EOS e Hyperganic collaborano per elevare i componenti della propulsione spaziale
 
EOS, fornitore leader di soluzioni di produzione responsabile tramite la tecnologia di stampa 3D industriale, ha annunciato una partnership esclusiva per far progredire il campo della propulsione spaziale con Hyperganic, l’azienda che mira ad accelerare l’innovazione nell’ingegneria attraverso la sua piattaforma software rivoluzionaria.

Il dottor Hans Langer, fondatore di EOS e visionario della produzione additiva (AM), ha dichiarato: “In qualità di innovatore costante e pionieristico, ora stiamo collaborando con Hyperganic per introdurre un altro cambio di paradigma in AM. È un cambiamento progettuale che espande gli spazi delle soluzioni e i livelli di prestazioni, rivoluzionando allo stesso tempo il processo di progettazione per AM, rendendo AM un approccio veramente digitale dall’ingegneria algoritmica generata da software alla produzione digitale”.

Lin Kayser, CEO di Hyperganic, ha dichiarato: “Siamo molto entusiasti di essere insieme con EOS in questa prima collaborazione nel settore. L’ingegneria algoritmica traduce le idee in progetti in pochi minuti, con l’ingegnere che stabilisce le regole e il computer che genera i risultati. In particolare, il campo della propulsione spaziale che utilizza ancora progetti molto conservativi, trarrà grandi benefici dall’ingegneria algoritmica”.

Per secoli, gli esseri umani hanno utilizzato i tavoli da disegno per tradurre le idee su carta prima che i sistemi CAD cambiassero il gioco. Tuttavia, anche piccole modifiche al design richiedono ancora laboriosi lavori di ristrutturazione. Poiché ogni iterazione costa tempo e denaro, gli approcci basati su CAD obbligano gli ingegneri a progettare in modo conservativo invece di superare i limiti.


Allo stesso tempo, la libertà di progettazione è sempre stata uno dei principi guida di AM, consentendo strutture di parti e applicazioni impossibili da produrre utilizzando i processi di produzione tradizionali. La partnership tra EOS e Hyperganic ora porta questo approccio al livello successivo.

Un esempio radicale è il motore a razzo aerospike progettato da Hyperganic e prodotto da EOS e AMCM, una società del gruppo EOS. Il motore aerospike, classicamente considerato un’enorme sfida ingegneristica e manifatturiera, è stato costruito da zero utilizzando un modello algoritmico di Hyperganic. Uno delle centinaia di design prodotti da Hyperganic in pochi giorni è stato stampato su EOS M 400-4. La parte altamente complessa è stata stampata senza supporto utilizzando il processo EOS NickelAlloy IN718.

Di conseguenza, il motore aerospike è stato riprogettato automaticamente per la produzione su un sistema AMCM M 4K sostanzialmente più grande di AMCM in EOS CopperAlloy CuCrZr. La combinazione di questo livello di complessità progettuale con la capacità di stampare in queste dimensioni in modo affidabile guiderà le prossime innovazioni nella propulsione spaziale.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi