Babcock progetta le prime parti metalliche 3D per l’esercito britannico per affrontare l’obsolescenza
Le prime parti stampate in metallo 3D da utilizzare nelle flotte corazzate attive dell’esercito britannico sono state prodotte e montate dalla società di difesa Babcock International Group (Babcock).

Si ritiene che i componenti in acciaio siano i primi realizzati in questo modo da qualsiasi fornitore del Ministero della Difesa (MOD) appositamente per affrontare le crescenti sfide dell’obsolescenza tecnica e commerciale.

La pietra miliare principale fa parte di un programma di investimenti nella produzione avanzata globale a lungo termine di Babcock, che sta sviluppando una capacità che potrebbe vedere le parti stampate in qualsiasi parte del mondo quando e quando se ne presenta il bisogno. Ciò potrebbe includere vedere stampanti 3D a bordo di navi in ​​mare o in siti militari all’estero.

Montate su flotte in servizio, veicoli Titan e Trojan, le parti fanno parte del sistema periscopio per garantire agli equipaggi dell’esercito la visibilità delle loro immediate vicinanze.

L’amministratore delegato di Land, Tom Newman, ha dichiarato: “Questo investimento in tecnologia ci consente di supportare i nostri clienti in un modo completamente diverso, a casa e durante le operazioni. Se un componente è necessario e non può essere reperito, ora possiamo trovare un modo per realizzarlo.

“Mentre guardiamo al futuro del supporto delle apparecchiature, la produzione additiva ha implicazioni significative per i nostri clienti e sono lieto che Babcock stia aprendo la strada allo sviluppo di questa capacità”.

Il Chief Technology Officer di Babcock, il dott. Richard Drake, ha aggiunto: “Questo segna un’importante pietra miliare nella ricerca di soluzioni per parti obsolete e nell’affrontare la resilienza nella catena di fornitura, alcune delle maggiori sfide che le aziende di ingegneria e produzione come la nostra devono affrontare. Stiamo usando tecnologie dirompenti per affrontare questo problema.

“Per noi, questo fa parte di un programma di investimenti in crescita sulla produzione avanzata e additiva, che ora possiamo estendere ad altre aree della nostra attività e questo è estremamente entusiasmante per Babcock”.

Il brigadiere Phil Prosser, CBE, assistente capo di stato maggiore per le attrezzature, HQ Field Army: “L’adattamento di questa parte prodotta in modo additivo rappresenta una pietra miliare per la difesa e l’esercito. L’additivo ha sconvolto i processi di produzione del settore e ha creato un’alternativa agile alla tradizionale produzione di massa. Lavorando insieme a Babcock abbiamo aperto un percorso per la produzione di parti certificate.

“Il mio ruolo nell’esercito da campo è quello di fornire attrezzature sicure, supportate, disponibili e pronte per soddisfare la domanda attuale e futura dell’esercito da campo per operare, combattere e vincere guerre a terra. Questa capacità di produrre rapidamente parti consentirà alle nostre apparecchiature di schierarsi rapidamente nelle operazioni e di rimanere in battaglia più a lungo. Questa è un’attività vincente e ci impegniamo in questa collaborazione e continueremo a imparare a questo ritmo impressionante”.

A febbraio, Babcock ha lanciato la sua partnership tecnologica con il Plymouth Science Park e ha inaugurato un nuovissimo centro di innovazione incentrato sulle tecniche di produzione additiva. Ora significa che il processo di stampa di parti obsolete o richieste in piccole quantità, come il morsetto periscopico, può ora essere completato in giorni invece che in mesi.

Le soluzioni digitali come la produzione additiva stanno diventando sempre più significative nella gestione di asset complessi, critici, legacy e di basso volume. La stampa di parti in questo modo può anche garantire alle aziende che devono produrre su larga scala di farlo in modo più sostenibile, utilizzando solo materiali nel punto di necessità.

Il dottor Drake ha aggiunto: “Non ci fermeremo qui. Ora stiamo lavorando verso un futuro in cui le tecniche e i processi additivi che stiamo mettendo in atto ora; sarà prontamente disponibile in qualsiasi parte del MOD che supportiamo.

Babcock è responsabile della gestione della flotta di oltre 50.000 veicoli per l’esercito britannico, dai quad e generatori ai principali carri armati e armi, dalle pistole all’artiglieria indiretta.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi