HDC PORTERÀ IL POST-PROCESSING SOLUKON NEL MERCATO SUDCOREANO
 
Il distributore sudcoreano di apparecchiature per la stampa 3D HDC ha annunciato di essere diventato un rivenditore ufficiale dei sistemi di depolverizzazione Solukon. 

Attraverso l’accordo, Solukon è in grado di sfruttare l’ampia rete di distribuzione che HDC ha creato negli ultimi 22 anni, per portare per la prima volta le sue macchine di post-elaborazione sul mercato sudcoreano. Avendo acquisito nuovi partner in Canada, Turchia, Irlanda, Regno Unito e Corea quest’anno, Solukon afferma di avere ora la rete necessaria per soddisfare la crescente domanda globale per le sue tecnologie. 

“La consapevolezza della necessità di una post-elaborazione sicura e ripetibile sta aumentando in tutto il mondo”, ha affermato Michael Sattler, Global Sales Director di Solukon responsabile della sua rete di rivenditori. “Siamo lieti di avere HDC Co. come partner di fiducia per il mercato sudcoreano, che soddisferà la crescente domanda di depolverizzazione automatizzata”.

 

Con sede ad Augsburg, in Germania, Solukon è specializzata nella produzione di sistemi di depolverizzazione basati sulla sua tecnologia proprietaria Smart Powder Recupation o “SPR”. In sostanza, l’approccio di post-elaborazione dell’azienda prevede l’uso della rotazione dell’oggetto a due assi regolabile e della vibrazione mirata, per rimuovere automaticamente la polvere in eccesso dalle parti stampate in 3D. 

Da quando ha integrato la tecnologia nella sua prima macchina nel 2015, Solukon ha lanciato altri quattro sistemi alimentati da SPR in metallo e anche altre due unità in plastica. I primi, tra cui SFM-AT 200 , 300 , 800/-S e 1000-S , sono progettati per consentire la post-elaborazione sicura di oggetti in lega stampati in 3D, con dimensioni fino a 1.000 mm o 800 kg. 

Con le sue macchine SFP770 e SFP-E7 , nel frattempo, l’azienda commercializza due diversi sistemi polimerici: uno per il disimballaggio e la pulizia delle parti stampate SLS e un altro costruito appositamente per gli utenti della sinterizzazione laser, in particolare quelli con una serie EOS P770 . 

È interessante notare che, sebbene Solukon abbia sviluppato la maggior parte delle sue macchine da solo, ha scelto di collaborare con Siemens per lanciare il suo sistema in metallo più recente: l’SFM-AT800S. In tal modo, l’azienda è stata in grado di adattare la sua unità ai controllori Siemens SIMATIC e agli azionamenti Sinamics, e la collaborazione delle aziende ora risale ad almeno tre anni, quando i dispositivi Solukon sono stati installati presso la “Digital Factory” di Siemens.

In quel periodo, i sistemi di Solukon hanno visto una particolare richiesta all’interno dell’industria aerospaziale, dove sono stati inizialmente coinvolti nella costruzione del supercollider del CERN . L’azienda ha inoltre aggiornato continuamente la sua offerta, dotando il suo sistema SFM-AT200 di eccitazione a frequenza ultrasonica per affrontare parti particolarmente impegnative, all’inizio di quest’anno. 

 

Negli ultimi quattro anni, Solukon ha costantemente ampliato la propria rete di distribuzione, entrando inizialmente nel mercato internazionale nel 2017, quando si rivolgeva per la prima volta a clienti statunitensi, francesi e britannici. Un anno dopo, l’azienda ha lanciato l’SFM-AT200, che si dice abbia anche goduto di una domanda particolare dall’industria medica, nei tre anni successivi. 

Finora, durante il 2021, l’azienda ha accelerato ulteriormente la sua espansione, collaborando prima con HASMAK-T , un rivenditore in Turchia, prima di accettare di lavorare con l’azienda di pulizia delle parti del Regno Unito Turbex . In Canada, Solukon ha anche selezionato Machine Tool Systems come distributore preferito e, in seguito al suo ultimo accordo con HDC, l’azienda si è ora potenzialmente affermata nel sud-est asiatico. 

Dal punto di vista di HDC, l’accordo le consente di ampliare il suo ruolo di fornitore di macchine Sinterit , DWS , Nano Dimension , EOS e Vacuform . Dato che le tecnologie dell’azienda sono state precedentemente utilizzate per stampare parti di razzi Launcher in 3D , ora vede la sua partnership con Solukon come un’opportunità per ampliare la sua offerta ai clienti premium e consentire loro di creare parti con una finitura ancora migliore rispetto a prima. 

“Da anni HDC lavora con i leader internazionali nel settore AM”, ha aggiunto il presidente di HDC Brian CG Seo. “Collaborando con Solukon, siamo fortunatamente in grado di offrire ai nostri clienti anche la soluzione di depolverizzazione top di gamma.”

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi