Il primo concetto di e-bike lunare ha ruote “a palloncino” stampate in 3D 
 
Il think tank motociclistico tedesco Hookie ha creato il primo concept di motocicletta Moon, sperando che la NASA se ne accorga. Immaginata per esplorare la superficie della luna, la moto futuristica soprannominata Tardigrade ha un limite di velocità di 15 chilometri all’ora (9 mph), un’autonomia della batteria di quasi 110 chilometri (68 miglia) e diversi componenti stampati in 3D, inclusi pneumatici airless intercambiabili che sarebbero in definitiva consentire agli equipaggi spaziali di affrontare qualsiasi ostacolo nelle sue missioni. Cercando di attirare l’attenzione dell’agenzia spaziale statunitense, Hookie ha persino progettato un casco da motocicletta spaziale e una tuta realizzati con materiali ad alta tecnologia come Kevlar e Nomex, con il logo della NASA, e ha descritto il veicolo come la “bicicletta della NASA” in tutto il suo design e processo di fabbricazione.

I veicoli itineranti si sono rivelati inestimabili durante le missioni Apollo dal 1968 al 1972, consentendo agli astronauti di completare quasi 20 viaggi sulla superficie lunare. Oggi i rover della NASA si sono evoluti, emergendo come uno dei sistemi di esplorazione più futuristici mai creati. Inoltre, l’agenzia spaziale sta già testando concetti per una nuova generazione di veicoli spaziali per aiutare robot e astronauti a esplorare più che mai.

Nello spirito degli ex rover spaziali pionieristici , Hookie ha concentrato i suoi sforzi sullo sviluppo di un prototipo guidabile dal concetto immaginario di una bicicletta spaziale. Nove mesi dopo aver annunciato l’esperimento mentale, il Tardigrade di Hookie è stato finalmente rivelato e la società afferma che la NASA è “senza parole”. Il risultato è un telaio invisibile fatto di alluminio sottile dieci millimetri, tagliato al laser e un robusto esoscheletro fatto di tubi avvolti attorno ad esso. Anche gli ampi bracci oscillanti monobraccio e gli assi sono realizzati in metallo ultraleggero, mentre la copertura in tessuto Kevlar con rivestimento in alluminio, che protegge la trasmissione sensibile nello spazio da freddo, radiazioni o urti, proviene dal fornitore della NASA DuPont .

La Tardigrade di Hookie è la prima motocicletta concept lunare al mondo. Immagine per gentile concessione di Hookie.
Oltre alle sue attraenti linee minimaliste, Tardigrade è stato dotato di parafanghi, pannelli e intarsi del cerchio stampati in 3D realizzati con materiali termoplastici resistenti ai raggi UV e piccole parti sinterizzate in nylon mediante raggi laser. Tuttavia, la sfida più grande è stata la costruzione di due “ruote a palloncino” ultraleggere e altamente innovative di poco meno di 24 pollici di diametro, con una larghezza di 7 pollici che possono trasportare con facilità un peso complessivo di circa 140 chilogrammi. Dal momento che Hookie non riusciva a trovare un fornitore per sviluppare i pneumatici secondo le sue specifiche impegnative, il team lo ha visto come un’opportunità per un’innovazione ancora maggiore.


“Una delle sfide più grandi sono le ruote: non c’è niente di paragonabile, niente di adatto o addirittura utile”, ha descritto il co-fondatore di Hookie e costruttore di motociclette Nico Müller. “Dopo aver testato più di cinque potenziali dimensioni di ruote, abbiamo deciso di progettare completamente le ruote da soli. Il raggio a forma di stella che costituisce il design distintivo della moto è una delle mie parti preferite di questo progetto! Il nostro design sviluppato si basa su un mozzo della ruota Cake (azienda svedese di biciclette elettriche), parti a sei razze, una canna del cerchione e due bordi del cerchio che sono stati realizzati interamente in alluminio. Questa costruzione estremamente leggera ma robusta ci consente di costruire ruote di queste dimensioni”.
Hookie ha adottato l’approccio all’avanguardia per la stampa 3D di 12 moduli di battistrada in poliuretano per ogni ruota, che possono essere fissati direttamente ai cerchi. Ciò non solo ha soddisfatto le esigenze del Tardigrade, ma ha anche consentito un nuovo sistema di pneumatici che consente di sostituire le parti danneggiate del pneumatico, anziché l’intero pneumatico stesso, aggiungendo un ulteriore livello di sostenibilità al concetto.


Il Tardigrade, che prende il nome da animali microscopici che sopravvivono nello spazio anche nelle condizioni più avverse, è il risultato di collaborazione, tecnologia e sostenibilità. Gli esperti di design di moto hanno collaborato con nove aziende partner, tra cui lo sviluppatore tedesco di materiali per il getto di leganti industriali Additive Elements e il produttore di prodotti a base di olio Puraglobe , per creare, da zero, un veicolo spaziale elettrico mai visto prima.

Lavorando con Additive Elements, Hookie è riuscito a realizzare i pezzi intercambiabili del pneumatico airless utilizzando una combinazione di materiali leganti ultraleggeri. Questa è una delle specialità della startup ed è stata sfruttata da produttori di stampa 3D come voxeljet negli ultimi anni. Sebbene l’esatto materiale utilizzato non sia ancora stato divulgato, Additive Elements sta lavorando alla fase finale di un nuovo materiale chiamato AE21 con grandi proprietà meccaniche che avrebbe potuto essere applicato alla e-bike lunare.

Vista del pneumatico airless stampato in 3D per l’e-bike lunare di Hookie. Immagine per gentile concessione di Hookie.
L’obiettivo originale era quello di rendere il Tardigrade il più realistico possibile, con un design modulare che potesse servire futuri progetti interstellari. Con un peso (134 chili) simile a quello di alcune delle moto più leggere, questo design all’avanguardia ha molti processi di pensiero dietro e potrebbe essere una grande aggiunta alla NASA e alla fine aiutare gli astronauti ad avventurarsi più lontano che mai dai moduli lunari.

Ispirato al design digitale della concept bike lunare dell’artista russo Andrey Fabishevsky, il Tardigrade è finalmente una realtà tecnica e debutterà al Petersen Automotive Petersen Museum di Los Angeles come parte della mostra ADV Overland che si svolgerà dal 3 luglio 2021 a marzo 27, 2022. Con la prima mondiale del suo prototipo fuori dalla Terra, Hookie vuole dimostrare che “anche le idee fantastiche possono maturare in un oggetto reale e tangibile. Tutto ciò che serve è una visione e curiosità per l’ignoto.”

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi