Genera e il sistema composto dalla stampante 3D G2 e dall’unità di post-elaborazione F2

STAMPANTE 3D GENERA G2 DLP E UNITÀ DI POST-ELABORAZIONE F2 – SPECIFICHE TECNICHE

Genera , un produttore di stampanti 3D con sede a Vienna, in Austria, sta introducendo sul mercato un sistema di stampa 3D composto da due unità. Il sistema comprende la stampante 3D G2 e l’unità di post-elaborazione F2. Il G2 è responsabile del processo di produzione additiva, sfruttando la tecnologia di stampa 3D DLP di Genera. La F2, d’altra parte, è un’unità di post-elaborazione, dotata di un sistema di gestione automatica.

Un componente chiave delle due unità combinate è un sistema di movimentazione senza guanti, basato sulla soluzione brevettata “shuttle” di Genera, che sfrutta una scatola o un contenitore a tenuta che trasporta il componente stampato in 3D durante tutto il processo di produzione. Utilizzando la tecnologia di identificazione a radiofrequenza (RFID), lo shuttle funge anche da interfaccia tra le unità G2 e F2.

Fondata nel 2015, la dichiarazione di missione di Genera ruota attorno alla “produzione affidabile, pulita e veloce” per la produzione additiva, qualcosa che sostiene che la tecnologia ha promesso per molti anni, ma non ha mai realizzato.

Il CEO di Genera, Dr. Klaus Stadlmann, ha più di 10 anni di esperienza nella produzione di additivi. In precedenza ha studiato all’Università Tecnica di Vienna (TU Wein), il luogo di nascita di una serie di spin-off di stampa 3D. Questo include il fornitore di stampanti 3D in ceramica Lithoz e la ditta di litografia a caldo Cubicure ,

L’amministratore delegato di Genera, Martin Schöppl, ha recentemente parlato con l’industria della stampa 3D per prevedere le tendenze imminenti da tenere d’occhio nel 2020 . Schöppl ha dichiarato che la produzione additiva vedrà un aumento nell’adozione nei prossimi anni: “Era molto ovvio a Formnext che AM avrà un ruolo importante nelle industrie future. Con l’alta velocità, questa tecnologia entra nella maggior parte dei settori e quindi prevediamo un forte aumento nei prossimi anni. “


Per raggiungere i suoi obiettivi, la società ritiene che la produzione additiva debba essere vista come un processo globale, tenendo quindi conto di ogni fase della catena di processo, dall’impostazione e progettazione al raggiungimento del prodotto finale. Da qui l’offerta di prodotti dell’azienda su due unità per la produzione e la post-elaborazione, la G2 e la F2.

Per garantire risultati ripetibili, tuttavia, i passaggi all’interno del processo di produzione devono agire in “armonia”, che Genera intende fornire con il suo “Processo Genera”, alimentato dalla tecnologia shuttle dell’azienda.

Il processo Genera è suddiviso in più fasi dall’azienda. Innanzitutto, l’utente prepara il file STL utilizzando il software CAM dell’azienda. Questo viene quindi inviato alla stampante 3D G2, che stampa il pezzo e lo memorizza nella navetta o nella scatola di movimentazione. Ciò consente agli utenti di prelevare il componente in modo sicuro, senza causare danni alla parte stampata in 3D o alle mani dell’utente. Inoltre, la navetta consente di gestire il componente senza gocciolare, contaminare o influenzare la luce dall’esterno. La navetta viene quindi trasferita all’unità di finitura F2. Ogni navetta contiene un chip di memoria RFID che memorizza e documenta i dati del lavoro di stampa, fornendo tracciabilità e assicurando che le fasi di lavaggio e post-polimerizzazione siano correlate al componente in questione.

G2 e F2 – Specifiche tecniche

G2 è un sistema di stampa 3D DLP 4K progettato per l’uso in stabilimenti produttivi e fornitori di servizi. È dotato di un volume di costruzione di 384 x 216 x 350 mm, che consente al sistema di produrre parti dettagliate, più piccole o componenti più grandi, in base all’applicazione dell’utente. È inoltre in grado di elaborare due lavori di stampa simultanei per una maggiore produttività. Inoltre, G2 è in grado di stampare in 3D con diverse risoluzioni (tra 40 e 100 μm).

D’altra parte, la F2 è un’unità di post-elaborazione in grado di lavare e post-polimerizzare i componenti stampati in 3D. Utilizza un agitatore magnetico integrato per una pulizia morbida ed efficiente delle parti verdi, mentre la sua post-indurimento è alimentata da una camera di indurimento riscaldata controllata da sensori. Componenti aggiuntivi includono un’interfaccia uomo-macchina (HMI), per il controllo della macchina e la revisione delle parti, un filtro dell’aria per l’ambiente dell’ufficio e un sistema automatizzato di erogazione della resina.

specificazioni G2
Tecnologia DLP
Intensità luminosa max. 20 mW / cm2
Risoluzione 4K (3840 x 2160)
Lunghezza d’onda 385 nm DLP
Dimensione del pixel 100 μm, 70 μm, 40 μm
Velocità Fino a 3 mm / min, a seconda del materiale e del sistema iva
Stampa volume x: 384 mm, y: 216 mm, z: 350 mm

Be the first to comment on "Genera e il sistema composto dalla stampante 3D G2 e dall’unità di post-elaborazione F2"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi