Cosa sono le stampanti 3D complementari ?

Le stampanti 3D complementari sono l’unico modo per farlo


Hai stampanti 3D complementari? Non sai cos’è? Continuare a leggere!

Ci sono innumerevoli stampanti 3D ora sul mercato, realizzate da centinaia di produttori. Molti sono disponibili in tutto il mondo, mentre altri sono venduti solo in determinate regioni.

Queste macchine utilizzano diversi processi di stampa 3D e relative varianti. Hanno prezzi a livelli diversi e offrono capacità materiali diverse.

Con una scelta così ampia in questi giorni dovrebbe essere relativamente facile scegliere l’unica vera macchina che si adatta alle tue esigenze.

Giusto?

Sbagliato. Non è quasi mai possibile.

Ogni singola stampante 3D sul mercato ha qualcosa che influenzerà la scelta: i vincoli.

Ci sono funzioni che una macchina può svolgere e altre no. Una stampante 3D per piccoli volumi non può stampare parti più grandi in 3D. Un dispositivo FFF non può produrre superfici di stampa lisce. Una stampante 3D in metallo non può produrre oggetti polimerici. E così via, fino alle specifiche della macchina.

Mentre potresti essere in grado di identificare una stampante 3D che soddisfa le esigenze di un progetto specifico in termini di disponibilità del materiale, prezzo, velocità e qualità di stampa, le cose potrebbero cambiare nel progetto successivo.

Queste modifiche al progetto potrebbero essere piuttosto sottili, ma rivelare improvvisamente che la scelta della tua macchina “ideale” è inadeguata. Utilizzando una scelta di macchina non ottimale su un progetto, potresti finire con risultati non ottimali.

Qual è la risposta qui?

Credo che la risposta siano macchine complementari. Questo è un concetto in cui invece di avere un’unica scelta di stampanti 3D, ne hai due o più a portata di mano. L’idea è di fare in modo che ogni tipo di macchina copra un certo insieme di requisiti, nella speranza di fornire un’ampia varietà di funzionalità.

Se configurato con stampanti 3D complementari, ogni progetto deve semplicemente selezionare la macchina giusta per il lavoro o parte del lavoro.

Troppo spesso le aziende e gli individui persistono nell’usare la macchina “sbagliata” per il lavoro perché si presume che la macchina che hai è quella che devi usare. Certo, indaga sulla possibilità di farlo, ma se non è l’opzione migliore, perché non hai un’alternativa a portata di mano?

Le stampanti 3D sono solo strumenti come gli altri. Un buon laboratorio non ha un solo strumento, ha molti strumenti diversi per scopi diversi. Potresti avere diversi tipi di martelli o cacciaviti, quindi perché non stampanti 3D?

L’odierno rapporto qualità-prezzo per le stampanti 3D è ai massimi livelli di sempre e questo riduce la barriera finanziaria per coloro che considerano una strategia di stampa 3D complementare. Questo vale non solo per le aziende, ma anche per i privati. Per solo poche centinaia di dollari, è possibile ottenere apparecchiature di stampa 3D desktop abbastanza competenti. Diminuzioni di prezzo e aumenti di prestazioni simili si sono verificati anche su apparecchiature industriali.
Come si determina cosa costituisce una configurazione di stampante 3D complementare? La chiave è che è per il tuo lavoro, e quindi varierà da un luogo all’altro. Se dovessi determinare una configurazione, prenderei prima in considerazione il tipo di lavoro che si sta svolgendo e farei un po’ di estrapolazioni riguardo alla scelta del materiale, alle dimensioni del pezzo e alla qualità.

Un approccio consiste nell’acquistare prima la macchina che meglio si adatta all’attività corrente, quindi aggiungere più attrezzature al variare delle esigenze. Man mano che le macchine si accumulano nell’officina, hai una maggiore scelta di utensili e puoi effettuare selezioni migliori.

Questi diversi stili di macchine non si trovano spesso all’interno della linea di prodotti di un fornitore specifico, sebbene ce ne siano alcuni che offrono apparecchiature con diversi processi di stampa 3D. Ove possibile, rimani con lo stesso fornitore, ma allo stesso tempo sii aperto ad altre alternative per espandere la gamma di possibilità di realizzazione.

Be the first to comment on "Cosa sono le stampanti 3D complementari ?"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi