L’ Additive Manufacturer Green Trade Association (AMGTA) ha pubblicato un rapporto che delinea i requisiti per passivare i rifiuti del condensato di fusione del letto di polvere metallica per il trasporto e il riciclaggio.  

Sviluppato dai membri AMGTA Sintavia e KBM Advanced Materials , il nuovo processo mescola condensa in polvere con una resina rimovibile per rendere i rifiuti non pericolosi e spedibili a un impianto di riciclaggio. La resina rimovibile è fornita da KBM.  

Il condensato di metallo, il termine utilizzato per la fuliggine e la polvere in eccesso che viene soffiata via da una piastra di costruzione durante il processo di stampa 3D con fusione a letto di polvere, è considerato un materiale pericoloso ed è quindi costoso da smaltire. Attualmente Sintavia passiva i suoi rifiuti di condensa miscelandoli con olio siliconico e sabbia, il che rende possibile il trasporto senza rischio di infiammabilità, ma la polvere metallica non può essere recuperata economicamente. Attraverso il suo lavoro con KBM, Sintavia sta testando alternative per passivare la condensa in polvere e consentire il riutilizzo e/o il riciclaggio della polvere metallica.  


Durante le prove del processo di passivazione della condensa che utilizza la resina KBM, la polvere condensata è stata miscelata con la resina utilizzando un cucchiaio di plastica fino a formare una pasta, prima di essere lasciata asciugare su un vassoio di alluminio con carta pergamena per evitare che si attaccasse. Utilizzando EOS RFS 1.0 H282 e EOS RFS 2.0 IN718, sono stati valutati i tre scenari seguenti:  

250 g RFS 1.0 H282 + 5 g di resina KBM + 80 ml di solvente 

1 kg RFS 1.0 H282 + 15 g di resina KBM + 150 ml di solvente 

237 g RFS 2.0 IN718 + 5 g di resina + 40 ml di solvente 

Mentre tutti gli scenari formavano una pasta densa che si asciugava dopo alcune ore, gli scenari n. 1 e n. 2 non erano completamente solidi e diventavano briciole dopo l’applicazione di una piccola pressione, mentre lo scenario n. 3 era completamente solido. Non sono state segnalate situazioni pericolose e la qualità dell’aria è rimasta entro limiti accettabili. Sintavia e KBM sono impostate per eseguire ulteriori prove con diversi tipi di condensato in polvere, ma hanno preso fiducia dalle prove iniziali che la procedura funziona.  

“Il rapporto di oggi è una lettura obbligata per qualsiasi azienda coinvolta nella produzione additiva di metalli da fusione a letto di polvere laser”, ha commentato Sherri Monroe, direttore esecutivo dell’AMGTA. “Non solo questo nuovo processo riduce i costi di trasporto, ma è anche reversibile, il che significa che le aziende di riciclo dei metalli possono avere accesso incontaminato alla polvere sottostante una volta ricevuta, consentendo così il potenziale riciclaggio dei materiali di scarto che in precedenza dovevano essere gettati in una discarica di rifiuti pericolosi”. 

“Spero che altre aziende adottino questo nuovo processo in quanto ridurrà i costi di trasporto poiché il materiale sottostante non è più pericoloso”, ha aggiunto Brian Neff, presidente del consiglio di amministrazione di AMGTA e CEO di Sintavia. “Questo rapporto è un eccellente esempio di AMGTA che assume un ruolo di leadership nello sviluppo di pratiche di uso sostenibile per la produzione additiva”. 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi