airbus DS riceve i suoi serbatoi di carburante principalmente dalla Germania e dagli Stati Uniti. Il progetto, tuttavia, prevede un futuro in cui la compagnia aerospaziale può acquistare serbatoi di propellente prodotti nel Regno Unito, dove una volta avveniva la produzione. La scelta di lavorare con un’università in Scozia, e in particolare a Glasgow, è stata strategica: la città della Gran Bretagna settentrionale produce più piccoli satelliti che in qualsiasi altra parte d’Europa. Il primo porto spaziale del Regno Unito deve essere costruito anche nelle Highlands scozzesi.

Il Dr. Jill Miscandlon dirige il progetto congiunto presso l’AFRC
La dott.ssa Jill Miscandlon, che guida il progetto presso l’AFRC, ha dichiarato: “Airbus DS è all’avanguardia nel settore e questa collaborazione ci vede guardare ai componenti necessari per realizzare i serbatoi di propellente e fornire consulenza su potenziali metodi di produzione … negli ultimi quattro mesi, abbiamo esaminato i metodi per ottenere una produzione quasi a forma di rete, mantenendo allo stesso tempo le proprietà del materiale perché nello spazio deve essere strutturalmente solido.

“I serbatoi devono essere abbastanza robusti da immagazzinare propellente, come l’idrazina o il gas allo xeno, ad alta pressione durante la vita di una missione, che potrebbe essere superiore a 25 anni. Allo stesso tempo, per alcune piattaforme satellitari LEO (Low Earth Orbit) di rientro non controllate, al ritorno, dovrebbero vaporizzare incontrando l’atmosfera superiore in modo da non presentare un rischio per le persone e le strutture sulla Terra. “

TWI Ltd, un’organizzazione di ricerca sulla saldatura, aiuterà le due parti a scegliere il metodo di produzione dei serbatoi una volta completate le valutazioni dei vari metodi di produzione avanzati.

“Airbus DS unirà la propria esperienza di ricerca con il nostro studio e deciderà sulla tecnica scelta da portare avanti”, ha affermato il dott. Miscandlon. “Potrebbe trattarsi di processi di formatura dei metalli, di formatura superplastica o di fabbricazione additiva, ognuno dei quali produrrebbe le parti del serbatoio quasi a forma di rete.

“La chiave del progetto è realizzare componenti in tempi di consegna più brevi e sprecare materiale meno costoso, che è essenziale con leghe di titanio che costano fino a $ 60 al chilo, a seconda del tipo di lega e del percorso di produzione. Ci stiamo anche concentrando sulla condivisione dei risultati del progetto con la più ampia catena di approvvigionamento qui nel Regno Unito. “

Il professor Keith Ridgway, presidente esecutivo dell’AFRC, ha aggiunto: Questo è un grande progetto che evidenzia i vantaggi di allineare la ricerca manifatturiera avanzata con la crescente industria spaziale del Regno Unito. Si concentra anche sull’attenzione dell’Università di Strathclyde sull’innovazione nello spazio, che è stata sviluppata attraverso il suo Centro di tecnologia e innovazione all’interno del Distretto di innovazione della città di Glasgow, riunendo ricercatori e aziende ad alta crescita con tecnologia e start-up creative, al lavoro -di fianco.”

Non so voi, ma i nostri soldi sono sulla produzione additiva selezionata per la produzione di serbatoi di carburante!

Be the first to comment on "AFRC e Airbus DS accordo per la produzione di serbatoi di carburante per veicoli spaziali"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi