Goldwind rivendica una svolta nella stampa 3D da pale di turbine eoliche riciclate
 

Il produttore cinese di turbine Goldwind ha affermato una svolta nell’utilizzo dei rifiuti solidi riciclati dalle pale delle turbine eoliche in pensione nelle tecniche di stampa 3D.
Goldwind mira a riciclare il 100% delle sue turbine eoliche entro il 2040
 
Ha prodotto una serie di aiuole utilizzando particelle di lame frantumate da turbine dismesse da un parco eolico nella Mongolia interna, dimostrando il potenziale della tecnologia di stampa 3D utilizzando rifiuti solidi riciclati.

Goldwind ha spiegato di aver sperimentato il rapporto tra varie materie prime, nonché la dimensione delle particelle e la gradazione delle particelle di lama frantumate per raggiungere i requisiti di resistenza delle aiuole.

Descrivendo la produzione come una “svolta”, ha affermato che “le proprietà meccaniche, la durabilità e le prestazioni lavorative del prodotto finito realizzato con questi nuovi materiali di stampa sono uguali a quelle del calcestruzzo da costruzione convenzionale”.

Goldwind ha affermato che il 30% della lama è stato riciclato con successo e adatto all’uso quando ha prodotto l’aiuola, anche se ha affermato che questa percentuale potrebbe essere più alta per altri prodotti.


La società cinese ha aggiunto che il riciclaggio dei rifiuti solidi la aiuterà a raggiungere l’obiettivo di riciclare il 100% delle sue turbine eoliche entro il 2040.

Goldwind è uno dei numerosi produttori globali di turbine a fissare tali obiettivi, con aziende del calibro di Vestas , Siemens Gamesa e LM Wind Power, di proprietà di GE, che puntano tutti a obiettivi simili.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi