Context : l’industria della stampa 3D è pronta a vedere vendite più elevate nel 2021 e oltre


“Mentre i vaccini appaiono all’orizzonte e il mondo vede la luce alla fine del tunnel della pandemia, l’industria della stampa 3D è pronta per questa rinascita”.

L’impatto della pandemia sul settore delle stampanti 3D fino al 2020 è stato incoerente. La domanda in alcuni settori professionali e hobbistici era ai massimi storici . D’altra parte, le vendite sono state più deboli in alcuni settori industriali a causa della riduzione degli acquisti nei mercati in crisi. Tuttavia, il progresso e l’innovazione sono continuati e le nuove tecnologie e la domanda repressa aiuteranno ad accelerare il mercato nel 2021 e oltre.

Mentre ingegneri e sviluppatori che lavoravano da casa cercavano di rispecchiare l’ambiente di lavoro in un ambiente domestico, molte aziende hanno acquistato stampanti desktop professionali da utilizzare insieme ai loro nuovi PC portatili e fotocamere Zoom. Al culmine del blocco, c’era anche una grande richiesta da parte degli hobbisti: alcuni cercavano solo un nuovo passatempo, ma altri facevano quello che potevano per aiutare la lotta contro il virus nella loro comunità locale stampando DPI , ad esempio. Sebbene la domanda fosse elevata, alcuni materiali di consumo per stampanti desktop erano limitati. Ciò è stato particolarmente vero nel mercato degli hobby e durante il primo e il secondo trimestre, quando gli stabilimenti cinesi sono stati chiusi e la logistica della catena di approvvigionamento è stata messa a dura prova. Quando la situazione è cambiata nel corso dell’anno, le spedizioni di stampanti di consumo sono esplose.

Le industrie chiave che attualmente sfruttano varie tecnologie di produzione additiva sono state gravemente colpite dalla pandemia, ma c’è stato un rinnovato interesse per le stampanti di fascia alta di altre aree. Le vendite di stampanti di design e industriali sono state messe a dura prova poiché molti mercati finali che utilizzavano la tecnologia sono stati in gran parte chiusi negli Stati Uniti e in Europa per la maggior parte del secondo trimestre. I settori automobilistico, aerospaziale, dentale e dell’istruzione sono stati tra quelli duramente colpiti dagli sforzi di mitigazione della pandemia e ciò ha avuto un impatto significativo sulle spedizioni di nuove spedizioni di stampanti nel primo semestre.

Nel frattempo, vi è stato un maggiore utilizzo della base installata di stampanti di tutte le varietà per determinate attività, come la produzione di beni legati alla pandemia. È qui che il mercato della stampa 3D ha davvero brillato nel 2020. In effetti, la maggior parte delle aziende di stampanti 3D sono diventate produttori di apparecchiature mediche nella prima parte dell’anno, trasformando le proprie stampanti nella produzione di DPI , tamponi nasofaringei e parti di ventilatori, oltre a contribuire al riempimento lacune nella catena di approvvigionamentoper altre merci. È diventato ancora una volta chiaro che la stampa 3D può essere facilmente e rapidamente sfruttata per stampare quasi tutto ciò che è necessario su richiesta senza i lunghi tempi di consegna e le complicate catene di fornitura associate alle tecniche di produzione tradizionali. Gli oggetti possono anche essere realizzati nella regione (o anche nello stesso edificio) di cui sono necessari. Questa consapevolezza ha suscitato un rinnovato interesse durante la seconda metà del 2020, non solo da parte dei verticali esistenti ma anche di molti nuovi mercati. Si prevede che questa nuova domanda netta porterà a forti vendite di stampanti nel 2021.

Mentre i vaccini appaiono all’orizzonte e il mondo vede la luce alla fine del tunnel della pandemia, l’industria della stampa 3D è pronta per questa rinascita. È probabile che il 2021 sarà contrassegnato da (1) l’emergere di nuove tecnologie di stampa ; (2) la soddisfazione della domanda repressa dai mercati esistenti; e (3) l’incorporazione della tecnologia di stampa 3D in nuovi mercati finali alla ricerca di modi per snellire catene di approvvigionamento complicate e migliorare la pianificazione a lungo termine. L’anno vedrà il leader del settore Stratasys espandere notevolmente il suo portafoglio di stampanti 3De introdurre nuove tecnologie di polimeri nel mondo. Altri pesi massimi, come 3D Systems, EOS, Carbon, Markforged e GE Additive, cercheranno di riorientare i loro sforzi sui mercati verticali esistenti, tra cui i settori medico, aerospaziale e automobilistico, gettando le basi per nuove tecnologie e soddisfacendo la domanda in nuovi mercati. Le giovani aziende calde come Desktop Metal – che è appena diventata pubblica – spediranno nuove stampanti per compositi a livello globale. E, infine, la domanda latente e repressa di nuove stampanti in metallo (utilizzate per la produzione in serie di parti) sarà soddisfatta da molte aziende, tra cui HP, campione del metal binder jetting, una tecnologia pronta a scoppiare davvero nel 2021.

Be the first to comment on "Context : l’industria della stampa 3D è pronta a vedere vendite più elevate nel 2021 e oltre"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi