Filamenti e terminologia ecologica : riciclato, riciclabile, biodegradabile , biocompatibile, non tossico, naturale ecc.


Filamenti per stampanti 3D ecologici? Aspetta, c’è molto di più nella storia.

Ultimamente abbiamo assistito a una tendenza verso prodotti per stampanti 3D più ecologici, e in generale è una buona cosa. Ma la terminologia utilizzata è spesso confusa e talvolta persino fuorviante.

Diamo un’occhiata ai diversi termini e vediamo cosa significano veramente.

Filamento riciclato
Questo è abbastanza chiaro: il prodotto è stato realizzato con materiali che sono stati recuperati e presumibilmente sarebbero stati altrimenti scaricati in discarica.

Tuttavia, c’è un piccolo problema: sai esattamente quanto materiale è stato riciclato? È TUTTO il materiale o solo una parte? A volte vedrai un prodotto che dichiara “100% riciclato”, il che significa che l’intera bobina è realizzata con materiale riciclato. Se non lo vedi, il materiale è una miscela di materiale fresco e riciclato e ciò potrebbe significare una percentuale molto piccola.

Fare attenzione quando si seleziona il filamento “Riciclato”, poiché potrebbe non essere completamente riciclato.

Filamento riciclabile
Ciò significa che il filamento può essere riciclato. Questo è spesso il caso dei termoplastici, poiché per definizione li riscaldi semplicemente e li riformatti. Sarebbe possibile sminuzzare le stampe 3D di scarto e riestruderle in filamenti.

Sebbene alcuni produttori di filamenti lo facciano, è anche possibile per privati ​​e laboratori farlo con l’attrezzatura giusta. Un esempio di questa funzionalità si trova con la macchina per la produzione di filamenti economica di 3DEVO , che molti utilizzano per produrre i propri materiali riciclati.

Un grosso problema con il riciclaggio del filamento è che spesso il materiale raccolto non è uniforme: è di colori diversi o, peggio, ha diverse sostanze chimiche. Ciò rende piuttosto problematico il riciclaggio e la maggior parte delle operazioni di filamento riciclato su larga scala fornisce il materiale in ingresso in un’unica forma. Ad esempio, “solo le bottiglie Pepsi” potrebbero essere raccolte per produrre filamenti di PET riciclato.

Filamento biodegradabile
Biodegradabile significa che il materiale, a un certo punto, si disintegrerà nell’ambiente naturale. Pertanto, se ne seppellisci una parte in una discarica, ti aspetteresti che scompaia nei mesi o negli anni futuri.

Il problema con “biodegradabile” è che non è definito correttamente. Alcuni potrebbero dire che il PLA è biodegradabile , ma in realtà richiede un’esposizione a una combinazione di alte temperature e sostanze chimiche specifiche per un periodo di tempo più lungo. Non è esattamente quello che potresti trovare in un ambiente naturale, e quindi gli oggetti in PLA non sono davvero diversi dall’ABS o da altri materiali che non sono etichettati come “biodegradabili”.

Filamento biocompatibile
Il filamento non tossico è semplicemente un materiale che può essere esposto in sicurezza al tessuto umano per un determinato periodo di tempo. In questo caso, “sicuro” significa che la maggior parte degli esseri umani non svilupperebbe una reazione durante quel periodo. Ad esempio, alcuni potrebbero essere sicuri da posare sulla pelle esposta per 48 ore, mentre altri potrebbero essere sicuri da incorporare chirurgicamente nel braccio di una persona per tutta la vita.

Sfortunatamente, il filamento biocompatibile è spesso con parametri non specificati. È qualcosa che supera solo il test cutaneo di un’ora? O è un materiale più robusto biocompatibile che può essere utilizzato in sicurezza per periodi più lunghi? Di solito non lo sappiamo.

Filamento non tossico
Il materiale non tossico della stampante 3D non influisce negativamente sul corpo umano durante l’esposizione. Alcuni possono indurre reazioni, ma un filamento non tossico no.

Tuttavia, ci sono altri colpi di scena in questa storia. Alcuni filamenti sono sicuri allo stato solido, ma quando vaporizzati durante la stampa 3D, in particolare se riscaldati oltre i limiti di sicurezza, emettono gas tossici che possono essere inalati.

In altre parole, non tossico significa non tossico in uno stato specifico. Se ti allontani da quello stato, sei da solo.

Un’altra cosa: molti filamenti per stampanti 3D emettono nanoparticelle quando vengono riscaldati. Questi oggetti molto piccoli galleggiano nell’aria e possono essere inalati, e ciò potrebbe essere problematico in alcune circostanze.

Filamento naturale
Molti filamenti insoliti sono stati realizzati con materiali “naturali”, come legno, bambù, noci, caffè e persino alghe.

Sebbene questi suoni siano abbastanza “ecologici”, poiché sembrano essere realizzati con ingredienti naturali, in realtà sono semplicemente una miscela di polimeri regolari e materiali insoliti. Ad esempio, un filamento di legno potrebbe essere realizzato con il 75% di PLA e il 25% di segatura fine.

Questo rende il filamento veramente “naturale”? Non proprio. Mette un’ammaccatura nell’industria petrolifera producendo almeno una parte di materiali naturali? Ancora una volta, non proprio perché gli importi in questione sono incredibilmente piccoli.

Crederò in un filamento per stampante 3D “naturale” quando ne trovo che cresce su un albero.

Filamento ecologico / rispettoso dell’ambiente
Questi termini sono talvolta usati dagli operatori di marketing nel tentativo di marcare i loro prodotti con una brillantezza positiva e, per essere chiari, l’uso di una qualsiasi delle proprietà di cui sopra può essere una buona cosa.

Tuttavia, il termine viene utilizzato quando QUALSIASI delle proprietà è presente; non li ottieni TUTTI.

Non credo infatti che esista un solo prodotto riciclato, riciclabile, biodegradabile, biocompatibile, atossico e naturale, tutto allo stesso tempo. Ne hai solo un paio.

A seconda dei tuoi obiettivi, potresti scegliere un filamento per stampante 3D basato su alcune di queste proprietà. Ma la cosa più importante è capire cosa significano veramente.

Be the first to comment on "Filamenti e terminologia ecologica : riciclato, riciclabile, biodegradabile , biocompatibile, non tossico, naturale ecc."

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi