General Motors apre una struttura di stampa 3D per abilitare applicazioni di produzione nel settore automobilistico

General Motors (GM) ha aperto un impianto di stampa 3D di 1400 metri quadrati composto da 24 piattaforme combinate in metallo e polimero.

L’Additive Industrialization Center (AIC) è esclusivamente dedicato alla produzione di tecnologia di stampa 3D nel settore automobilistico ed è stato descritto come la ‘chiave di volta’ della maggiore esperienza e degli investimenti di GM nella stampa 3D negli ultimi anni.

All’interno dell’AIC, GM intende convalidare le tecnologie e le applicazioni di stampa 3D, mentre “fa spesso perno” per far evolvere macchinari e apparecchiature additivi. Come è standard nel settore automobilistico, GM ha già una buona conoscenza delle capacità della stampa 3D come strumento di prototipazione, con molte delle parti prodotte dall’AIC come modelli funzionali utilizzati in una varietà di ambienti di test per veicoli di pre-produzione. Attraverso questo sforzo, si dice che GM abbia apprezzato l’eliminazione dei costosi costi di attrezzaggio iniziale e la capacità di iterare rapidamente su una gamma di parti, anche durante lo sviluppo dei condotti di raffreddamento dei freni sulla Chevrolet Corvette, dove l’azienda ha ridotto il tempo di nove settimane e costi di oltre il 60%.

“La componente principale della trasformazione di GM sta diventando un’azienda più agile e innovativa e la stampa 3D giocherà un ruolo cruciale in quella missione”, ha commentato Audley Brown, direttore di progettazione additiva e ingegneria dei materiali di GM. “Rispetto ai processi tradizionali, la stampa 3D può produrre parti in pochi giorni rispetto a settimane o mesi a un costo notevolmente inferiore. Molti programmi di prodotto recenti hanno beneficiato in un modo o nell’altro di parti di prototipi stampati in 3D. Non solo queste parti possono far risparmiare tempo e denaro, ma il team utilizza anche applicazioni stampate in 3D durante lo sviluppo del prodotto per superare sfide impreviste in tempo reale “.

GM mira ora a portare avanti ed espandere la gamma di applicazioni della sua capacità di stampa 3D. Inoltre, produce in modo additivo strumenti per l’applicazione manuale, componenti di automazione e soluzioni a risposta rapida per i lanci dei siti di produzione, con la stampa 3D che consente all’azienda di consolidare i progetti, ridurre i componenti e generare strumenti più leggeri. La società ha stampato in 3D quasi 100 strumenti di applicazione manuale per il lancio dei suoi nuovi SUV a grandezza naturale, ad esempio, in un composito in fibra di carbonio di nylon anziché in alluminio, portando il peso da 10 a 40 libbre a soli 3.

“GM sta applicando sempre più i vantaggi della stampa 3D, dallo sviluppo di prototipi alla produzione di strumenti e veicoli di produzione”, ha affermato Ron Daul, direttore della produzione additiva e dei centri polimeri di GM. “Con l’apertura dell’AIC, continueremo ad accelerare l’adozione di questa tecnologia in tutta l’organizzazione”.

Con l’apertura dell’AIC, tuttavia, l’azienda vuole andare oltre e iniziare a produrre parti di uso finale che vanno sul veicolo finale. Recentemente, Cadilllac ha annunciato che la sua CT4-V Blackwing e CT5-V Blackwing saranno i primi veicoli di produzione GM ad avere parti stampate in 3D. Questi componenti includono un emblema sulla manopola del cambio manuale, una staffa del cablaggio elettrico e due condotti HVAC, tutti prodotti a costi ridotti e aumenta l’efficienza, secondo GM. Rappresenta una pietra miliare significativa per GM, che ora spera di accelerare la produzione di componenti per l’uso finale stampati in 3D.

“Le parti stampate per i modelli Cadillac Serie V esemplificano come possiamo utilizzare le applicazioni additive nel posto giusto nel programma giusto”, ha detto Brown. “E questo è solo l’inizio. In definitiva, vediamo il potenziale per le parti stampate in 3D da utilizzare in un’ampia varietà di applicazioni di produzione, da maggiori opzioni di personalizzazione per gli acquirenti di nuovi veicoli ad accessori unici e riproduzioni di parti di automobili classiche “.

Be the first to comment on "General Motors apre una struttura di stampa 3D per abilitare applicazioni di produzione nel settore automobilistico"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi