Incorpora il formato di file Open Vector Format all’interno del Dyndrite App Dev Kit. Consente agli utenti Dyndrite di scrivere direttamente file OVF contenenti percorsi utensile laser, metadati dei parametri e capacità di streaming strato per strato per guidare in sicurezza sistemi mono o multi-ottico compatibili con OVF. Consente più strategie di scansione della segmentazione delle parti per assegnazioni di parametri ottimali, controlli dei parametri di contorno e pianificazione del percorso per configurazioni macchina uniche.

  Oggi Dyndrite™, i fornitori del motore di calcolo con accelerazione GPU utilizzato per creare hardware e software di produzione digitale di prossima generazione, hanno annunciato il supporto per il nuovo Open Vector Format (.ovf), sviluppato dalla RWTH Aachen University Chair Digital Additive Production DAP, all’interno del suo software Dyndrite Laser Powder Bed Fusion (LPBF). OVF fornisce un collegamento di dati semplificato ma ricco di informazioni tra il processo digitale e quello fisico, consentendo processi di produzione robusti ed efficienti e offre una serie di vantaggi rispetto ai formati esistenti, come CLI e 3MF. 

“Abbiamo sviluppato OVF perché non esisteva un formato soddisfacente per i dati a 2,5 dimensioni che fosse leggibile e contenesse informazioni aggiuntive oltre al percorso utensile effettivo”, ha affermato Moritz Kolter, Group Manager Digital Production, RWTH Aachen University Chair Digital Additive Production DAP. “OVF, tuttavia, è in grado di elaborare i dati dopo lo slicing in modo leggibile e performante ed è anche in grado di collegare altre informazioni come dati di parti 3D o metadati. Ciò è particolarmente importante per avere una catena di dati end-to-end completamente collegata che guiderà l’industrializzazione di AM. Ad esempio, lo utilizziamo per la pianificazione avanzata della produzione o per algoritmi di orientamento delle parti per promuovere ulteriormente l’uso sostenibile ed efficiente di tecnologie come LPBF”.

Che cos’è il formato vettoriale aperto (OVF)?

OVF è un formato di dati open source sviluppato dagli scienziati della RWTH Aachen University Chair Digital Additive Production DAP in collaborazione con il Fraunhofer Institute for Laser Technology ILT. È tecnicamente basato sulla tecnologia di serializzazione ampiamente utilizzata Protocol Buffers (“Protobuf”) che gestisce il trasferimento di informazioni da oggetti di dati strutturati complessi in un flusso di byte. OVF fornisce un formato aperto e flessibile per il controllo di un laser in combinazione con uno scanner galvanometrico. Supporta array multi campo di scansione e controlli aggiuntivi dell’asse macchina. 

OVF offre un’archiviazione binaria compatta di tutti i dati, nonché una compatibilità flessibile in avanti e all’indietro. Trasporta in modo efficiente i metadati rilevanti per il processo LPBF, come i parametri di produzione, la potenza del laser e la velocità di scansione, lungo la catena del processo.

Le strutture OVF sono flessibili e possono essere estese per supportare gli ultimi sviluppi digitali. Su OVF Github è disponibile un ampio portafoglio di strumenti come convertitori per formati legacy, ad esempio la conversione di file CLI in OVF, o routine di controllo dell’integrità, ad esempio il controllo se i contorni sono chiusi, i parametri sono assegnati e i livelli sono privi di lacune.

“La visione centrale di Dyndrite è cambiare il modo in cui la geometria viene creata, trasformata e trasmessa su un computer. Il formato OVF è un passo molto logico verso il miglioramento del modo in cui i dati di percorsi utensile strutturati complessi possono essere trasmessi in modo efficiente e compatto”, ha affermato Harshil Goel, CEO di Dyndrite. “Solo attraverso i progressi dell’open source come OVF la produzione additiva può migliorare il suo tasso di adozione, democratizzazione e industrializzazione”

“Mentre sviluppavamo i nostri modelli di metadati interni per fornire un’API razionale e robusta per generare strategie di percorso utensile per molti diversi tipi di macchine, configurazioni di macchine o classi di componenti specifiche, abbiamo scoperto che il formato OVF era allineato con il nostro intento di abilitare nuovi parametri ed esposizione strategie che utilizzano strutture di dati flessibili ed estensibili dall’utente”, ha affermato Steve Walton, Head of Product di Dyndrite. “Inoltre, la capacità di trasmettere in streaming questo formato di dati consentirà la generazione, il trasporto e la modifica in tempo reale dei percorsi utensile dai sensori di processo”.

OVF è uno dei pochi formati in grado di ricevere il livello di complessità e flessibilità del percorso utensile fornito da Dyndrite. La collaborazione con Aquisgrana per rendere queste strategie disponibili all’utente finale accelera questa disponibilità, poiché la maggior parte dei formati esistenti sono ottimizzati e generalmente limitati per la configurazione della macchina stock e gli approcci legacy ai percorsi utensile.

Attualmente non esiste un formato standard per i dati di output del processo LPBF. Vengono invece utilizzati numerosi formati, proprietari o sviluppati per altri processi produttivi. Di conseguenza, questi formati disparati mancano delle informazioni rilevanti per la produzione utilizzando LPBF. Open Vector Format (OVF) risolve questo problema.

Dyndrite ha incorporato l’esportazione OVF direttamente nei suoi prodotti ADK e LPBF. 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi